Taranto, il mio intervento durante la conferenza stampa

Quello che Di Maio non ha detto sull'immunità penale

Gli contesto che abbia propagandato una norma "abrogativa" senza renderne noto il testo. La norma infatti non abroga ma RISCRIVE l'immunità penale ILVA per far decadere il ricorso alla Corte Costituzionale. Ma Di Maio decide di non leggere la norma, che oggi nessun giornalista ha potuto conoscere.
24 aprile 2019

ILVA

Pensavo che nell'incontro pomeridiano con le associazioni il Vice Primo Ministro Di Maio ci avrebbe letto il testo della nuova norma per abrogare l'immunità penale. Non lo ha fatto. E questo mi ha insospettito. Mi ha insospettito ancor di più il silenzio di ArcelorMittal (che aveva dichiarato indispensabile l'immunità penale per proseguire ad operare a Taranto).

Che fare?

Ho allora deciso di intervenire stasera durante la conferenza stampa del Ministro chiedendogli di leggere pubblicamente la norma con cui dice che viene abrogata l'immunità penale per ArcelorMittal. Lui ha risposto che il testo della norma sarebbe apparso sulla Gazzetta Ufficiale.

Siccome una persona mi aveva mandato sul cellulare in anteprima la norma in questione - che non abroga ma RISCRIVE l'immunità penale per far decadere il ricorso alla Corte Costituzionale - ho insistito vivacemente perché Di Maio leggesse la nuova norma davanti ai giornalisti. Ho detto ad alta voce che avevo il testo della norma e il testo non abrogava l'immunità penale. Ma Di Maio non l'ha voluta leggere questa norma che ha decantato per tutta la sua visita a Taranto, davanti ai giornalisti. Gli ho chiesto se avesse qualcosa da nascondere. La conferenza stampa si era bloccata. E lui ha continuato a dire che la norma ce la potremo leggere sulla Gazzetta Ufficiale.

Guardate qui il video dal minuto 41.

C'è il mio intervento durante la conferenza stampa del Ministro Di Maio in cui gli chiedo di leggere PUBBLICAMENTE di fronte ai giornalisti il testo della norma che - secondo lui - abrogherebbe l'immunità penale.

Di Maio non lo fa e si dice stupito del fatto che io abbia letto una norma non ancora pubblicata in Gazzetta Ufficiale. Ma io l'ho letta la norma: non abroga ma RISCRIVE l'immunità penale per ArcelorMittal. E infatti ArcelorMittal non ha minimamente protestato con Di Maio.

Alleghiamo a questa pagina web il file del decreto (vedere articolo 46) che ci è giunto e che ha motivato il mio intervento nella conferenza stampa. 

Allegati

  • DL Crescita

    Governo italiano
    279 Kb - Formato docx
    Contiene la norma che secondo Di Maio dovrebbe abrogare l'immunità penale per l'ILVA

Articoli correlati

  • Wind Day e finestre delle scuole
    Taranto Sociale
    Il quartiere Tamburi di Taranto

    Wind Day e finestre delle scuole

    Bisognerebbe aprirle per le norme anti-covid ma oggi bisognava chiuderle perché arrivava il vento dall'area dell'ILVA. Ma perché il sistema di filtraggio anti-inquinamento dell'aria nelle scuole non è attivo?
    14 dicembre 2020 - Redazione PeaceLink
  • ArcelorMittal: Peacelink, si tamponano solo le perdite
    Ecologia
    "Il mercato globale decreterà la fine di una fabbrica decotta e fallita da tempo”

    ArcelorMittal: Peacelink, si tamponano solo le perdite

    L’accordo stipulato nelle scorse ore da Invitalia, società del Mef, e ArcelorMittal, è “un'operazione che getta i soldi dello Stato in una prospettiva che non è di risanamento e di rilancio ma di puro tamponamento di perdite”.
    AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • L'ILVA produce di meno ma inquina di più nel 2020
    Ecologia
    Comunicato stampa: "Benzene + 128%"

    L'ILVA produce di meno ma inquina di più nel 2020

    PeaceLink invita il Sindaco di Taranto, il Presidente della Provincia e il Presidente della Regione a inviare alla Commissione Europea e alla CEDU (Corte Europea dei Diritti dell'Uomo) tutta la documentazione per sottolineare l'incompatibilità con la salute pubblica dell'area a caldo dell'ILVA.
    7 dicembre 2020 - Redazione PeaceLink
  • Quello che il governo non dice sul nuovo accordo con ArcelorMittal
    Editoriale
    Già nel 2013 lo Stato prese in gestione l'acciaieria perdendo quasi tre miliardi in due anni

    Quello che il governo non dice sul nuovo accordo con ArcelorMittal

    Per far proseguire la produzione in perdita degli impianti Ilva ed evitare la fuga di Mittal, il governo ha dovuto accettare alcune condizioni dettate dal partner privato. Sono condizioni che in prospettiva possono far saltare l'accordo appena firmato. Ve le riportiamo integralmente.
    11 dicembre 2020 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)