Storia della Pace

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    Moderna

    Dal 1492 al 1789
    24 Articoli - pagina 1 2 3
    • XX settembre (nell'anniversario 1870-2010)

      11 maggio 2010 - Enrico Peyretti
    • Un esempio di pace nel Giappone feudale

      La lunga pace dei Tokugawa

      Con la fine di un'era di grandi disordini Ieyasu Tokugawa riunificò il Giappone sotto il suo dominio, dando inizio a un'era di pace, fondata però sull'oppressione e l'isolamento.
      8 marzo 2005 - Massimiliano Pizzirani
    • Un movimento culturale che cambiò il modo di pensare degli uomini

      L’Illuminismo

      Era contro il nazionalismo che divideva i popoli e causava guerre. Promuoveva quindi la pace fra i popoli e la tolleranza fra culture e religioni diverse
      5 gennaio 2005 - Francesco Tarallo
    • Inquadramento storico per la letteratura

      La grande depressione economica e l'imperialismo

      L'economia europea tenta di uscire dalla depressione con una politica imperialistica che si afferma a partire dall'ultimo ventennio dell'Ottocento. Si formano grandi concentrazioni industriali monopolistiche che limitano la libera concorrenza. Lo Stato interviene assumendo la protezione dell'economia nazionale con una politica doganale "protezioninistica" (innalzando i dazi per le merci estere). Si creano nuovi mercati attraverso un'accentuazione dell'espansione coloniale. La nuova borghesia imperialistica è fortemente aggressiva all'esterno e autoritaria all'interno.
      4 ottobre 2004 - Alessandro Marescotti
    • La Constitutio Criminalis Theresiana del 1769

      L'imperatrice Maria Teresa d'Austria e la tortura

      Il torturato era assolto se non confessava: ma era ormai moribondo.
      1 ottobre 2004 - Daniele Marescotti
    • Guerra e giustizia

      La "guerra giusta" secondo i primi cristiani e Manzoni

      Una breve ricerca per capire cosa pensavano della guerra i primi cristiani e, molto più tardi, Alessandro Manzoni .
      22 settembre 2004 - Daniele Marescotti
    • Vi furono 80 morti e 450 feriti

      1898: Turati e le cannonate di Bava Beccaris

      Storia dei lavoratori che chiedevano più diritti e di un commissario con pieni poteri che fece sparare sui manifestanti
      19 settembre 2004 - Francesca Belotti e Gian Luca Margheriti
    • Definiva "una follia" le avventure belliche

      Giuseppe Colombo, un borghese contro l'aumento delle spese militari in Italia

      Giuseppe Colombo, milanese insigne per le sue molteplici doti di insegnante, ingegnere, imprenditore ed anche di politico, è un personaggio a dir la verità un po’ dimenticato.
      19 settembre 2004 - Gian Luca Lapini
    • I problemi dell'Italia unita

      La questione meridionale

      Una breve ricerca per capire le cause e le conseguenze del fenomeno che ha caratterizzato in negativo gli anni post-unificazione.
      19 settembre 2004 - Daniele Marescotti
    • Anche i "grandi pensatori" predono le loro cantonate

      Socialisti: chi disse "né un uomo né un soldo" e chi appoggiò il colonialismo

      Antonio Labriola, teorico italiano del marxismo, giunse a giustificare il colonialismo. Labriola fu molto apprezzato per la sua interpretazione non dognatica del materialismo storico, tuttavia non ebbe le idee chiare su una questione così importante. Invece il socialista Andrea Costa fu chiaro: “Per continuare le criminose pazzie africane noi non daremo né un uomo, né un soldo”.
      21 agosto 2004 - Alessandro Marescotti
    pagina 1 di 3 | precedente - successiva
    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies