Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Taranto un problema della nazione

Vendola: inquinamento di Stato

C'è un principio in Europa e che dice "chi inquina paga"
20 luglio 2012
Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno - 19 luglio 2012

A Taranto “in oltre un secolo”, tra Marina Militare, siderurgia, polo della chimica e le cementerie “c'è stato inquinamento di stato per decenni e decenni, e c'è un principio in Europa e che dice 'chi inquina pagà”. Così il governatore della Regione Puglia, che domani parteciperà all’incontro a Palazzo Chigi sul caso Ilva, ribadisce che la Regione metterà 100 milioni di euro “ma mi che al tavolo con Monti mi aspetto che il governo ne metta per lo meno altri duecento” per “almeno credibilmente cominciare” le bonifiche “in mare e in 150-160 chilometri quadrati di area industriale”. Bonifiche che per Vendola “non sono una toppa sul buco, ma sono un ciclo economico rilevante”. Nichi Vendola


VENDOLA: TARANTO E' UN PROBLEMA DELLA NAZIONE
“Tutti gli attori riconoscono in Taranto un problema della nazione”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, parlando di “un dato politico di particolare rilievo”. Vendola ha ricordato che “l'inquinamento nella città di Taranto è una storia lunga 120 anni e una storia fatta in gran parte di inquinamento di Stato” e che “l'Italia ha potuto fruire dei sacrifici di Taranto”. 

“Oggi l’Italia deve dare un segnale di speranza a quella città nel segno della conciliazione tra le ragioni del lavoro e le ragioni della salute, tra le ragioni dell’industria e dell’ambiente – ha aggiunto il governatore – Immaginare che una delle due ragioni debba soccombere per fare prevalere l’altra ragione significa immaginare uno scenario di tragedia sociale senza precedenti

Articoli correlati

  • La diossina nel pecorino
    Processo Ilva
    Tutto comincia il 27 febbraio 2008 e così prendono avvio le indagini di "Ambiente Svenduto"

    La diossina nel pecorino

    Il formaggio era prodotto da un pastore che pascolava vicino all'ILVA. Viene consegnato, a spese di PeaceLink, in un laboratorio di analisi di Lecce. "Diteci quello che c'è dentro". Qualche giorno dopo arriva una telefonata allarmata dal laboratorio: "C'è la diossina".
    Repubblica
  • Condannato a 17 anni in primo grado è candidato alle elezioni comunali come capolista del PD
    Ecologia
    Nel processo "Ambiente Svenduto" sull'inquinamento ILVA

    Condannato a 17 anni in primo grado è candidato alle elezioni comunali come capolista del PD

    Trecento cittadine e cittadini scrivono a Enrico Letta perché prenda una posizione: "Abbiamo appreso dalla stampa che una delle persone condannata in primo grado a 17 anni viene adesso candidata per il PD in elezioni comunali che si svolgeranno in provincia di Taranto".
    12 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Diffida sul campionamento continuo della diossina ILVA
    Ecologia
    Inviata dal Ministero della Transizione Ecologica al gestore dello stabilimento ILVA di Taranto

    Diffida sul campionamento continuo della diossina ILVA

    Il Gestore dell'ILVA non ha eseguito il controllo mensile del camino E-312. La legge prevede il fermo dell'impianto se accadesse una seconda volta in 12 mesi. PeaceLink evidenzia che dai controlli emerge una concentrazione di diossina superiore al limite prescritto per gli inceneritori.
    9 luglio 2021 - Associazione PeaceLink
  • Ilva, Taranto vuole liberarsi dalla madre velenosa
    Ecologia
    Reportage

    Ilva, Taranto vuole liberarsi dalla madre velenosa

    Si è appena concluso il maxi-processo Ambiente Svenduto, di tale rilevanza storica che prima o poi verrà riconosciuta al pari dei maxi-processi palermitani contro la mafia. Incontro così una Taranto ferita, aqquartierata tra i suoi due mari, fra la polvere color ruggine del rione Tamburi.
    Gad Lerner
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)