Taranto, il mio intervento durante la conferenza stampa

Quello che Di Maio non ha detto sull'immunità penale

Gli contesto che abbia propagandato una norma "abrogativa" senza renderne noto il testo. La norma infatti non abroga ma RISCRIVE l'immunità penale ILVA per far decadere il ricorso alla Corte Costituzionale. Ma Di Maio decide di non leggere la norma, che oggi nessun giornalista ha potuto conoscere.
24 aprile 2019

ILVA

Pensavo che nell'incontro pomeridiano con le associazioni il Vice Primo Ministro Di Maio ci avrebbe letto il testo della nuova norma per abrogare l'immunità penale. Non lo ha fatto. E questo mi ha insospettito. Mi ha insospettito ancor di più il silenzio di ArcelorMittal (che aveva dichiarato indispensabile l'immunità penale per proseguire ad operare a Taranto).

Che fare?

Ho allora deciso di intervenire stasera durante la conferenza stampa del Ministro chiedendogli di leggere pubblicamente la norma con cui dice che viene abrogata l'immunità penale per ArcelorMittal. Lui ha risposto che il testo della norma sarebbe apparso sulla Gazzetta Ufficiale.

Siccome una persona mi aveva mandato sul cellulare in anteprima la norma in questione - che non abroga ma RISCRIVE l'immunità penale per far decadere il ricorso alla Corte Costituzionale - ho insistito vivacemente perché Di Maio leggesse la nuova norma davanti ai giornalisti. Ho detto ad alta voce che avevo il testo della norma e il testo non abrogava l'immunità penale. Ma Di Maio non l'ha voluta leggere questa norma che ha decantato per tutta la sua visita a Taranto, davanti ai giornalisti. Gli ho chiesto se avesse qualcosa da nascondere. La conferenza stampa si era bloccata. E lui ha continuato a dire che la norma ce la potremo leggere sulla Gazzetta Ufficiale.

Guardate qui il video dal minuto 41.

C'è il mio intervento durante la conferenza stampa del Ministro Di Maio in cui gli chiedo di leggere PUBBLICAMENTE di fronte ai giornalisti il testo della norma che - secondo lui - abrogherebbe l'immunità penale.

Di Maio non lo fa e si dice stupito del fatto che io abbia letto una norma non ancora pubblicata in Gazzetta Ufficiale. Ma io l'ho letta la norma: non abroga ma RISCRIVE l'immunità penale per ArcelorMittal. E infatti ArcelorMittal non ha minimamente protestato con Di Maio.

Alleghiamo a questa pagina web il file del decreto (vedere articolo 46) che ci è giunto e che ha motivato il mio intervento nella conferenza stampa. 

Allegati

  • DL Crescita

    Governo italiano
    279 Kb - Formato docx
    Contiene la norma che secondo Di Maio dovrebbe abrogare l'immunità penale per l'ILVA

Articoli correlati

  • Aiuti di Stato, Alitalia e ILVA
    Economia
    Il Trattato di funzionamento dell'UE vieta gli aiuti di Stato

    Aiuti di Stato, Alitalia e ILVA

    Per il Financial Times l'Antitrust Ue avrebbe deciso di ritenere aiuti illegali i 900 milioni incassati nel 2017 da Alitalia. Per i restanti 400 del 2019 bisognerà attendere. La questione riguarda anche la più grande acciaieria italiana e il M5S per il finanziamento da 705 milioni di euro all'ILVA.
    10 settembre 2021 - Alessandro Marescotti
  • Vince la cittadinanza attiva
    Editoriale
    La batteria 12 della cokeria dell'ILVA di Taranto va fermata

    Vince la cittadinanza attiva

    Vince contro le pretese dell'azienda di continuare a produrre nonostante tutto, nonostante la grave situazione sanitaria dovuta all'inquinamento. Impianti fuori norma, come la cokeria 12, non possono continuare a produrre.
    21 luglio 2021 - Associazione PeaceLink
  • Ordinanza del TAR Lazio sulla batteria 12 della cokeria ILVA: occorre fermarla entro il 30 agosto
    Ecologia
    Il TAR Lazio scrive che occorre "operare per la messa fuori produzione della batteria 12"

    Ordinanza del TAR Lazio sulla batteria 12 della cokeria ILVA: occorre fermarla entro il 30 agosto

    Rigettate le motivazioni anti-covid alla base dei ritardi della messa norma della più grande batteria della cokeria ILVA. PeaceLink si era costituita "ad opponendum" rispetto all'istanza di Acciaierie d'Italia che richiedeva lo slittamento al gennaio 2022 dell'adempimento ambientale.
    21 luglio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Diffida sul campionamento continuo della diossina ILVA
    Ecologia
    Inviata dal Ministero della Transizione Ecologica al gestore dello stabilimento ILVA di Taranto

    Diffida sul campionamento continuo della diossina ILVA

    Il Gestore dell'ILVA non ha eseguito il controllo mensile del camino E-312. La legge prevede il fermo dell'impianto se accadesse una seconda volta in 12 mesi. PeaceLink evidenzia che dai controlli emerge una concentrazione di diossina superiore al limite prescritto per gli inceneritori.
    9 luglio 2021 - Associazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)