MediaWatch

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

Esposto di Chiesa contro Vespa per mancato rispetto della carta dei doveri

26 gennaio 2005

ROMA, 26 gennaio 2005 - AgenParl - Giulietto Chiesa ha presentato un esposto al presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio, a seguito del “richiamo” rivolto al collega Vauro, dietro richiesta intimidatoria di Masotti, per una serie di vignette apparse sul Manifesto.
“Poiché sono interessato a sapere se e fino a che punto si possano usare due pesi e due misure vi invito formalmente a convocare il sig. Bruno Vespa per palese mancanza di rispetto della Carta dei Doveri” si legge nell’esposto.
“Come giornalista professionista mi sento offeso dal suo operato che lede gravemente i valori deontologici della professione. La sua trasmissione si autoqualifica come programma di informazione. Se si trattasse di intrattenimento la faccenda sarebbe diversa" ha spiegato Chiesa, ricordando che “la Carta dei Doveri dice che il giornalista deve rispettare, coltivare e difendere il diritto all’informazione di tutti i cittadini nel rispetto della verità e con la maggiore accuratezza possibile. Inoltre, la responsabilità del giornalista verso i cittadini prevale sempre nei confronti di qualsiasi altra, il giornalista non può mai subordinarla ad interessi di altri e particolarmente a quelli dell’editore, del governo o di altri organismi dello Stato. Infine, il giornalista non deve omettere fatti o dettagli essenziali alla completa ricostruzione dell’avvenimento. I titoli, i sommari, le fotografie e le didascalie non devono mai travisare né forzare il contenuto degli articoli o delle notizie”.
“Nessuno dubita - conclude Chiesa nell’esposto - che gli ospiti invitati in studio, per esempio, e il modo con cui sono addobbati costituiscano elementi paratestuali molto più efficaci dei titoli, dei sommari, e delle fotografie. Una scelta astuta dei personaggi e un loro uso spregiudicato può appunto sminuire, banalizzare, offuscare, alleggerire, deformare qualsiasi notizia o fatto”.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)