MediaWatch

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

Premio Ilaria Alpi 2006: I Finalisti

11 maggio 2006

Riccione 11 maggio 2006
Alla stampa
Con richiesta di pubblicazione

COMUNICATO STAMPA
I FINALISTI DEL PREMIO ILARIA ALPI

Il terrorismo, l'immigrazione, le morti per amianto, i fantasmi delle guerre dimenticate, il lavoro precario e la povertà.

Sono questi alcuni dei temi trattati nei servizi scelti come finalisti (sezioni A-B-C-D e Scuole di Giornalismo) della XII edizione del Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi.

I nomi e le sinossi dei servizi:

Sezione A riservata a servizi brevi, durata massima 4' minuti, da TG e Rubriche.

Fabrizio Feo - TG3, Rai Tre - "Ancora morti per l'amianto della Sacelit”. Un servizio sui rischi dell'amianto attraverso il racconto della vicenda di Sacelit, società che produceva materiali edili a base d'amianto chiusa nel '93. Dei 219 dipendenti, oggi 77 sono morti e oltre 100 sono ammalati gravemente

Maria Grazia Fiorani – GT Ragazzi, Rai Tre -“Amrit” La giornalista del telegiornale under 18 della terza rete parla di integrazione raccontando la storia di un bambino indiano della comunità sikh di Novellara, in provincia di Reggio Emilia.

Vincenzo Grienti - A sua immagine, Rai Uno - “Una notte a salvare i clandestini”. Le vicende degli immigrati vissute in prima persona in una notte trascorsa a bordo di una motovedetta della Gdf, impegnata nel recupero di un barcone carico di clandestini

Gabriele Lo Bello - Tg2 Costume e Società, Rai Due “Diversi da chi”. Un servizio su come artisti speciali sfidino i loro handicap con la forza della musica, della danza, della recitazione.

Pietro Valicenti – Matrix, Canale 5 “Zainetto Bomba”. Gli ultimi grandi attentati in Europa, sono stati compiuti mediante zainetti imbottiti di esplosivo. L'inviato di Matrix ha verificato con una telecamera nascosta il livello dei controlli alla stazione termini di Roma.

Sez. B Servizi giornalistici in onda su trasmissioni diverse da Tg (fra i 4' e i 15' )

Paola Baruffi - Sky Tg 24, Sky “I fantasmi di Srebrenica”. Dieci anni dopo la strage di Srebrenica, che costò la vita a più di 8 mila uomini bosniaci, non si sa ancora quante siano le vittime di quel genocidio. Paola Baruffi ripercorre i giorni della strage con alcune vittime, mamme e mogli dei dispersi.

Roberta Fiorentini – Live, Italia Uno “Una notte a Milano”. Il racconto in prima persona della violenza sessuale subita dalla stessa giornalista.

Giulio Golia e Nicola Remisceg - Le Iene, Italia Uno “Obiettori-Abortisti ad Ischia” I due inviati de Le Iene partecipano con un'inchiesta su un fenomeno per niente circoscritto: gli aborti clandestini.

Enrico Lucci –Le Iene, Italia Uno “La soglia della speranza ”. Già vincitore del Premio Ilaria Alpi ‘96, Lucci quest'anno si presenta con un servizio sull'immigrazione: dalle file alle poste al mercato “illecito” di moduli per regolarizzare la loro posizione.

Alessandro Poggi - Ballarò – Rai Tre “Quattro Amici ”. Vincitore del Premio Ilaria Alpi nel 2003, Poggi in questa edizione disegna uno spaccato del precariato italiano con la storia di 4 amici.

Gabriella Simoni – Live, Italia Uno “Trebisonda. L'uccisione di un prete”. Lo scontro di civiltà, occidente e oriente, cattolicità e islamismo dietro l'uccisione di un prete in Turchia. E' il tema scelto da un'altra ex vincitrice del Premio Ilaria Alpi 2003.

Sez. C servizi giornalistici ed inchieste in onda su trasmissioni diverse da tg (oltre i 15').

Loredana Dordi – Rai Tre “Lavorare Stanca” . Inchiesta sulle fatiche dei pendolari. Il Racconto della vita di chi ancora oggi per poter lavorare e sopravvivere è costretto a lasciare casa e famiglia al sud Italia per un posto più sicuro al nord.

Sabrina Giannini – Report, Rai Tre “Il re della bistecca”. Qual è l'alimento considerato sinonimo di ricchezza e benessere? La carne. Sabrina Giannini analizza il tema con un'inchiesta su espansioni e fallimenti delle aziende di settore.

