MediaWatch

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • La battaglia di Aleppo
    Chi sono i guerriglieri che combattono contro Assad?

    La battaglia di Aleppo

    Molti guerriglieri antigovernativi derivano dall'esperienza di Al Queda. Ai qaedisti di Jabhat Fatah a-Sham, ai salafiti di Ahrar a-Sham e agli altri gruppi islamisti radicali protagonisti nella guerra civile siriana non interessa portare «la democrazia a Damasco». E neppure il rispetto dei diritti umani e della libertà politica. Il loro obiettivo finale è instaurare in Siria un regime basato sulla sharia, la legge islamica.
    Michele Giorgio
  • L’oscena ipocrisia di fronte al Sultano

    L’oscena ipocrisia di fronte al Sultano

    I grandi sponsor e finanziatori di Daesh sono da cercarsi anche tra le petromonarchie alle quali Stati Uniti e stati europei (Italia compresa) vendono armi a tutto spiano.
    1 agosto 2016 - Alessio Di Florio
  • Questo terrorismo che ritorna e ci investe

    Dopo la strage di Nizza

    Pochi giorni fa i mass-media davano notizia dell'uccisione di uno dei principali capi dell'Isis, detto "il ceceno", ed aggiungevano con noncuranza che era stato addestrato dagli americani. La carriera di terrorista di Bin Laden inizio' in Afghanistan finanziata dagli Usa
    16 luglio 2016 - Peppe Sini
  • Dopo l'attentato a Dacca in Bangladesh

    In ricordo delle vittime

    Nessuna causa, nessuna ragione, nessun sistema di valori, nessuna visione del mondo puo' giustificare l'uccisione di un essere umano
    3 luglio 2016 - Peppe Sini

Premio Ilaria Alpi 2006: Il programma della XII Edizione

22 maggio 2006

Riccione 22 maggio 2006

COMUNICATO STAMPA

XII EDIZIONE PREMIO GIORNALISTICO TELEVISIVO ILARIA ALPI

L'immigrazione e le periferie dell'informazione, la riforma della televisione e gli effetti collaterali del giornalismo televisivo, la libertà di stampa, la Somalia e l'India: a Riccione la XII edizione del Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi.

Dall'1 al 3 giugno il Premio Ilaria Alpi proporrà al Palazzo del Turismo di Riccione mostre, incontri, dibattiti e proiezioni alla presenza di giornalisti ed esperti della comunicazione che si confronteranno su temi di attualità e faranno il punto sullo stato del giornalismo italiano ed europeo.

Il Premio, ideato dall'Associazione Ilaria Alpi-Comunità Aperta di Riccione ha l'intento di valorizzare l'inchiesta televisiva e le produzioni indipendenti con lo scopo di promuovere un giornalismo fatto con coraggio, scrupolo investigativo, onestà intellettuale e dignità.

E' promosso dalla Regione Emilia-Romagna, dal Comune di Riccione e dalla Provincia di Rimini, ha ricevuto l´Alto patronato del Presidente della Repubblica e i patrocini della Presidenza della Camera dei Deputati, della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dell´Ordine dei Giornalisti Nazionale e della Commissione Nazionale Italiana per l´UNESCO.

Questo il Programma:

Giovedì 1 giugno

ore 18,00
inaugurazione mostra fotografica “In Somalia”

Ore 21, 00

SERATA ILARIA ALPI
“In Somalia. Sulle tracce di Ilaria e Miran”.

Nell'estate 2005, l'Associazione Ilaria Alpi – Comunità Aperta, insieme a Famiglia Cristiana e all'onorevole Mauro Bulgarelli, si è recata in Somalia sulle piste dei traffici di rifiuti già percorse da Ilaria Alpi e Miran Hrovatin nel marzo 1994. A febbraio 2006 si sono conclusi i lavori della commissione parlamentare d'inchiesta sul duplice omicidio.

Interverranno alla serata i partecipanti al viaggio in Somalia: Francesco Cavalli, Associazione Ilaria Alpi-Comunità Aperta, Luciano Scalettari, Famiglia Cristiana, Alessandro Rocca, telecineoperatore. Inoltre: onorevole Paolo Russo, Presidente della Commissione Parlamentare d'Inchiesta sul ciclo dei rifiuti tossici, onorevole Raffaello De Brasi, Vicepresidente della Commissione Parlamentare d'Inchiesta Alpi-Hrovatin, Mariangela Gritta Grainer Consulente della Commissione Parlamentare d'Inchiesta Alpi-Hrovatin. Sarà inoltre presentato il reportage Somalia-Italia.

