Sociale

RSS logo

Mailing-list Volontariato

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Volontariato

...

Articoli correlati

  • Referendum costituzionale del 4 dicembre

    Voto no per tutelare l'ambiente per le future generazioni

    Con la modifica dell’art.117 si arriva ad una concentrazione nelle esclusive “mani“ del governo le autorizzazioni su porti, infrastrutture, energia, inceneritori eliminando qualsiasi possibilità di partecipazione delle comunità e dei governi locali nelle decisioni. Non è un caso che le lobby del petrolio e Confindustria si siano schierate per il Sì. Proprio il presidente di Confindustria Boccia al convegno di Comunione e Liberazione dell’estate scorsa motivava il Sì al referendum non per ragioni politiche ma economiche. E’ qui la sostanza, per nulla segreta, della riforma: far ripartire l’Italia piegando l’ambiente e la sua tutela a quelle logiche che vorrebbero il nostro paese essere terra di conquista per cementificatori, asfaltatori e petrolieri.
    2 dicembre 2016 - Angelo Bonelli
  • Le ragioni del NO alla riforma costituzionale - con Vittorio Agnoletto, Lucrezia Ricchiuti, Loris Maconi, Alessandro Braga
    REFERENDUM

    Le ragioni del NO alla riforma costituzionale - con Vittorio Agnoletto, Lucrezia Ricchiuti, Loris Maconi, Alessandro Braga

    Organizza Il Comitato ANPI e aderenti del NO alle Modifiche Costituzionali di Nova Milanese
    21 ottobre 2016 - Laura Tussi
  • In attesa del referendum costituzionale

    C'è chi dice NO

    Dieci ragioni per bocciare la riforma della Costituzione, scritta sotto dettatura del governo. Renzi dice che "riduce i costi della politica", ma questo obiettivo si poteva raggiungere in altri modi.
    29 agosto 2016 - Giacomo Alessandroni
  • Occorre un pronunciamento popolare che difenda la Costituzione repubblicana

    Perché votare NO al referendum sulla modifica della Costituzione?

    Perché asservisce il parlamento alle sue voglie, di fatto si appropria abusivamente del potere legislativo e rompe la separazione e l'equilibrio dei poteri; con la qual cosa uccide nei suoi medesimi fondamenti la democrazia rappresentativa e lo stato di diritto.
    18 agosto 2016 - Peppe Sini

Referendum: libertà o libertinaggio?

Piccola analisi sulle ragioni dell'astensione
8 giugno 2005 - Roberto Marino

Stupisce tanto scalpore verso le parole del Card. Ruini riguardo l'astensione dal voto referendario. E stupisce ancor di più l'inaccettabile presa di posizione contro la "libera scelta" dell'astensione. La Chiesa Cattolica ha consigliato i fedeli sul voto per ragioni ben più profonde di quanto i media in questi giorni abbiano riportato.
L'attenzione si è infatti concentrata sul risvolto, puramente strumentale, del mancato raggiungimento del quorum, mentre non si sono analizzate a dovere le ragioni morali di una tale posizione.
La Chiesa non ritiene "legittimo" un passaggio referendario su una materia di tale sostanza, individuando in esso la confusione tra "libertà" e "libertinaggio" e contestualmente una distorsione del significato di democrazia. Su questa traccia vanno visti tutti gli altri interventi in materia di bioetica e per queste ragioni viene proposta l'astensione.
La democrazia può esistere soltanto se al servizio di un insieme di valori e diritti/doveri naturali. Altrimenti si scade in un relativismo etico che, portato al limite, permetterebbe la liceità dei più efferati crimini. Il pensiero del mondo cattolico riguardo al referendum prende quindi le mosse dal riconoscimento di questi principi naturali, cioè scritti nella natura umana, e non da ragionamenti dottrinali. Non vi è dunque una interpretazione "religiosa" della vita e del suo concepimento contrapposta ad una visione "laica". "La Chiesa è garante degli autentici valori umani [...] e non si meraviglia di essere fatta, a somiglianza del suo divin Fondatore "segno di contraddizione", ma non lascia per questo di proclamare con umile fermezza tutta la legge morale, sia naturale, che evangelica" (Enciclica "Humanae Vitae"). E, sinceramente, inorridisce che ci si domandi se l'embrione sia "qualcuno", "qualcosa" o "qualcosa d'importante".

Roberto Marino

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)