Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

Traduzione dell'abstract dell'articolo scientifico"Ambiente e salute in siti contaminati: il caso di Taranto, Italia." a cura di Adele Moschettini

Int J Environ Public Health. 2013; 2013: 753.719. doi: 10,1155 / 2013/753719. Epub 2013 24 dic.
"Ambiente e salute in siti contaminati: il caso di Taranto, Italia."
Pirastu R1, Comba P2, Iavarone I2, Zona A2, Conti S3, Minelli G3, Manno V3, Mincuzzi A4, S4 Minerba, Forastiere F5, F5 Mataloni, Biggeri A6.
9 settembre 2014
Fulvia Gravame
Tradotto da per PeaceLink

 Int J Environ  Public  Health. 2013; 2013: 753.719. doi: 10,1155 / 2013/753719. Epub 2013 24 dic.

"Ambiente e salute in siti contaminati: il caso di Taranto, Italia.

"Pirastu R1, Comba P2, Iavarone I2, Zona A2, Conti S3, Minelli G3, Manno V3, Mincuzzi A4, S4 Minerba, Forastiere F5, F5 Mataloni, Biggeri A6.

Abstaract

Il programma nazionale di bonifica ambientale in Italia comprende siti con contaminazione

documentata e potenziali impatti sulla salute. (National Priority Contaminated Sites NPCSs).

Il progetto sentieri, un’estesa indagine sulla mortalità in 44  NPCSs , ha considerato la zona di Taranto, un NPCS in cui sono presenti un certo numero di fonti inquinanti. Gli indicatori sanitari disponibili a livello comunale sono stati analizzati: mortalità periodo 2003-2009, e trend di mortalità periodo  1980-2008 e incidenza di cancro periodo 2006-2007.

Inoltre il gruppo di individui che vive nella zona è stata seguita per valutare la mortalità(1998-2008), e morbilità (1998-2010) per distretto do residenza. I risultati dello  studio hanno evidenziato costantemente un eccesso di rischio di mortalità per una serie di cause in entrambi i sessi: tutti i tipi di tumore ,tumore al polmone, malattie cardiovascolari e respiratorie, sia acute che croniche. Un aumento di mortalità infantile è stato anche osservato dalla analisi del trend temporale. Eccessi di mortalità/morbilità sono stati rilevati fra coloro che vivono nei quartieri vicino alla zona  industriale per varie patologie fra cui cancro e malattie, cardiache e respiratorie.

Questi risultati coerenti provenienti da  diversi approcci epidemiologici confermano la necessità di procedere tempestivamente con interventi di pulizia ambientale. La maggior parte delle malattie che mostrano un aumento a Taranto hanno una eziologia multi fattoriale e le misure di prevenzione di provata efficacia  devono essere pianificate (ad esempio, smettere di fumare e programmi di riduzione del rischio cardiovascolare).

I risultati dello studio e le azioni di sanità pubblica devono essere comunicati in modo oggettivo e trasparente in maniera da mantenere un clima di fiducia fra i cittadini e le istituzioni pubbliche.

Nel documento allegato si possono leggere alcuni dati sotto forma di diagrammi.

Note: Le precedenti traduzioni:
"Dibenzo-p-diossine e dibenzofurani nel latte materno riscontrati nella zona di Taranto (Italia meridionale): primo studio."
http://www.peacelink.it/ecologia/a/40538.html

"Variabilità spaziale degli inquinanti atmosferici nella città di Taranto, Italia e valutazione del suo potenziale impatto."
http://www.peacelink.it/ecologia/a/40538.html

"Un gruppo di studio sulla mortalità e morbosità nell'area di Taranto, Italia meridionale."
http://www.peacelink.it/ecologia/a/40601.html

"Analisi della mortalità per quartiere in una città con alti livelli di inquinamento atmosferico industriale."
http://www.peacelink.it/ecologia/a/40602.html

Allegati

Articoli correlati

  • Edoardo Bennato: "Mio padre ha lavorato nell’Italsider e mi sento vicino alla vicenda ILVA"
    Cultura
    "Vendo Bagnoli" è la canzone dedicata alla chiusura del polo siderurgico napoletano

    Edoardo Bennato: "Mio padre ha lavorato nell’Italsider e mi sento vicino alla vicenda ILVA"

    "L'Italsider di Bagnoli - ha detto a Taranto - poi fu chiusa e si disse che si sarebbe valorizzato il turismo in quell’area perchè si poteva fare. Anche Taranto è una bella città che ha potenzialità turistiche e io mi auguro che si possa delineare un futuro migliore per tutti voi”.
    Redazione PeaceLink
  • Terni e Taranto, confronto di due esperienze di cittadinanza attiva
    Ecologia
    Territori inquinati

    Terni e Taranto, confronto di due esperienze di cittadinanza attiva

    Un video-confronto con Carlo Romagnoli (ISDE) e Alessandro Marescotti (PeaceLink). Cosa fanno le istituzioni? Cosa risponde la politica locale e nazionale ai cittadini che esigono risposte e tutela della propria salute?
    9 agosto 2021 - Alessandra Ruffini
  • Lettera aperta ai ministri dell'Ambiente
    Ecologia
    In occasione del vertice dei paesi del G20

    Lettera aperta ai ministri dell'Ambiente

    Di fronte ai sempre più frequenti disastri ambientali, dodici associazioni scrivono ai Ministri dell’Ambiente riunitisi a Napoli in questi giorni per esigere un’azione globale rafforzata e coordinata, non più rimandabile, per salvare il clima.
    23 luglio 2021 - Patrick Boylan
  • Giustizia climatica: come contrastare l'emergenza climatica attraverso il diritto
    Ecodidattica
    Cambiamenti climatici e giustizia climatica

    Giustizia climatica: come contrastare l'emergenza climatica attraverso il diritto

    Le questioni climatiche vanno comprese e agite in chiave di cittadinanza globale per espandere i diritti umani in una prospettiva di tutela delle generazioni future, e delle aree più povere del pianeta
    16 luglio 2021 - Daniele Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)