Modera l'incontro Andrea Purgatori.

Venerdì 2 giugno

ore 18,00

Incontro dedicato al CESVI , organizzazione umanitaria indipendente che opera per la solidarietà e lo sviluppo in tutto il mondo. Proiezione del filmato La Barca della Libertà , documentario composto da quattro video distinti che raccontano la realtà del Tamil Nadu-India ad alcuni mesi dallo tsunami e l'impegno del Cesvi sul territorio. Il video è co – prodotto da CESVI e Associazione Ilaria Alpi – Comunità Aperta.

ore 21,00

La Periferia dell'informazione. Quando l'immigrazione non ha voce” talk show con Rula Jebreal, giornalista La 7, Enrico Lucci, giornalista Le Iene, Marcello Veneziani, scrittore e giornalista, Amira Hass, corrispondente da Ramallah per il quotidiano israeliano Ha'aretz e collaboratrice di Internazionale , Gianluigi Paragone, direttore “La Padania”, Khaled Fouad Allam, scrittore e giornalista per Repubblica, Don Vittorio Nozza, direttore Caritas italiana.

Conduce Andrea Pezzi.

Sabato 3 Giugno

ore 11,00

Dibattito sulla Riforma della televisione . Intervengono i responsabili della comunicazione dei partiti italiani.

Modera: Andrea Vianello

ore 17,00

“Giornalismo televisivo: effetti collaterali” dibattito a cura di Stefano Paolillo sugli effetti collaterali del giornalismo televisivo sulla società. Intervengono Enrico Cheli, Università di Siena, Anna Oliverio Ferraris, Università La Sapienza di Roma.

Ore 21,00

Premiazione vincitori del Premio Ilaria Alpi 2006.

La serata è da tradizione dedicata alla libertà di stampa. Porterà la propria testimonianza Amira Hass, unica giornalista israeliana ad aver vissuto nei Territori palestinesi occupati.

Conduce Franco Di Mare

Fra le novità della XII edizione IA DOC , rassegna di documentari su temi sociali e di impegno civile, in programma, sempre al Palazzo del Turismo, dal 28 al 31 maggio 2006.

IA Doc aprirà il Premio Ilaria Alpi 2006 con 10 documentari e reportage scelti da Associazione Ilaria Alpi- Comunità Aperta, Cinecircolo Fuori Quadro di Cesena e con la collaborazione di Documè – Circuito indipendente del Documentario Etico e Sociale.

L'inaugurazione si terrà domenica 28 maggio alle 21 con la seconda parte de “IL MIO VIAGGIO IN ITALIA” di Martin Scorsese. Fra gli altri video in programma: lunedì 29 maggio dalle 17: “TRAVERSEE CLANDESTINE” di Gregoire Deniau - France 2, “ANOTHER AFRICAN STORY” di Emanuele Piano , “SERVITU' MILITARI” di Sigfrido Ranucci Rai. Alle ore 21,00 “FALLUJA 2004” di Toshikuni Doi – Giappone.

martedì 30 maggio: dalle ore 18,30 “ARCHIVIAZIONE PROVVISORIA - LA STORIA DI UNA VERGOGNA” di Alberto Nerazzini e Davide Savelli - Passato Prossimo La7, “APPRODO ITALIA” di Christian Bonatesta Doc 3 - Rai Tre. Reportage sugli sbarchi e i rimpatri dei clandestini nell'isola di Lampedusa. ore 21: “KOSOVO, NASCITA E MORTE DI UNA NAZIONE” di Giancarlo Bocchi IMP FILM.

mercoledì 31 maggio ore 16,00 “W l'inchiesta, la strana fabbrica della tv, tra artigianato e industria”. Riccardo Iacona apre agli studenti la sua “bottega dell'inchiesta”: come si fa? Che spazio ha nella programmazione televisiva delle tv generaliste? ore 21,00 “IN UN ALTRO PAESE” di Marco Turco Serata dedicata alla Locride e alla mafia nel sud Italia.

La rassegna IA Doc e il Premio Ilaria Alpi si svolgeranno al Palazzo del Turismo di Riccione.

Tutti gli appuntamenti, ad eccezione del seminario di Riccardo Iacona, sono ad ingresso libero.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)