Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Un'ordinanza per prevenire il superamento del valore obiettivo di 1 nanogrammo a metro cubo

Benzo(a)pirene: ecco le richieste di Altamarea al sindaco di Taranto

Il benzo(a)pirene è cancerogeno e genotossico come la diossina. Questa la lettera illustrata al sindaco Ippazio Stefàno nell'incontro avuto prima di Natale
Altamarea

Al Sindaco di Taranto
dott. Ippazio Stefàno

Oggetto: ordinanze per prescrizioni per benzoapirene

Dai dati Arpa emerge per il 2008 nel quartiere Tamburi il superamento del valore di 1 nanogrammo a metro cubo per il benzoapirene. Marcia contro l'inquinamento a Taranto del 28 novembre 2009


Il dato medio è 1,3. Equivale a circa 930/anno sigarette inalate da un bambino.
Nel 2009 il dato medio sarà probabilmente inferiore dato il calo di produzione dell'Ilva.
Ma occorre evitare che nel 2010 il dato torni a salire e proponiamo al Sindaco di:

1)individuare con certezza la sorgente principale e attribuirne il peso percentuale chiedendo all'Arpa l'installazione di sistemi wind-select;
2)definire le condizioni per evitare nel 2010 un nuovo superamento prescrivendo alla cokeria Ilva le prescrizioni della magistratura del 2002;
3)prescrivere all'Ilva centraline perimetrali della cokeria per il monitoraggio continuo di PM10, PM2,5, benzene e IPA.

Il benzo(a)pirene è cancerogeno e genotossico come la diossina. Sappiamo che il benzopirene viene emesso in notevole quantità anche dalla cokeria.
Le analisi dell’Arpa hanno evidenziato la direzione di provenienza del benzo(a)pirene e questo è riscontrabile nel rapporto Arpa inviato al Sindaco. Lì emerge che quando il vento spira dall’area industriale al quartiere Tamburi si impennano sia i valori della diossina sia quelli del benzo(a)pirene.

Nella sua comunicazione al Sindaco di Taranto l'Arpa Puglia ha erroneamente scritto che il valore obiettivo di 1 ng/m3 si applica a partire dal 2012. Invece è già operativo per le città sopra il 150 mila abitanti (questo è stato verificato in diversi colloqui con il prof. Assennato e l'ufficio legale Arpa). Benché le competenze per la definizione di un piano di risanamento della qualità dell'aria siano di Regione e di Provincia, il Sindaco ha tutti i poteri per richiedere che il benzoapirene non salga sopra il valore obiettivo emanando un'ordinanza con precise prescrizioni a tutela della salute pubblica.

Taranto, 21 dicembre 2009

Altamarea
Coordinamento di cittadini e associazioni
www.google.it/group/altamareanews

Articoli correlati

  • Le motivazioni della sentenza ILVA
    Processo Ilva
    Sono state rese note oggi

    Le motivazioni della sentenza ILVA

    In oltre 3.700 pagine la Corte d’Assise di Taranto spiega la sentenza che ha condannato 26 imputati, tra i quali anche alcuni politici (compreso Nichi Vendola). Per i giudici la famiglia proprietaria dello stabilimento era a conoscenza dell’illegalità della gestione già dal momento dell'acquisto
    29 novembre 2022 - Francesco Casula e Andrea Tundo
  • Novità sul "Parco di Lulù" ora denominato "Sorrisi dei Tamburi" al quartiere Tamburi di Taranto
    Taranto Sociale
    Un aggiornamento dalla dottoressa Annamaria Moschetti

    Novità sul "Parco di Lulù" ora denominato "Sorrisi dei Tamburi" al quartiere Tamburi di Taranto

    Il parco è stato donato anni fa dal cantante Niccolò Fani. La pediatra Annamaria Moschetti rinnova la richiesta di sospendere l'immissione di sostanze cancerogene e neurotossiche provenienti dalla vicina area industriale.
    24 novembre 2022
  • Ex Ilva: Peacelink, Stato aiuti lavoratori non azienda
    Taranto Sociale
    "La siderurgia di Taranto è un cavallo morente"

    Ex Ilva: Peacelink, Stato aiuti lavoratori non azienda

    Secondo Peacelink, “occorre un piano B per le aree di crisi, fra cui Taranto, basato sulle bonifiche e su una riconversione economica finalizzata alla transizione ecologica. Lo stabilimento Ilva di Taranto non ha un futuro né.economico né ecologico”.
    22 novembre 2022 - AGI
  • Con Domenico Iannacone per raccontare la speranza attiva
    Laboratorio di scrittura
    Un video emozionale girato nel quartiere Tamburi di Taranto

    Con Domenico Iannacone per raccontare la speranza attiva

    Questa è la foto che suggella un lavoro fatto con passione, per documentare, con il video "La polvere negli occhi", la storia della lotta contro il disastro ambientale di Taranto e per tentare di salvare una comunità da una tragedia che ha segnato la storia di tante persone, di tante famiglie.
    23 novembre 2022 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)