Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Comunicato stampa di Peacelink

Peacelink apprezza la risposta di Boccia e invita Vendola a fare altrettanto

La salute dei tarantini deve essere difesa non solo con controlli episodici ma con un controllo costante sulle emissioni cancerogene come la diossina.
22 gennaio 2010
Alessandro Marescotti (Presidente di Peacelink)

Ilva di Taranto
E' una buona notizia che Francesco Boccia, candidato alle primarie del centrosinistra, abbia prontamente risposto all'appello di PeaceLink in campo ambientale definendolo "assolutamente condivisibile".

PeaceLink, rivolgendosi a Vendola e a Boccia, aveva proposto ai due candidati le dieci cose più urgenti da fare per affrontare l'emergenza ambientale.

L'appello in dieci punti di PeaceLink è stato pubblicato online all'indirizzo web
http://www.tarantosociale.org/tarantosociale/a/31065.html

Questa attenzione dimostra come il binomio ecologia-salute sia diventato centrale nel dibattito del centrosinistra per le primarie di domenica finalizzate a scegliere il futuro candidato alla Presidenza della Regione Puglia.

Scendendo nello specifico il candidato del PD Francesco Boccia ha dichiarato in particolare che "occorre prima di tutto un campionamento continuo" della diossina. Questo è il primo punto da attuare urgentemente altrimenti la legge regionale antidiossina rischia di essere vanificata da controlli "annunciati" a cui l'azienda si prepara con le opportune precauzioni. Occorre invece un "Grande Fratello" che vigili in continuazione, giorno e notte, sulla diossina dell'Ilva: tale è il campionamento continuo. L'Ilva doveva presentare dal febbraio 2009 il piano di controllo della diossina 24 ore su 24 (campionamento continuo) previsto dall'articolo 3 della legge regionale. Nulla è giunto sui tavoli della Regione Puglia a dimostrazione dell'assenza di volontà da parte dell'azienta nell'eseguire questo tipo di misurazione continuativa della diossina.

E' pertanto positivo il fatto che Francesco Boccia abbia focalizzato la sua attenzione proprio su un intervento che PeaceLink considera una priorità assoluta.

PeaceLink auspica che anche Nichi Vendola faccia altrettanto.

La salute dei tarantini deve essere difesa non solo con controlli episodici ma con un controllo costante sulle emissioni cancerogene come la diossina.

http://www.peacelink.it
http://www.tarantosociale.org

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)