Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

Comunicato stampa in inglese

A Taranto il 14 novembre 2019 sarà proiettato il documentario "Mittal, il volto oscuro dell'impero"

Traduzione in inglese del comunicato stampa per la seconda proiezione del documentario "Mittal, il volto oscuro dell'impero" a Taranto.
13 novembre 2019
Ilaria Lupo

Screening of “Mittal, the hidden face of the Empire”, by Jérôme Fritel (prod. CAPA Press, Arte TV France, RTBF). In the presence of Edouard Martin.
Presented and moderated by Alessio Giannone alias Pinuccio.

Auditorium Tarentum, Via Regina Elena, 122, Taranto.
Thursday, November 14th, 2019, 8.30 pm . Free entrance. Booking link:
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScL6PSk_hIIW_0VSOfW5fTj7uWFy
EtgqJClJGOsVvRkZBiyXg/viewform

By popular demand, following the September screening at the Rione Tamburi, we invite you again to the projection of “Mittal, the hidden face of the Empire”.
Edouard Martin - a central figure of the documentary by Jérôme Fritel – is meeting the public for a debate after the screening, which will be moderated by Alessio Giannone alias Pinuccio. Locandina Mittal, il volto oscuro dell'impero

https://www.peacelink.it/calendario/event.php?id=9751
Former steel worker and syndacalist of CDFT, Martin has been the very icon of the working class struggle on the ArcelorMittal sites in France. Then he’s been MEP in the Commission for the Industry, Energy and Research between 2014 and 2019. Martin is engaged in the fields of work rights and of the research on renewable energies, green hydrogen, decarbonisation. He visited Taranto in 2014 in the frame of an European Report commitment. 
“Mittal, the hidden face of the Empire” explores the behind-the-scenes of the world leading steel producer through the biography of the tycoon Lakshmi Mittal. The film analyzes his economic strategies, giving voice to his close collaborators and CEOs, besides a number of economists, financiers, industrialists, MEPs, union officiers, journalists. It explains the company’s pyramidal structure, which is mantained through the majority share of the Mittal family. It shows the systematic acquisition of old steel plants, which began in the post-communist Eastern Europe, the 2006 hostile OPA against Arcelor, bringing to its current dominant position in Europe. The liason with the world of finance as well as politics. The director Fritel accompanies the spectator through an impressive and dizzying rise, which raises crucial questions on the present as well as on possible future scenarios.

The event is promoted by Associazione PeaceLink, Isde Massafra, Giustizia per Taranto, Associazione Giorgio Forever, FLMUniti-CUB Taranto, Palazzo Ulmo. An idea by Ilaria Lupo.
Screening by courtesy of CAPA Presse. V.o. sub. ita.

Allegati

Articoli correlati

  • Nove dirigenti ILVA indagati per la morte di un bambino di Taranto
    Processo Ilva
    Il padre Mauro Zaratta: "Mio figlio aveva il diritto di nascere sano, di giocare, di crescere"

    Nove dirigenti ILVA indagati per la morte di un bambino di Taranto

    Per la procura di Taranto, sono state le emissioni velenose dell’ex Ilva a causare la morte del piccolo Lorenzo Zaratta avvenuta il 30 luglio 2014 per un tumore al cervello. Per i pm, le emissioni avrebbero causato “una grave malattia durante il periodo in cui era allo stato fetale”.
    15 gennaio 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Frammentazione del DNA dello sperma: un marker precoce e affidabile dell'inquinamento atmosferico
    Ecologia
    Ricerca sui lavoratori ILVA di Taranto e sui cittadini esposti all'inquinamento

    Frammentazione del DNA dello sperma: un marker precoce e affidabile dell'inquinamento atmosferico

    I risultati della ricerca dimostrano che sia i lavoratori dell'acciaieria sia i pazienti che vivono in un'area altamente inquinata mostrano una percentuale media di frammentazione del DNA dello sperma superiore al 30%, evidenziando un evidente danno allo sperma
    5 gennaio 2021
  • Non un solo grammo di diossina verrà bonificato a Taranto
    Editoriale
    La beffa: gli animali si sono contaminati su terreni "a norma" in base all'ultimo decreto

    Non un solo grammo di diossina verrà bonificato a Taranto

    Avrete letto sui giornali che ripartono le bonifiche. E' un trionfalismo fuori luogo perché con un decreto del Ministero dell'ambiente viene fissato il limite della diossina per i terreni di pascolo a 6 ng/kg ma le pecore e le capre si sono contaminate con livelli di contaminazione inferiore.
    9 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Egregio Presidente Giuseppe Conte, adesso dovrebbe bastare, non crede?
    Taranto Sociale
    Appello inviato ogni sabato dall'8 giugno 2020

    Egregio Presidente Giuseppe Conte, adesso dovrebbe bastare, non crede?

    Taranto chiede alle istituzioni soluzioni concrete al problema inquinamento e lo fa con determinazione. Questo appello è stato sottoscritto già da oltre settemila tarantini e non solo e sarà inviato con le nuove sottoscrizioni ogni sabato fino ad ottenere risultati verificabili.
    8 gennaio 2021 - Fulvia Gravame
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)