Storia della Pace

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    Prima guerra mondiale (1914-1918)

    9 Articoli
    • Una poesia scritta durante la Prima Guerra Mondiale

      Dulce et decorum est

      Wilfred Owen
    • Oggi 4 novembre, una giornata per ripudiare la guerra
      Le immagini della Prima Guerra Mondiale

      Oggi 4 novembre, una giornata per ripudiare la guerra

      Vi proponiamo le immagini del film di Franco Rosi "Uomini contro", ancora così attuale.
      4 novembre 2011 - Alessandro Marescotti
    • Un monumento contro la guerra
      Termignon (Francia)

      Un monumento contro la guerra

      Il monumento è chiamato "La pleureuse", la piangente
      1 novembre 2011 - Enrico Peyretti
    • Storia della pace

      Joyeux Noel: una verità dimenticata nella storia della prima guerra mondiale

      Titolo originale: Joyeux Noël
      Nazione: Francia, Germania, Gran Bretagna, Belgio, Romania
      Anno: 2005
      Genere: Guerra, Drammatico, Storico
      Durata: 115'
      Regia: Christian Carion
      3 aprile 2006 - Elisa Giulidori
    • Fu scritto da Giuseppe Antonio Borghese

      "Rubè": un romanzo poco conosciuto contro la guerra

      Del 1921 è il romanzo “Rubè”. Questo, pur non essendo un capolavoro dal punto di vista artistico, riveste una grande importanza storica per aver collocato la prima guerra mondiale all’interno della narrativa in modo estremamente critico.
      23 febbraio 2005 - Daniele Marescotti
    • Ambientato nella prima guierra mondiale, racconta le diserzioni francesi

      Orizzonti di gloria, un film pacifista proibito per vent'anni in Francia

      (Paths of glory) USA 1957 di Stanley Kubrick con Kirk Douglas, Adolphe Menjou, Suzanne Christian (Christiane Harlan)
      21 febbraio 2005 - Roberto Donati
    • Come venne dipinta la guerra dagli intellettuali interventisti

      La letteratura italiana e la prima guerra mondiale

      Ma si diffusero anche fenomeni di insofferenza e ribellione alla guerra: disfattismo, ammutinamenti e abbandono dei posti di combattimento.
      14 dicembre 2004 - Antonio Greggio
    • E il fante italiano andò in guerra...

      Gli italiani di fronte al massacro del '15-'18, tra insofferenza e rivolta morale

      Cruciale era il periodo della licenza. Molti soldati al ritorno a casa non potevano fare a meno di scoprirsi estranei alla guerra. La licenza produceva una inevitabile interruzione del processo di adattamento alla guerra. Il soldato si scopriva ancora uomo, padre e marito con una sensibilità e un senso dell’umanità che la bruttura della guerra gli facevano invece perdere. Molti ritennero che fu proprio l’effetto licenza a creare i presupposti per gli insuccessi del 1916 dell’esercito italiano.
      I militari di idee socialiste potevano essere condannati all’ergastolo per tradimento se diffondevano l’Avanti o raccoglieva fondi per il quotidiano socialista.
      21 novembre 2004 - Maurizio Attanasi
    • L'analisi dei "tre pacifismi" del primo Novecento nelle parole di un nazionalista

      Enrico Corradini: un discorso del 1913 contro il pacifismo

      "Dovere essenziale del nazionalismo è la formazione d'una coscienza guerresca da opporre alla coscienza pacifista".
      12 settembre 2004 - Documento storico
    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies