Comunicato stampa

Solidarietà con la redazione de "Il Mucchio Selvaggio"

PeaceLink, la rivista antimafia Casablanca e il portale Censurati.it esprimono la loro solidarietà alla rivista "Il Mucchio Selvaggio" per la censura subita
23 ottobre 2007
Associazione PeaceLink, Redazione Casablanca, Censurati.it

L'Associazione PeaceLink, la rivista Casablanca e il portale Censurati.it esprimono la loro solidarietà alla rivista "Il Mucchio Selvaggio", storica rivista musicale e di cronaca sociale italiana che poche settimane fa ha raggiunto i 30 anni di pubblicazione, al centro in questi giorni dell'ennesimo atto di censura. Il pm di Trani ha infatti deciso di far ritirare dal commercio tutte le copie della rivista per "offesa alla religione" in quanto ritrae in copertina Ratzinger e Veltroni. La redazione del "Mucchio" ritiene invece l'atto un vero e proprio attacco alla propria libertà di espressione, sancita dall'articolo 21 della Costituzione Italiana e spesso disatteso. Il messaggio che voleva trasmettere era la denuncia della forte ipoteca vaticana e clericale sulla nascita del Partito Democratico, idea sulla quale si può essere in disaccordo ma che comunque non può essere, in alcun modo, un reato penale. Non è la prima volta che "Il Mucchio Selvaggio" subisce una censura. L'anno scorso il distributore nazionale si è rifiutato di spedire un numero della rivista per la satira politica presente, anche quella volta, in copertina. "Il Mucchio Selvaggio" è una rivista importante nel panorama musicale indipendente italiano, che in questi anni si è ampliata al cinema, a Internet e alla cronaca. La sua satira e preparazione culturale sono importante punto di riferimento e di informazione nel panorama editoriale italiano. Sulle sue pagine vengono spesso ospitati anche articoli di Riccardo Orioles, primo presidente di PeaceLink e direttore della rivista Casablanca. Riteniamo l'atto del pm di Trani un attacco gravissimo contro la libertà di stampa. Auspichiamo quindi il ritiro del provvedimento e che il futuro non riservi nuovi atti del genere, oltre alla solidarietà di tutti coloro che hanno a cuore nel nostro Paese la libertà dell'editoria(già soffocata da monopoli e lobbies vari) alla redazione de "Il Mucchio Selvaggio"

Note: Associazione PeaceLink
Antonella Serafini, http://www.censurati.it
Casablanca, http://www.lesiciliane.org/casablanca

Articoli correlati

  • Francesca Borri fermata all'areoporto del Cairo
    MediaWatch
    Ha collaborato con PeaceLink, seguendo le vicende di Taranto e dell'ILVA

    Francesca Borri fermata all'areoporto del Cairo

    Il fermo non ha alcuna motivazione. Le è stato tolto il cellulare rendendo impossibile contattarla. PeaceLink ritiene quest'azione un evidente abuso di potere e auspica che al più presto la situazione venga risolta consentendole di svolgere liberamente la sua attività di giornalista.
    11 ottobre 2019 - Redazione PeaceLink
  • Attivare la legge Bacchelli per Riccardo Orioles
    Sociale
    Riccardo Orioles e' da decenni un maestro di giornalismo

    Attivare la legge Bacchelli per Riccardo Orioles

    Ci associamo alla petizione ed invitiamo chi ci legge a fare altrettanto. La legge Bacchelli garantisce una pensione decente a chi con la sua attivita' culturale e civile si e' reso illustre
    2 gennaio 2017
  • Imponente manifestazione a Taranto contro il decreto Salva-Ilva
    Ecologia
    Decreto-legge Salva-Ilva o Ammazza-Taranto?

    Imponente manifestazione a Taranto contro il decreto Salva-Ilva

    I media nazionali non parlano della manifestazione del 15 dicembre e l'opinione pubblica è in parte convinta che la popolazione di Taranto gradisca il provvedimento del Governo che interferisce pesantemente con l'attività dei magistrati. Per sgombrare il campo da equivoci, basta sapere che molti nella città lo hanno battezzato decreto "Ammazza-Taranto"; pensano sia possibile puntare invece su salute, ambiente, cultura e reddito.
    18 dicembre 2012 - Lidia Giannotti
  • "Accade in Sicilia" è nuovamente libero
    CyberCultura
    La Corte di Cassazione ribalta le precedenti sentenze

    "Accade in Sicilia" è nuovamente libero

    E' un blog: non può essere equiparato ad un giornale
    11 maggio 2012 - Giacomo Alessandroni
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)