Data la latitanza dello Stato, si fanno collette per curare le piccole vittime dell'inquinamento

Taranto, una città senza Speranza

Cinque anni fa Renzi annunciava 30 milioni di euro per aiutare i bambini di Taranto malati di tumore. Il M5s ha fatto ferro e fuoco contro il PD ma la ministra Grillo non ha fatto di meglio per curare i bambini col cancro. E ora Speranza dice che l'ILVA non va fermata
20 dicembre 2019
Era il Natale del 2014 e Renzi concluse così: "I soldi ci sono. Sono tanti. Vanno spesi in fretta. Vanno spesi bene".
Era il Natale di cinque anni fa.
Nel frattempo il finanziamento di 30 milioni di euro - preannunciato da Renzi e destinato alla Regione Puglia per "aprire un centro di ricerca contro i tumori in particolare per i tumori dei bambini" - è andato talmente avanti che ieri abbiamo dovuto fare una COLLETTA DI CITTADINI GENEROSI. E' avvenuto ieri. Grazie a LA7 Piazzapulita è stata promossa una raccolta fondi per pagare lo stipendio a un nuovo medico che affiachi il primario del reparto oncologico pediatrico.
Ma torniamo al passato recente: la ministro Grillo ha fatto di più rispetto a Renzi?
Assolutamente no!
Eppure la ministra pentastellata aveva dichiarato che "i ricoveri ospedalieri per le leucemie infantili registrano nell'area di Taranto un trend in aumento nel periodo 2014-2017 per i soggetto fra gli zero e i 19 anni".
Dopo la dichiarazione non abbiamo visto nulla.
Non rimane che il ministro Speranza. Ma, nonostante il cognome benaugurante, invece di potenziare il reparto oncologico pediatrico, eccolo subito deludere: il ministro ha già detto che la priorità è quella di non chiudere l'ILVA. Non si rende conto che ai tarantini così appare come un vegetariano che azzanna l'hamburger in pubblico.
Padoa-Schioppa disse: "Le tasse? Bellissime. Un modo civile di contribuire ai servizi". Parole giuste se le nostre tasse servissero a curare i bambini malati. E invece le nuove cure vengono affidate alle donazioni. E il ministro Speranza (che si dovrebbe occupare di Salute) lascia che il reparto oncologico pediatrico di Taranto migliori grazie al buon cuore dei cittadini che si autotassano.
Il ministro della Salute Roberto Speranza

Articoli correlati

  • Ambiente: a Taranto flash mob davanti Comune, 'Città CoWind'
    Ecologia
    ILVA, flash mob indetto dal Comitato cittadino per l’ambiente e la salute

    Ambiente: a Taranto flash mob davanti Comune, 'Città CoWind'

    “La città del CoWind”, è la scritta che campeggia su uno dei cartelli del flash mob davanti al Municipio di Taranto. Per il Covid 19 le finestre delle scuole devono rimanere aperte. Ma le autorità sanitarie raccomandano nei Wind Days, di tenerle chiuse
    17 ottobre 2020 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • ArcelorMittal: flash mob contro fabbrica sabato a Taranto
    Taranto Sociale
    I cittadini protesteranno perché il sindaco Rinaldo Melucci non risponde

    ArcelorMittal: flash mob contro fabbrica sabato a Taranto

    Il Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto: "Si chiede ancora una volta che il sindaco dichiari l'incompatibilità dell’area a caldo dell’Ilva con la salute pubblica. Ricordiamo che l'area a caldo dell'Ilva venne già dichiarata fuorilegge fin dal 2012 dalla Magistratura".
    15 ottobre 2020 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • The steel mill’s dust engulfs the city, but school windows need to stay open due to Covid-19
    PeaceLink English
    On ‘Wind-days’ the local population is advised to minimise exposure to pollution

    The steel mill’s dust engulfs the city, but school windows need to stay open due to Covid-19

    The residents of Taranto have been struggling with air pollution long before the Covid-19 pandemic. They are now caught in the crossfire of two public health emergencies that require local authorities to take action and demand the shutting down of the polluting premises.
    8 ottobre 2020 - Taranto’s City Committee for Health and the Environment
  • Sandro ci mancherai
    Taranto Sociale
    Perdiamo una delle sue persone più buone che ci ha accompagnato in questi anni

    Sandro ci mancherai

    Sorridente e scoppiettante come pochi, sapeva rendere colorate e leggere le manifestazioni che facevamo assieme per combattere l'inquinamento a Taranto
    8 ottobre 2020 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)