Comunicato del deputato verde

Sequestro Indymedia. Bulgarelli: "Gravissimo attacco alla liberta' d'espressione"

L'Fbi sequestra le macchine e degli hardisk di Indymedia in Usa e Gran Bretagna.
8 ottobre 2004
Redazione
Fonte: E-mail dell'on. Mauro Bulgarelli

“Il sequestro delle macchine e degli hardisk di Indymedia Usa e Gb da parte dell' Fbi è un atto gravissimo. Occorre sapere al più presto quali siano le motivazioni di questa vera e propria provocazione che giunge, tra l'altro, a pochi giorni, dal Forum Sociale Europeo di Londra e dalle elezioni Usa". E' il commento del verde Mauro Bulgarelli all'operazione dell' Fbi che ha provocato la chiusura di circa 20 nodi della rete mondiale Indymedia, tra cui quello italiano. "Lo scopo intimidatorio di questa operazione è chiaro ed è forte il sospetto che esso si inserisca nel quadro degli 'attacchi preventivi' che gli Stati uniti si arrogano il diritto di compiere ovunque nel mondo, anche nel campo dell'informazione, grazie a leggi liberticide come il Patriot Act. Non si spiegherebbe altrimenti - continua Bulgarelli - come l'Fbi possa sentirsi autorizzata a chiudere nodi della rete fuori dalla giuridisdizione statunitense ;ciò, dunque, pone un grave problema costituzionale in quanto questi nodi, come Indymedia Italia, non sono soggetti di diritto Usa e ogni azione repressiva nei loro confronti appare comunque illegittima. Per questo motivo - conclude il deputato dei verdi - ho presentato un'interrogazione parlamentare al ministro delle comunicazioni e al ministro degli esteri italiani per appurare l'eventuale coinvolgimento del nostro governo in questa gravissima intimidazione contro la libertà d'espressione".

Roma 08/10/2004

Note: http://www.indymedia.org/it/

Articoli correlati

  • L'era digitale pretende un esercito digitale
    Disarmo
    USA

    L'era digitale pretende un esercito digitale

    Pubblicato il rapporto della commissione statunitense sull'uso dell'intelligenza artificiale in ambito militare
    3 marzo 2021 - Francesco Iannuzzelli
  • In difesa dei nativi americani
    Pace
    Il movimento di opposizione all’Indian Removal Act

    In difesa dei nativi americani

    Jeremiah F. Evarts (1781–1831) era un missionario, riformatore e attivista cristiano per i diritti degli indiani d'America. Si distinse per la difesa dei diritti degli indiani d'America.
    Redazione PeaceLink
  • Per una critica dell’innovazione capitalistica: il lavoro nella catena del valore delle armi
    Disarmo
    La sicurezza degli Stati passa attraverso il controllo capillare del territorio

    Per una critica dell’innovazione capitalistica: il lavoro nella catena del valore delle armi

    La nozione di sviluppo tecnologico è una nozione inscindibile da quella di sviluppo capitalistico, si trattava pertanto di smascherare la presunta neutralità della scienza
    29 marzo 2021 - Rossana De Simone
  • AI - La nuova corsa agli armamenti
    Disarmo
    Intelligenza artificiale e armi autonome

    AI - La nuova corsa agli armamenti

    USA e Cina, e non solo, gareggiano sul fronte pericoloso della delega delle operazioni militari a sistemi autonomi in contesti sempre più complessi, come i combattimenti in volo
    3 dicembre 2020 - Francesco Iannuzzelli
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)