Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Mortalità a Taranto e Statte

Sentieri, ecco i dati che il ministro della Salute non rende noti

Probabilmente era un problema diffonderli e commentarli in un momento così delicato per Taranto, mentre i costodi giudiziari stanno cominciando a spegnere gli impianti inquinanti dell'Ilva.
19 settembre 2012

Dati studio SENTIERI aggiornato al 2008

Eccessi statisticamente significativi per popolazione Taranto e Statte

Oggi con Angelo Bonelli, presidente nazionale dei Verdi, ho presentato i dati che il ministro della Salute Balduzzi non rende noti e che definisce "provvisori": eppure sono stati consegnati alla Procura della Repubblica di Taranto il 30 marzo 2012 nell'ambito dell'incidente probatorio.

Rispetto ai dati del precedente studio Sentieri, si registra un aggravamento della situazione.

Infatti l'eccesso di mortalità per tutte le cause passa da +9% a +13% negli uomini.

Per le donne si passa da +7% a +8% (mortalità per tutte le cause).

I dati già gravi del precedente studio Sentieri (dati 1995-2002) risultano quindi ancora più gravi nell'aggiornameno (al 2008) dello studio in quanto gli eccessi di mortalità divengono ancora più sostenuti nell'aggiornamento, a dimostrazione che la situazione non sta migliorando a Taranto.

 Abbiamo i seguenti eccessi di mortalità statisticamente significativi:

+24% tumori trachea, bronchi, polmoni
+24% tumori al fegato
+38% linfomi

+306% per mesotelisioma

+17% per i tumori del sistema linfo-emopoietico

+ 25% decessi per demenze

+ 5% malattie el sistema circolatorio (di cui +27% per ipertensione e +18% per ischemie).

Particolarmente preoccupanti i dati relativi ai bambini: +35% i decessi per tutte le cause di morte per i bambini sotto un anno di età; +71% i decessi per alcune condizioni morbose di origine perinatale.

I decessi per malattie all'apparato respiratorio negli uomini passano da un eccesso di +7% (precedente studio) a un eccesso di mortalità del 16% nell'ttuale studio (mentre per le donne passano da +13 a + 6%).

I tumori ai polmoni registrano un eccesso di mortalità di +29% (uomini) e +21% (donne).

Complessivamente - in dati assoluti - si registra un eccesso di mortalità per tutte le cause di 194 decessi per anno a Taranto e Statte. E' un dato annuo superiore rispetto a quello registrato dai periti della Procura (i periti hanno scoperto un eccesso di mortalità di 91 decessi/anno di cui 30 attribuibili ll'inquinamento industriale).

La situazione è abbastanza grave per indurre a discutere e a riflettere su quei dati pronti per lo meno dal 30 marzo scorso. E invece ieri a Roma, nell'apposito convegno di presentazione dei dati di Sentieri, si è preferito presentare nuovamente quelli vecchi, come se i nuovi fossero troppo ingombranti e clamorosi. Probabilmente era un problema diffonderli e commentarli in un momento così delicato per Taranto, mentre i costodi giudiziari stanno cominciando a spegnere gli impianti inquinanti dell'Ilva.

 

Note: NOTE ESPLICATIVE. Il dato percentuale (eccesso di mortalità statisticamente significativo) è ricavato dal raffronto fra la mortalità osservata (i decessi effettivi) e la mortalità attesa (ricavata dalle medie regionali). I dati sono raccolti da Istat ed elaborati dall'Istituto Superiore della Sanità (ISS) nello studio Sentieri. La prima versione di Sentieri era relaviva al periodo 1995-2002. La nuova versione più arriornata va dal 2003 al 2008. Il Ministro della Salute non ha diffuso questi dati pur essendo pronti dal marzo di quest'anno e acquisiti dalla magistratura il 30/3/2012 nell'ambito dell'incidente probatorio sull'Ilva di Taranto.


RASSEGNA STAMPA

Ambientalisti, a Taranto +12% decessi per tumori
http://www.agi.it/research-e-sviluppo/notizie/201209191904-eco-rt10243-ilva_ambientalisti_a_taranto_12_decessi_per_tumori

Eccesso di mortalità a Taranto
http://www.tmnews.it/web/sezioni/top10/20120919_184257.shtml

Verdi: il governo sull'Ilva nasconde i dati. Clini querela Bonelli
http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=169518

Corriere della Sera: "Tumori più 12%"
http://www.corriere.it/salute/sportello_cancro/12_settembre_19/ilva-dati-mortalita-tumori-verdi-bonelli_97dc05ac-025d-11e2-9f2e-6124d1c3f844.shtml

"In 4 anni 776 decessi per i veleni"
http://affaritaliani.libero.it/cronache/taranto-clini-ilva190912.html

Articoli correlati

  • "Piantare alberi per compensare la CO2 dello stabilimento ILVA"
    Taranto Sociale
    Dopo il rapporto ONU sui cambiamenti climatici per PeaceLink occorre porre fine al carbone

    "Piantare alberi per compensare la CO2 dello stabilimento ILVA"

    Partendo dal fatto che “Taranto è maglia nera delle città italiane con solo 9 metri quadri di verde urbano per abitante”, Peacelink propone: “Sarebbe straordinario vedere i lavoratori dell'Ilva in esubero ripagare la città dei danni inferti con un programma di riassorbimento della CO2”.
    9 agosto 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Giovedì 14 ottobre 2021 ci sarà un presidio davanti al Tribunale di Taranto alle ore 11
    Ecologia
    Nuovo invito a scendere in piazza

    Giovedì 14 ottobre 2021 ci sarà un presidio davanti al Tribunale di Taranto alle ore 11

    Processo per la morte del piccolo Lorenzo Zaratta, deceduto con un tumore al cervello. Chiediamo giustizia per i cittadini di Taranto e del mondo! Udienza preliminare e costituzione delle parti civili: chiesto il processo per omicidio colposo per nove dirigenti dell'ex Ilva.
    9 ottobre 2021 - Fulvia Gravame
  • Aiuti di Stato, Alitalia e ILVA
    Economia
    Il Trattato di funzionamento dell'UE vieta gli aiuti di Stato

    Aiuti di Stato, Alitalia e ILVA

    Per il Financial Times l'Antitrust Ue avrebbe deciso di ritenere aiuti illegali i 900 milioni incassati nel 2017 da Alitalia. Per i restanti 400 del 2019 bisognerà attendere. La questione riguarda anche la più grande acciaieria italiana e il M5S per il finanziamento da 705 milioni di euro all'ILVA.
    10 settembre 2021 - Alessandro Marescotti
  • Edoardo Bennato: "Mio padre ha lavorato nell’Italsider e mi sento vicino alla vicenda ILVA"
    Cultura
    "Vendo Bagnoli" è la canzone dedicata alla chiusura del polo siderurgico napoletano

    Edoardo Bennato: "Mio padre ha lavorato nell’Italsider e mi sento vicino alla vicenda ILVA"

    "L'Italsider di Bagnoli - ha detto a Taranto - poi fu chiusa e si disse che si sarebbe valorizzato il turismo in quell’area perchè si poteva fare. Anche Taranto è una bella città che ha potenzialità turistiche e io mi auguro che si possa delineare un futuro migliore per tutti voi”.
    Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)