«Lavoro in nero alla tv del Papa»

Vaticano l'informatione cancellata

2 novembre 2006
Giacomo Galeazzi
Fonte: La Stampa (http://www.lastampa.it)

Bufera sulla tv del Papa. Tra processi, scandali e interrogazioni parlamentari, la cancellazione dell'informazione da Telepace è ormai diventata un caso diplomatico. «Il Vaticano nasconde male il suo imbarazzo - denuncia il quotidiano francese «Le Monde» -. L'emittente ha un prestigio planetario ed è identificata con l'attività del Pontefice al punto da aver provocato in Curia un intervento ufficiale del corpo diplomatico». In effetti Giovanni Galassi, ambasciatore di San Marino e decano dei rappresentanti diplomatici presso la Santa Sede, ha sollecitato chiarimenti in Segreteria di Stato riguardo il licenziamento dei giornalisti.

L'assessore della Segreteria di Stato, monsignor Gabriele Caccia precisa che Telepace è un ente a se stante, non fa parte della comunicazione ufficiale del Vaticano e pertanto non è possibile alla Santa Sede intervenire in questioni interne all'emittente. E il direttore, Guido Todeschini, si difende puntando l'indice contro «menzogne infamanti tese alla distruzione di Telepace». Il Vaticano, sostiene, «non ha alcuna intenzione di essere coinvolto in questo gioco» e nonostante i ripetuti attacchi in tutte le sedi (blog, articoli, interviste) da parte dei componenti della redazione «si è cercato di aprire un tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali in uno spirito conciliante e tollerante». Quanto alle telefonate controllate ai giornalisti, «si tratta di modalità tecniche di gestione del telefono aziendale che costituisce bene dell'impresa e ne è consentito l'utilizzo solo per fini lavorativi».

La redazione, però, insorge. «In quindici anni non abbiamo mai ricevuto una busta paga, era in nero pure il filippino che faceva le pulizie - protestano -.Da un giorno all'altro all'anchorman Piero Schiavazzi hanno tolto persino la scrivania e la sedia». Adesso la vicenda è arrivata fino alle massime gerarchie ecclesiastiche che stanno acquisendo informazioni sul clima pesante e ben poco curiale a Telepace, legata alla Santa Sede da speciali accordi che consentono di ottenere «tutte le immagini relative all'attività del Santo Padre a titolo gratuito, per la diffusione del messaggio evangelico». La verità è ben diversa da quella raffigurata dalla redazione, ribatte don Todeschini: «Non è avvenuto nessun licenziamento, poiché è in corso una trattativa con il sindacato dei giornalisti e gli accordi con la Santa Sede consistono semplicemente nell'impegno di Telepace a inviare via satellite il segnale delle dirette del Ce ntro televisivo vaticano (Ctv), in cambio della fornitura gratuita da parte del Ctv delle immagini delle attività vaticane».

Articoli correlati

  • Francesca Borri fermata all'areoporto del Cairo
    MediaWatch
    Ha collaborato con PeaceLink, seguendo le vicende di Taranto e dell'ILVA

    Francesca Borri fermata all'areoporto del Cairo

    Il fermo non ha alcuna motivazione. Le è stato tolto il cellulare rendendo impossibile contattarla. PeaceLink ritiene quest'azione un evidente abuso di potere e auspica che al più presto la situazione venga risolta consentendole di svolgere liberamente la sua attività di giornalista.
    11 ottobre 2019 - Redazione PeaceLink
  • Nicaragua: Monsignor Silvio Báez sarà trasferito a Roma
    Latina

    Nicaragua: Monsignor Silvio Báez sarà trasferito a Roma

    Nè minacce, nè esilio
    13 aprile 2019 - Giorgio Trucchi
  • Prospettive per un mondo libero dalle armi nucleari
    Disarmo
    È scandaloso quanto sta succedendo, abbiamo molti trattati internazionali contro le armi nucleari, ma questi non vengono rispettati

    Prospettive per un mondo libero dalle armi nucleari

    Esistono i trattati che vietano l’uso di armi nucleari, ma siamo pieni di basi statunitensi che pretendono di difendere la democrazia difendono solo i loro interessi. Occorre ribellarsi di fronte all’ingiustizia
    13 novembre 2017 - Oscar Litwin
  • Vaticano, Olocausto e fascismi
    Pace
    su A - RIVISTA ANARCHICA n. 422 Febbraio 2018

    Vaticano, Olocausto e fascismi

    Libro a cura di Daniele Barbieri e Peter Gorenflos. Massari Editore. Recensione di Laura Tussi
    27 gennaio 2018 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)