Finalmente salvi, sono attraccati a Lampedusa.

Ama il prossimo tuo

Siamo con Carola, capitano della Sea Watch, adesso arrestata per gli stessi ideali di fratellanza e tolleranza per cui tanti uomini hanno lottato e pagato durante la storia.
29 giugno 2019

Finalmente salvi. Sono attraccati a Lampedusa.

Onore a Carola per averli salvati.

Ama il prossimo tuo

Concordo pienamente con Simone Cosimi quando su Wired scrive che Salvini ci sta allenando al "male politico, per non riconoscerne le fattezze quando finirà per manifestarsi nelle sue successive incarnazioni".
E' preoccupante questa assuefazione all'indifferenza, questa morte della pietas, questo avanzare della xenofobia in forme sempre più rozze e gradualmente sempre più vicine al razzismo.
E' entusiasmante vedere che Carola Rackete - quando la capitana ha concluso la manovra attraccando a Lampedusa - è stata accolta da un lungo applauso delle persone arrivate sul molo, tra cui don Carmelo, parroco di Lampedusa, e le persone che avevano solidarizzato in questi giorni con la Sea Watch dormendo sul sagrato della chiesa.

L'art. 54 c.p. così dispone: “Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di salvare sé od altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona, pericolo da lui non volontariamente causato, né altrimenti evitabile, sempre che il fatto sia proporzionato al pericolo".

La capitana della Sea Watch Carola Rackete

Dobbiamo difendere giorno dopo giorno il patrimonio di principi e di ideali che in quest anni ci hanno distinto dall'epoca fascista, e sono i principi e gli ideali della Costituzione: libertà, tolleranza e solidarietà. Diritto alla vita.

Dobbiamo costruire un muro di resistenza nonviolenta civile, culturale, animata dagli ideali per cui i nostri padri e i nostri nonni hanno dato la loro vita e la loro giovinezza. Animata anche dagli ideali con cui i primi cristiani dovettero affrontare persecuzioni per aver creduto nei loro principi e aver disobbedito all'imperatore. Paradossale dirle queste cose!

Siamo con Carola, arrestata per gli stessi ideali di fratellanza e tolleranza per cui tanti uomini hanno lottato e pagato durante la storia.

Articoli correlati

  • Come possiamo opporci al razzismo?
    Laboratorio di scrittura
    Una riflessione

    Come possiamo opporci al razzismo?

    Invece che uscire dalla crisi con un'idea di eguaglianza e di solidarietà rischiamo di accarezzare una pericolosa soluzione: accettare le diseguaglianze e respingere le vittime delle diseguaglianze. Così si spezza la solidarietà internazionale e la stessa coesione sociale.
    18 luglio 2019 - Alessandro Marescotti
  • Chi non sa risolvere i problemi inventa i nemici
    Editoriale
    Nel 2018 sono scappati via dalla loro nazione 157.000 italiani

    Chi non sa risolvere i problemi inventa i nemici

    Se non ci fossero stati 23.370 migranti a rimpiazzare i giovani che scappano, il bilancio partenze/arrivi dell'Italia sarebbe stato un disastro.
    18 luglio 2019 - Alessandro Marescotti
  • Perché si diventa razzisti?
    Storia della Pace
    Uno studio condotto da ricercatori della Duke University e della Princeton University

    Perché si diventa razzisti?

    I razzisti sono persone che vivono male e che proiettano sugli altri il proprio disagio. E' nelle epoche di grande crisi economica e sociale - come la nostra - che serpeggia in razzismo come meccanismo di difesa
    3 luglio 2018 - Alessandro Marescotti
  • Così non saremo mai sconfitti
    Laboratorio di scrittura
    Spendersi per una buona causa, amare il prossimo, prendersi cura delle persone

    Così non saremo mai sconfitti

    "Quando ti prendi cura di una persona vinci sempre”, è una frase di Patch Adams nel film a lui dedicato
    17 luglio 2019 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.24 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)