Editoriale

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Polveri sottili, i picchi favoriti dal meteo
    Intervento sul "Quotidiano"

    Polveri sottili, i picchi favoriti dal meteo

    Come è possibile che in questi giorni a Taranto ci siano dei picchi di inquinamento se l’ILVA produce di meno?
    16 dicembre 2015 - Alessandro Marescotti
  • Decreto di emergenza sull'ILVA

    Ilva, game over

    Questo nono decreto non si può più definire neppure "decreto Salva-ILVA". Infatti il governo rinuncia a salvarla e la vende. Vende ILVA dopo non esser riuscito a salvarla dal disastro. Oggi ILVA ha i conti ulteriormente peggiorati a cause di perdite mensili che oscillano intorno alla spaventosa cifra di 50 milioni di euro al mese. Chi vorrà comprare una fabbrica che il tribunale elvetico ha sprezzantemente definito "una società fallita"?
    15 dicembre 2015 - Alessandro Marescotti
  • Oltre le nubi, la forza di Taranto
    Il cortometraggio prodotto dal Fondo Antidiossina Onlus replica al Teatro Orfeo di Taranto

    Oltre le nubi, la forza di Taranto

    Il film che ha emozionato alla 72a Mostra del Cinema di Venezia, la storia della città più inquinata d'Europa, la lotta quotidiana dei suoi cittadini, il coraggio, la rabbia, la speranza che non muore.
    14 dicembre 2015 - Beatrice Ruscio
  • Oltre le nubi, la forza di Taranto
    Il cortometraggio prodotto dal Fondo Antidiossina Onlus replica al Teatro Orfeo di Taranto

    Oltre le nubi, la forza di Taranto

    Il film che ha emozionato alla 72a Mostra del Cinema di Venezia, la storia della città più inquinata d'Europa, la lotta quotidiana dei suoi cittadini, il coraggio, la rabbia, la speranza che non muore.
    13 dicembre 2015 - Beatrice Ruscio
PeaceLink fa il monitoraggio dell'aria in tempo reale a Taranto

Informare i cittadini sull'aria che respirano in questo momento

E' quello che abbiamo deciso di fare, visto che la ASL di Taranto ha consigliato di aprire le finestre quando l'inquinamento è meno elevato. Vogliamo informare non-stop la popolazione sugli IPA cancerogeni.
24 dicembre 2015 - Alessandro Marescotti

Abbiamo deciso di fare una piccola rivoluzione: dare ai cittadini il diritto di sapere in tempo reale che aria respirano.

Lo abbiamo fatto visto che la ASL di Taranto ha consigliato di aprire le finestre quando l'inquinamento è meno elevato. Stiamo informando non-stop la popolazione sugli IPA cancerogeni. 

I risultati di questo esperimento li potete trovare qui, in questa pagina web.

E anche qui.

Ma vorremmo che questo diritto all'informazione in tempo reale venisse assicurato ai cittadini da chi è incaricato, per legge, a svolgere il ruolo di informazione e prevenzione per la difesa della salute: il sindaco.

 

Targa nel quartiere Tamburi di Taranto

Note:

Conferenza stampa di PeaceLink del 30/12/2015
cliccare su http://tinyurl.com/j4uthu4

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies