I nazisti lo rinchiusero in un campo di concentramento. Il 24 febbraio 1945 morì

Centenario della nascita di Josef Mayr-Nusser

Fu obiettore di coscienza e rifiutò di arruolarsi nelle SS.
24 febbraio 2010

Esattamente 65 anni fa moriva Josef Mayr-Nusser, obiettore di coscienza tedesco. Josef Mayr-Nusser

Josef Mayr-Nusser fu arruolato forzatamente nelle SS ma al momento di prestare il giuramento si rifiutò di pronunciarlo, per motivi di coscienza.

«Dunque lei non si sente un nazionalsocialista al cento per cento?» Josef rispose deciso: «No, non lo sono». Il comandante rimase calmo, chiese solo a Josef di porre per iscritto la dichiarazione che aveva appena rilasciato, cosa che Josef fece subito. Tutta la compagnia assistette come paralizzata. Josef morì il 24 febbraio 1945 nel campo di concentramento di Dachau.

Questo è il centenario della nascita di Josef Mayr-Nusser e occorrerebbe ricordarlo degnamente.

Note: Per saperne di più
http://www.societaaperta.it/maestri_nonviolenza/mair/vita.htm
http://it.wikipedia.org/wiki/Josef_Mayr-Nusser

Articoli correlati

  • Il sapore di una speranza indistruttibile
    Storia della Pace
    Riflessioni sulla capacità di resistere al male

    Il sapore di una speranza indistruttibile

    Vale la pena leggere e rileggere lo scritto "La Madonna Sistina" di Vasilij Grossman, scrittore russo epico, corrispondente di guerra per il quotidiano dell'esercito Stella Rossa, testimone lucido della resistenza al nazismo e della repressione staliniana
    12 ottobre 2020 - Franca Sartoni
  • La fine di tutte le guerre, crederci è il primo passo per realizzare il sogno
    Pace
    Si faccia finalmente spazio all'impegno sociale nonviolento e non armato

    La fine di tutte le guerre, crederci è il primo passo per realizzare il sogno

    Ogni 4 novembre nel celebrare le Forze Armate e i caduti della Prima Guerra Mondiale poniamo l'accento sul lutto che ogni conflitto armato comporta. Dobbiamo in tutti i modi rafforzare la cultura non armata, i tempi sono maturi, ad esempio con la Campagna “Un’altra difesa è possibile”.
    6 ottobre 2020 - Maria Pastore
  • Così si organizzarono per resistere al massacro e evitarlo
    Editoriale
    16 maggio 1944: quando Rom e Sinti fecero resistenza alle SS

    Così si organizzarono per resistere al massacro e evitarlo

    L’angelo della morte, il dottor Mengele, compiva esperimenti efferati sugli zingari. In quel giorno era previsto l’assassinio e il massacro di oltre 500 Rom e Sinti.
    15 maggio 2020 - Laura Tussi
  • Per la Giornata internazionale dell'obiezione di coscienza al servizio militare
    Pace
    Ribadiamo l'impegno affinche' il nostro paese cessi di sperperare ingenti risorse a fini di morte

    Per la Giornata internazionale dell'obiezione di coscienza al servizio militare

    Anche se in Italia non vi e' piu' il servizio militare di leva obbligatorio, esso persiste in molti altri paesi del mondo. Ognuno si adoperi contro la guerra e contro le dittature, contro tutti i poteri uccisori, in difesa della vita, della dignita' e dei diritti di tutti gli esseri umani.
    14 maggio 2020 - "Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera" di Viterbo
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)