Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Viaggio tra i pensieri della famiglia Fornaro, rovinata dalla diossina che ha contaminato la masseria

Chiediamo giustizia, non chiediamo la luna!

Gli ovili vuoti dal 10 dicembre 2008, gli sguardi bassi e le parole cadute sottosilenzio scandiscono la quotidianità della famiglia Fornaro, e interrogano le coscienze, ancora sveglie, sul futuro dell'intera città di Taranto.
29 giugno 2009
Mariangela Franco

Le masserie rappresentano un pezzo di storia del nostro territorio, ma anche la vita della nostra gente dedita all' agricoltura e all'allevamento del bestiame da secoli.
Non si tratta solo di lavoro, ma di appartenenza a questa terra, di radici che mai niente e nessuno avrebbero potuto e dovuto estirpare... eppure davanti ai miei occhi il tempo si è fermato e la storia ha cambiato improvvisamente il suo naturale corso.
Ho visto la barbarie di uomini sconsiderati avventarsi contro chi porta avanti con orgoglio e con amore questa antica tradizione e le radici della propria famiglia... ho visto annientare la loro onestà e la loro dignità.
Tremavano per la rabbia, affogati nell'amarezza di non poter reagire davanti alla deportazione dei loro animali e degli ultimi brandelli di civiltà che questa terra riusciva ancora a rattoppare. Masseria Carmine

Era il 10 dicembre del 2008 quando è sceso il silenzio sulle case e sulle terre degli allevatori di Taranto... ora resta solo la speranza di non essere dimenticati ed una ferita che ancora continua a sanguinare.
Sono passati sei mesi da quel giorno e già l’indifferenza dilaga spedita negli sguardi di molti… di tutti, l’incuria vanifica il sacrificio di tanti animali innocenti, offende la sofferenza di coloro che lottano per la vita in una stanza d’ospedale e costringe noi in una prigione senza sbarre.
Continueremo a batterci per mantenere viva la speranza di avere giustizia, la nostra tenacia sarà più incalzante di ogni perbenismo e di ogni ipocrisia, strariperà da ogni dove finchè noi e i nostri figli torneremo a respirare l’aroma gustoso e genuino che questa terra ha sempre vantato.

Articoli correlati

  • Processo Ilva: udienza incidente probatorio
    Taranto Sociale
    Sembra che possa essere finalmente riconosciuta in modo chiaro ed inequivocabile la fonte inquinante

    Processo Ilva: udienza incidente probatorio

    L'appello che rivolgiamo ai nostri amministratori è di assumere una posizione precisa a fianco della popolazione colpita giornalmente da tali emissioni e degli allevatori che stanno portando avanti con coraggio e determinazione questo percorso di Giustizia
    23 giugno 2011 - Comitato Donne per Taranto
  • Confondersi si, ma sotto la stessa bandiera!
    Taranto Sociale
    Viaggio tra i pensieri della famiglia Fornaro, rovinata dalla diossina che ha contaminato la masseria.

    Confondersi si, ma sotto la stessa bandiera!

    Ai nostri eredi di oggi, e alle generazioni che verranno, rischiamo di lasciare un futuro svuotato di tutto, perché chi viene dopo di noi, cominciando dai nostri figli, devono assaporare i frutti di una lotta combattuta e voluta non per egoismo o per vanagloria ma per il benessere di tutti.
    Le vittorie e le sconfitte devono, oggi più che mai, essere l'esultanza e la delusione di una coscienza civile matura ed unita!
    9 luglio 2010 - Mariangela Franco
  • Superamento dei limiti di benzo(a)pirene, Stefàno e Assennato scrivono a Vendola
    Taranto Sociale
    Chiesto un tavolo tecnico

    Superamento dei limiti di benzo(a)pirene, Stefàno e Assennato scrivono a Vendola

  • Come una clessidra senza sabbia...
    Taranto Sociale
    Viaggio tra i pensieri della famiglia Fornaro, rovinata dalla diossina che ha contaminato la masseria.

    Come una clessidra senza sabbia...

    Il tempo nella casa della famiglia Fornaro ha cambiato il suo naturale corso, così come il senso della vita che girava attorno ad esso ora cerca una nuova collocazione, e nuovi stimoli per continuare a credere in un futuro migliore.
    15 luglio 2009 - Mariangela Franco
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)