CyberCultura

La censurata Indymedia è un game

Già circola in rete il link al sito che per primo ha messo su un instant-game sul sequestro degli hard disk della rete dell'informazione indipendente
12 ottobre 2004
Punto Informatico
Roma - Come sempre più spesso accade in casi che suscitano grande clamore in rete, su Web qualcuno ha già pensato di pubblicare un videogame di denuncia, un "instant-game", come lo chiamano i suoi autori, a metà tra denuncia e videogioco.

Su Molleindustria è infatti disponibile Enduring Indymedia, un giochino in Flash che pur non volendo trarre delle conclusioni sui fatti di questi giorni parte con una domanda: "Chi vuole oscurare Indymedia?"

Tre le possibili risposte, indicate dai volti che rappresentano i tre paesi coinvolti, ovvero USA, Italia e Svizzera. Ogni risposta è corredata da una possibile "spiegazione" dei sequestri.

Cliccando su uno dei volti si accede al giochino vero e proprio, un'astronave con sopra, per esempio, la faccia di Berlusconi, che sorvola il pianeta e che è dotata di un "raggio della morte" per succhiare, o distruggere, tutte le Indymedia che trova sulla terra.

Articoli correlati

  • Imponente manifestazione a Taranto contro il decreto Salva-Ilva
    Ecologia
    Decreto-legge Salva-Ilva o Ammazza-Taranto?

    Imponente manifestazione a Taranto contro il decreto Salva-Ilva

    I media nazionali non parlano della manifestazione del 15 dicembre e l'opinione pubblica è in parte convinta che la popolazione di Taranto gradisca il provvedimento del Governo che interferisce pesantemente con l'attività dei magistrati. Per sgombrare il campo da equivoci, basta sapere che molti nella città lo hanno battezzato decreto "Ammazza-Taranto"; pensano sia possibile puntare invece su salute, ambiente, cultura e reddito.
    18 dicembre 2012 - Lidia Giannotti
  • "Accade in Sicilia" è nuovamente libero
    CyberCultura
    La Corte di Cassazione ribalta le precedenti sentenze

    "Accade in Sicilia" è nuovamente libero

    E' un blog: non può essere equiparato ad un giornale
    11 maggio 2012 - Giacomo Alessandroni
  • Ho pagato una bustarella
    CyberCultura
    Cina: la corruzione si combatte sul web.

    Ho pagato una bustarella

    Sull'esempio del sito web indiano "I-paid-a-bribe", anche i blog cinesi sono all’opera per smascherare la corruzione, nonostante i rischi di oscuramento.
    30 agosto 2011 - Redazione China Daily
    Traduzione a cura di PeaceLink
  • Countdown Internet Italia?
    MediaWatch

    Countdown Internet Italia?

    Da domani 6 luglio l'Agcom potrà oscurare siti internet accusati di violare il diritto d'autore.
    5 luglio 2011 - Loris D'Emilio
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)