Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Comunicato stampa

Peacelink:"Il PM10 di Taranto ha una pericolosità più che doppia"

Se l'Ilva avesse avuto buone ragioni per contestare la perizia della magistratura avrebbe dovuto presentare la sua controperizia nell'incidente probatorio e non lo ha fatto
20 novembre 2012
Alessandro Marescotti (Presidente di Altamarea)

Nella sua controperizia l'Ilva afferma che i livelli di Pm10 (le polveri sottili) registrati a Taranto sono inferiori rispetto a moltissime altre città italiane ed estere e quindi "non possono essere considerati responsabili di presunti eccessi di patologie".

Tale affermazione non dice tutta la verità in quanto sulle polveri sottili di Taranto si poggiano inquinanti cancerogeni che ne modificano la qualità e le rendono più pericolose.

Questo aspetto è ben spiegato dall'Istituto Superiore della Sanita' (ISS).  Una veduta aerea dell'acciaieria

Nello studio Sentieri dell'ISS si legge: "I risultati della mortalità evidenziano, nel complesso, un aumento di 0.69% del rischio di mortalità totale per incrementi di 10 μg/m3 di PM10, effetto superiore a quello riscontrato nelle principali analisi pubblicate in Europa (0.33%), nel Nord America (0.29%) e nei precedenti studi italiani (MISA, 0.31%)".
(Pubblicato su Epidemiologia&Prevenzione Settembre-Dicembre 2011, p.136)

In buona sostanza ogni incremento di 10 microgrammi a metro cubo di polveri sottili (PM10) a Taranto provoca più del doppio dei morti che provoca in Europa, nel Nord America e nelle altre città italiane, e ciò a causa degli inquinanti specifici che vengono veicolati dal PM10. 

Se l'Ilva avesse avuto buone ragioni per contestare la perizia della magistratura avrebbe dovuto presentare la sua controperizia nell'incidente probatorio (dove erano presenti in contraddittorio gli esperti di parte dell'azienda) e non lo ha fatto. Ora la perizia della magistratura è prova a tutti gli effetti mentre la controperizia dell'Ilva serve solo a fare comunicati stampa.
 

 

Articoli correlati

  • Cittadini per l'aria: le nuove guide OMS
    Consumo Critico
    Linee guida OMS, qualità aria

    Cittadini per l'aria: le nuove guide OMS

    Intervista ad Anna Gerometta, presidente dell'associazione Cittadini per l'Aria sulle nuove linee guida dell’OMS che sulla qualità dell'aria che suggeriscono limiti più stringenti.
    30 settembre 2021 - Linda Maggiori
  • Inquinamento e cirrosi epatica
    Ecodidattica
    La cirrosi risulta associata all'esposizione a lungo termine a PM10, PM2,5, PM grossolano e NO2

    Inquinamento e cirrosi epatica

    Uno studio di coorte sull'esposizione a lungo termine all'inquinamento atmosferico e sull'incidenza della cirrosi epatica, realizzato da Riccardo Orioli, Angelo Solimini, Paola Michelozzi, Francesco Forastiere, Marina Davoli e Giulia Cesaroni.
    Redazione Ecodidattica
  • L'ILVA produce di meno ma inquina di più nel 2020
    Ecologia
    Comunicato stampa: "Benzene + 128%"

    L'ILVA produce di meno ma inquina di più nel 2020

    PeaceLink invita il Sindaco di Taranto, il Presidente della Provincia e il Presidente della Regione a inviare alla Commissione Europea e alla CEDU (Corte Europea dei Diritti dell'Uomo) tutta la documentazione per sottolineare l'incompatibilità con la salute pubblica dell'area a caldo dell'ILVA.
    7 dicembre 2020 - Redazione PeaceLink
  • ArcelorMittal: Peacelink, aggravato impatto ambientale 
    Taranto Sociale
    “L'Ilva produce di meno ma inquina di più”

    ArcelorMittal: Peacelink, aggravato impatto ambientale 

    Lo afferma, a proposito di ArcelorMittal, siderurgico di Taranto, l’associazione ambientalista Peacelink che, citando i dati delle centraline pubbliche di rilevazione dell’aria, parla di “+128% di benzene nel 2020 rispetto al 2019 nel quartiere Tamburi di Taranto”,  il rione vicino all’acciaieria.
    7 dicembre 2020 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)