Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Una grande opportunità per riaprire la questione ambientale a Taranto

8 luglio il Presidente della Regione Nichi Vendola incontra l'Ing. Emilio Riva

30 giugno 2005
Gianluca Scafa

Il Presidente Nichi Vendola ha la possibilità di riaprire la questione ambientale a Taranto prendendo una posizione critica rispetto al Patto d’intesa; diversamente, sottoscriverà le scelte ormai delineate che, temiamo, avranno come effetto di abbandonare Taranto alla sua sorte fatta di inquinamento, malattia ed illusorio sviluppo.
Una cosa è certa, non sarà l’8 Luglio la data delle decisioni anche perché la presenza di Riva non ha titolo per determinare ciò, ma si avrà un segnale chiaro di come andranno le cose.

Gli utili realizzati da questa azienda sono solo di Riva ed ottenuti a costi sociali altissimi, ingiustificati ed inaccettabili.
L’invito da rivolgere al Presidente della Regione, un pensiero condiviso da buona parte della città di Taranto, è di darci ancora una speranza, speranza di poterci riappropriare di nostri diritti naturali e costituzionalmente garantiti; nonché, di un progetto di recupero del territorio e di prospettive di sviluppo, alternative alla grande industria e tali da valorizzare le intrinseche potenzialità del nostro territorio.

Presidente Vendola, lei ha detto che sarebbe stato dalla parte dei lavoratori dell’ilva… molto di più Presidente, deve riuscire a mettersi dalla parte dei cittadini di Taranto, la posta in gioco riguarda l’intera comunità.

Qualora vollesse distinguersi dagli altri interlocutori istituzionali e portare a compimento il presupposto della sua campagna elettorale:
“Per la gente.. tra la gente”,
auspichiamo un confronto con i rappresentanti delle principali Associazioni ambientaliste e dei Comitati per sentire la voce della città e magari prima dell’incontro.

La prego di studiare con attenzione la questione “Taranto” ammesso che non abbia già una visione completa ed esaustiva del problema; soprattutto legga i dati epidemiologici su base locale ed aggregati a livello europeo, valuti il territorio, la sua storia, la sua collocazione geografica, valuti nel merito le prospettive di sviluppo e le opportunità di questa città.

Buon lavoro Presidente

Gianluca Scafa

Articoli correlati

  • Normativa sicurezza e infortuni sul Lavoro: Taranto Capitale per un giorno
    Taranto Sociale
    Venerdì 26 novembre ci sarà un convegno nazionale a Taranto

    Normativa sicurezza e infortuni sul Lavoro: Taranto Capitale per un giorno

    Per la prima volta, Bruno Giordano, Direttore Ispettorato Nazionale del Lavoro, sarà a Taranto per partecipare a un importante convegno nazionale e, inoltre, per portare solidarietà ai due Ispettori del Lavoro che, nei giorni scorsi, sono stati aggrediti da un imprenditore del tarantino.
    24 novembre 2021 - Fulvia Gravame
  • "Piantare alberi per compensare la CO2 dello stabilimento ILVA"
    Taranto Sociale
    Dopo il rapporto ONU sui cambiamenti climatici per PeaceLink occorre porre fine al carbone

    "Piantare alberi per compensare la CO2 dello stabilimento ILVA"

    Partendo dal fatto che “Taranto è maglia nera delle città italiane con solo 9 metri quadri di verde urbano per abitante”, Peacelink propone: “Sarebbe straordinario vedere i lavoratori dell'Ilva in esubero ripagare la città dei danni inferti con un programma di riassorbimento della CO2”.
    9 agosto 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Giovedì 14 ottobre 2021 ci sarà un presidio davanti al Tribunale di Taranto alle ore 11
    Ecologia
    Nuovo invito a scendere in piazza

    Giovedì 14 ottobre 2021 ci sarà un presidio davanti al Tribunale di Taranto alle ore 11

    Processo per la morte del piccolo Lorenzo Zaratta, deceduto con un tumore al cervello. Chiediamo giustizia per i cittadini di Taranto e del mondo! Udienza preliminare e costituzione delle parti civili: chiesto il processo per omicidio colposo per nove dirigenti dell'ex Ilva.
    9 ottobre 2021 - Fulvia Gravame
  • Aiuti di Stato, Alitalia e ILVA
    Economia
    Il Trattato di funzionamento dell'UE vieta gli aiuti di Stato

    Aiuti di Stato, Alitalia e ILVA

    Per il Financial Times l'Antitrust Ue avrebbe deciso di ritenere aiuti illegali i 900 milioni incassati nel 2017 da Alitalia. Per i restanti 400 del 2019 bisognerà attendere. La questione riguarda anche la più grande acciaieria italiana e il M5S per il finanziamento da 705 milioni di euro all'ILVA.
    10 settembre 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)