narcos

14 Articoli
  • Honduras: Zacate Grande e la criminalizzazione della protesta

    Honduras: Zacate Grande e la criminalizzazione della protesta

    Ordini di cattura e repressione contro la popolazione mentre il ‘presidente’ JOH
    è accusato di ricevere milioni di dollari dai narcos
    3 ottobre 2019 - Giorgio Trucchi
  • In America latina tiro al bersaglio contro i giornalisti
    Nel 2017 sono stati assassinati 42 operatori dell'informazione

    In America latina tiro al bersaglio contro i giornalisti

    Le istituzioni criminalizzano i reporter e garantiscono l'impunità ai loro carnefici
    17 gennaio 2018 - David Lifodi
  • Messico: nuovo crimine contro un leader sociale
    Il 6 febbraio è stato decapitato Gustavo Delgado Salgado, dirigente del Frente Popular Revolucionario

    Messico: nuovo crimine contro un leader sociale

    La guerra di Stato e narcos contro le organizzazioni popolari
    18 febbraio 2015 - David Lifodi
  • Massacro di Ayotzinapa: la guerra sporca dello Stato messicano
    Repressione e minacce contro i genitori dei desaparecidos

    Massacro di Ayotzinapa: la guerra sporca dello Stato messicano

    Dal dicembre 2012 almeno 350 persone sono in carcere per motivi politici
    28 gennaio 2015 - David Lifodi
  • Messico: limitazioni alla libertà di manifestazione
    Non si fermano cortei e proteste per i desaparecidos di Iguala

    Messico: limitazioni alla libertà di manifestazione

    Minacce e intimidazioni contro i genitori dei normalistas assassinati
    20 dicembre 2014 - David Lifodi
  • Massacro di Ayotzinapa: “È stato lo Stato”
    Il Messico è stanco di Peña Nieto e di un’intera classe politica che dirige il paese agli ordini dei narcos

    Massacro di Ayotzinapa: “È stato lo Stato”

    Studenti e movimenti sociali in piazza contro la “narcocrazia”
    26 novembre 2014 - David Lifodi
  • Messico: juvenicidio di stato
    La complicità tra le istituzioni governative e la criminalità organizzata ha determinato il massacro di Iguala

    Messico: juvenicidio di stato

    Crescono le proteste in tutto il paese, ma Enrique Peña Nieto usa il pugno di ferro
    17 novembre 2014 - David Lifodi
  • Il massacro di Ayotzinapa e le vene aperte del Messico
    Enrique Peña Nieto governa il paese a colpi di riforme strutturali, mentre lo stato di diritto viene violato costantemente

    Il massacro di Ayotzinapa e le vene aperte del Messico

    Narcos, oligarchia finanziaria e cacicchi amministrano lo stato con il beneplacito delle istituzioni
    29 ottobre 2014 - David Lifodi
  • Messico: verità e giustizia per i normalistas di Ayotzinapa
    Lo stato sfrutta episodi come questo per militarizzare il paese

    Messico: verità e giustizia per i normalistas di Ayotzinapa

    Il massacro degli studenti è avvenuto grazie alla collaborazione tra istituzioni, narcos e polizia
    20 ottobre 2014 - David Lifodi
  • Messico e sole

    5 dicembre 2012 - Tonio Dell'Olio
  • Invisibile

    4 dicembre 2012 - Tonio Dell'Olio
  • Crisi Umanitaria e violazione dei diritti dei popoli indigeni in Colombia
    9 Agosto : La Giornata Internazionale dei Diritti dei Popoli Indigeni

    Crisi Umanitaria e violazione dei diritti dei popoli indigeni in Colombia

    In Colombia, sessantacinque dei centodue popoli indigeni riconosciuti come tali, sono stati dichiarati “ a rischio, dovuto al conflitto armato, alla discriminazione e ala mancanza di protezione”.
    3 settembre 2011 - ORGANIZACIÓN NACIONAL INDIGENA DE COLOMBIA
  • Amnistia? Impunità per i «paras»

    La legge di «giustizia e pace» è un indulto di fatto generalizzato per i paramilitari. «Ha offerto legittimità internazionale a assassini, terroristi e capi narcos», secondo Amnesty. L'Unione europea esprime dubbi, ma ha dato un «appoggio condizionato»
    28 dicembre 2006 - Guido Piccoli
  • Colombia Uno scontro interno all'oligarchia fa traballare Uribe

    Narcos e generali, la resa dei conti

    La Colombia sull'orlo del caos. Dal computer di un capo paramilitare escono nomi di politici, generali e narcotrafficanti, «committenti» di omicidi e stragi. Lo scandalo innesca confessioni, accuse, ricatti. Emerge tra gli altri il nome di un famigerato comandante, cittadino italiano: ma perché l'ambasciata d'Italia ha dato il passaporto a Salvatore Mancuso?
    28 dicembre 2006 - Guido Piccoli

PeaceLink News

Archivio pubblico

Dal sito

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)