Marc Innaro - TG2 Dossier, Rai Due “Ricco Da Morire”. Inchiesta sul Congo, paese grande come l'Europa e teatro, negli ultimi otto anni, del più sanguinoso conflitto dalla fine della seconda guerra mondiale. Oltre tre milioni di morti in una lunga guerra troppo spesso dimenticata.

Sigfrido Ranucci – L'Inchiesta, Rai News 24 “Falluja la strage nascosta”. L'utilizzo del fosforo in Iraq è il tema scelto da Ranucci che in questa inchiesta, con interviste a veterani ed esperti, racconta i terribili retroscena della guerra.

Silvia Resta e Armando Sommajuolo – Effetto Reale, LA7 “Assalto alla rete”- Le storie dei dannati di confine tra Marocco e Europa: i disperati in arrivo dai territori sub-sahariani che ogni notte assaltano la frontiera per entrare nei centri spagnoli di Ceuta e Melilla.

Luca Rosini – Agenda del Mondo, Rai Tre “Srebrenica, voci dall'oblio” E' dedicato al genocidio di Srebrenica il servizio di Rosini che utilizza la storia di tre donne come testimonianza di chi, dopo 10 anni, aspetta ancora verità e giustizia.

Sez. D Servizi Giornalistici andati in onda su Tv locali e Regionali.

Luca Rosini, Giulia Bondi, Massimo Gnone e Claudia Ribet – Orfeo Tv Bologna “Diversi Sguardi Olimpici” . Realizzato durante i giochi paralimpici invernali di Torino, il servizio raccoglie diversi sguardi sull'evento, sull'handicap e sul valore dello sport.

Salvatore Falco - Canale 9 Napoli “Capolarato: i nuovi schiavi”. Un'analisi del fenomeno del Capolarato a Pianura, quartiere alla periferia di Napoli, dove ogni mattina giovani immigrati clandestini attendono il padroncino di turno per riuscire a guadagnare pochi euro.

Michaela Barilari - Canale 10 Firenze “Storia di Elisa ”. L'emergenza abitativa nella storia di una famiglia non abbastanza povera da entrare nelle graduatorie del comune, ma lontana dal mercato immobiliare.

Sez. Scuole Superiori di Giornalismo.

Giovanni Faveri, Federico De WolanSki, Matteo Mohorovicich, Eleonora Vallin - Università di Padova. Master di Giornalismo – “Breaking all Limits”.

Inchiesta sull'accessibilità per disabili nella città di Torino durante le Paralimpiadi.

Beatrice Tedeschi, Fabio Abati, Alessandro Giberti, Franco Vanni, Igor Greganti, Eugenio Bozzetti, Matteo Scanni Università Cattolica di Milano, Master in Giornalismo “Skinhead. Una guerra di strada”. Il documentario analizza la contrapposizione degli Skinhead di “destra e sinistra” nello scenario milanese. Un viaggio tra politica, musica e militanza.

Valentina Protasoni - Università Cattolica di Milano, Master in giornalismo -“Un popolo senza terra”. Viaggio tra le comunità Rom e Sinti nel nord d'Italia. Nel reportage le testimonianze dei protagonisti e di chi si occupa della loro integrazione.

Chiara Brusa Gallina, Mariangela Di Stefano – Corep, Torino, Master in Giornalismo “Giornalisti alla Felicina”. Nella casa di reclusione di Saluzzo i carcerati costruiscono e mandano in onda quotidianamente una rassegna stampa televisiva. Il loro progetto rischia di non poter andare avanti per mancanza di soldi.

A valutare i servizi è una giuria composta dal Presidente Italo Moretti, da Ettore Mo (inviato speciale del Corriere Della Sera), Clemente Mimun (direttore Tg1), Mauro Mazza (direttore Tg2), Alessandro Banfi (vicedirettore Tg5), Claudio Brachino (vicedirettore Studio aperto), Luca Ajroldi (già direttore TmcNews), Angela Buttiglione (direttore Tgr Rai), Roberto Scardova (giornalista Tg3), Emilio Fede (direttore Tg4), Emilio Carelli (direttore Sky Tg24), Paolo Meucci (Consulente Tg2 Dossier), Roberto Morrione (Direttore Rai News24) Maurizio Torrealta (Caporedattore Rai News24), Giovanna Lio (Sky -Tg24), Paola Palombaro (Effetto Reale - La7), Romano Tamberlich (Sky). Andrea Vianello (Rai Tre).

Nei prossimi giorni saranno resi noti finalisti delle altre sezioni (Premio Produzione, Premio Europa, Premio Giovani, Premio Hrovatin e “Il lavoro che non si vede”).

I vincitori saranno premiati il 3 giugno al Palazzo del Turismo di Riccione dove si svolgerà la fase finale del Premio. L'inaugurazione, il 28 maggio con la rassegna video “I.A Doc”.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)