Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

PeaceLink ha chiesto i dati alla ASL di Taranto

Quanta diossina c'è ancora nelle cozze di Taranto?

Cozze a Taranto, nel 2017 sforamenti fino al 98% del limite di legge nel primo seno del Mar Piccolo
7 novembre 2017
Associazione PeaceLink

Citta vecchia, Taranto PeaceLink ha richiesto alla ASL di Taranto di dati aggiornati relativi alla contaminazione delle cozze dovuta alla presenza di diossine e PCB nei fondali. I dati che forniamo con questo comunicato sono pertanto inediti e confermano per il 2017 la situazione di contaminazione registrata in passato.
Dalle analisi effettuate su diossine e PCB per conto della ASL di Taranto risultano per il 2017 superamenti dei limiti di legge a maggio, giugno e luglio. A giugno si è registrato un picco che supera del 98% il limite di legge.
Le analisi disponibili giungono fino al luglio di quest'anno.
I superamenti dei limiti di legge di quest'anno si sono registrati nel primo seno del Mar Piccolo, ossia quello più vicino al quartiere Tamburi e all'area industriale.
Il valore più elevato dato dalla sommatoria delle diossine e dai PCB dioxin like (I-Teq) è risultato di 14,881 picogrammi per grammo (pg/g) di mitili, con un margine di incertezza di 1,985 pg/g. Il limite di legge è 6,5 pg/g. Pertanto il valore più elevato, detraendo il margine di incertezza, risulta aver superato del 98% il limite di legge.
Nessuno sforamento dei limiti di legge si registra invece nel secondo seno del Mar Piccolo e nel Mar Grande, anche se a luglio è stato registrato un superamento del livello d'azione nel Mar Grande (località Tarantola), ossia di quella "soglia" a partire dalla quale occorre intraprendere azioni specifiche in applicazione del principio di precauzione.
PeaceLink ringrazia la ASL di Taranto per la collaborazione nel fornire i dati e per il lavoro svolto a tutela della salute.
E' bene ricordare che la diossina è classificata come sicuramente cancerogena e inserita nel gruppo 1 dall'Agenzia Internazionale di Ricerca sul Cancro (IARC). Le diossine, come documentato dalla letteratura scientifica, sono interferenti del sistema endocrino, influendo sulla produzione, il rilascio,il trasporto e la metabolizzazione degli ormoni.
L'APAT (Agenzia per la protezione dell'ambiente e per i servizi tecnici) ha in passato sottolineato che nei feti esposti a valori elevati di diossine "sono stati riscontrati effetti sullo sviluppo del sistema nervoso e sulla neurobiologia del comportamento, oltre che effetti sull'equilibrio ormonale della tiroide". (Fonte: http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_821_allegato.pdf)
L'ISS (Istituto Superiore della Sanità) ha evidenziato su Taranto un eccesso di tumori sia per gli uomini sia per le donne.
L'ISS di recente ha anche registrato, per quanto riguarda i bambini, disturbi clinici e preclinici del neurosviluppo oltre ad un eccesso di tumori infantili del 54% rispetto al dato regionale di riferimento.
Per PeaceLink

Fulvia Gravame
Luciano Manna
Alessandro Marescotti



Quadro riassuntivo dei risultati delle analisi sui mitili a Taranto per il 2017
  • Gennaio: 8 campioni di cui 3 del primo seno, 1 superamento del livello d'azione (primo seno)
  • Febbraio: 8 campioni di cui 3 del primo seno, nessun superamento del livello d'azione
  • Marzo: 10 campioni di cui 4 del primo seno, 1 superamento del livello d'azione (primo seno)
  • Aprile: 9 campioni di cui 3 del primo seno, 2 superamenti del livello d'azione (primo seno)
  • Maggio: 9 campioni di cui 3 del primo seno: 2 superamenti del limite di legge (primo seno)
  • Giugno: 9 campioni di cui 3 del primo seno, 3 superamenti del limite di legge (primo seno)
  • Luglio: 7 campioni di cui 3 del primo seno, 2 superamenti del livello d'azione (1 Mar Grande Tarantola e 1 primo seno) e 1 superamento del limite di legge (primo seno)
Tutti i dati forniti dalla ASL a PeaceLink saranno disponibili su www.peacelink.it
Note: http://www.peacelink.it/ecologia/a/44702.html

Allegati

Articoli correlati

  • Perché le polveri dell'ILVA hanno invaso la città se i parchi minerali sono stati coperti?
    Ecologia
    Cosa è successo a Taranto durante la tromba d'aria

    Perché le polveri dell'ILVA hanno invaso la città se i parchi minerali sono stati coperti?

    Ecco una spiegazione plausibile sulla base della ricognizione delle aree polverulente per le quali da anni non è ancora stata attuata l'AIA (autorizzazione integrata ambientale).
    4 luglio 2020 - Alessandro Marescotti
  • Quando il governo sospese il valore limite del benzo(a)pirene
    Ecologia
    Venne aperta un'inchiesta e PeaceLink fu alla base delle denunce

    Quando il governo sospese il valore limite del benzo(a)pirene

    Era il 13 agosto 2010 e il governo di allora sospese il limite di un potente cancerogeno, il benzo(a)pirene nelle città. Perché? Per via del fatto che a Taranto il limite era stato superato e l'Arpa aveva indicato nelle batterie della cokeria la sorgente preponderante del benzo(a)pirene.
    Redazione PeaceLink
  • Le bonifiche sono la vera grande opera da chiedere tutti insieme
    Ecologia
    Citare Bagnoli a sproposito spegne le speranze dei giovani di Taranto

    Le bonifiche sono la vera grande opera da chiedere tutti insieme

    Gli errori fatti in un altro luogo e in un altro tempo sono diventati l’alibi per non rispettare la legge mentre all’estero e in alcune zone d’Italia come Genova, hanno bonificato. Non sarebbe meglio imparare da chi ci è riuscito?
    13 maggio 2020 - Fulvia Gravame
  • No al salvataggio dell'ILVA con i soldi pubblici
    Ecologia
    PeaceLink aderisce al sit-in

    No al salvataggio dell'ILVA con i soldi pubblici

    Associazioni e cittadini, nel rispetto della normativa anti-Covid, saranno sotto la prefettura di Taranto dalle ore 19 alle 21. Riportiamo l'appello lanciato dalla società civile
    28 giugno 2020 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)