Licenziato Luigi Abbate

Il giornalista a cui ILVA tolse il microfono

PeaceLink lancia una raccolta di firme perché venga riassunto. Hanno già aderito Paolo Flores D'Arcais e Marco Travaglio. L'Ordine dei Giornalisti di Puglia e Assostampa sono intervenuti in difesa del coraggioso giornalista. Martedì 29 luglio alle ore 19 sit-in davanti a Blustar TV in via Di Palma a Taranto
28 luglio 2014 - Alessandro Marescotti

Luigi Abbate a tu per tu con Girolamo Archinà (ILVA)

Luigi Abbate era una spina nel fianco per l'Ilva e per il potere politico che non gradiva la sua informazione scevra di condizionamenti e tesa al rispetto del principio primo per un giornalista vero: la ricerca della verità. Luigi Abbate era apprezzato per il suo giornalismo graffiante che non risparmiava critiche ai potenti. Vendola rise di lui e lo definì "faccia da provocatore".

 

Firma anche tu

 

Prime adesioni dal mondo politico

Angelo Bonelli, co-portavoce nazionale dei Verdi e consigliere comunale di Taranto

Circolo Peppino Impastato, PRC Taranto

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.21 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)