Pavia: Tragedie dimenticate: cosa significa il silenzio dei media?

Ore 17 - Santa Maria Gualtieri
13 settembre 2005

Invito

L’Osservatorio sulle crisi dimenticate è un progetto promosso da Medici Senza Frontiere, in collaborazione con l’Osservatorio di Pavia, Orao News e la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Roma “La Sapienza”, e nasce da un’analoga esperienza realizzata annualmente dalla sezione statunitense di Medici Senza Frontiere. Da otto anni, MSF-USA, a dicembre, rende nota la “Top 10” delle crisi dimenticate dai mezzi d’informazione, sulla base dei risultati di un monitoraggio dei tre principali network televisivi americani. MSF-Italia ha promosso un’analoga ricerca sull’informazione italiana, nella certezza che la concentrazione mediatica solo su alcune gravi crisi internazionali condanna al silenzio le tragedie che si consumano nel resto del mondo. Un silenzio molto più che simbolico, nella misura in cui avrebbe la forza di sottrarre risorse ai paesi dimenticati, a favore di drammi più visibili e anche per ciò in grado di fagocitare gli aiuti economici.

Nell’ambito del progetto Osservatorio sulle crisi dimenticate, l’Osservatorio di Pavia svolge dal 1 luglio 2004 un monitoraggio e un’analisi dei principali notiziari italiani di Rai, Mediaset e La7, mettendo in evidenza le crisi su cui maggiormente si concentra l’attenzione dell’informazione, le crisi che hanno uno spazio marginale e, in quanto assenti, le crisi completamente dimenticate.

Nel corso della tavola rotonda, verrà presentato il primo rapporto nazionale, con i dati relativi al secondo semestre 2004 presentati e discussi a Roma il 18 febbraio 2005, durante il convegno “Crisi dimenticate: quando il silenzio uccide”.

Note: Info: mmarchese@osservatorio.it

Articoli correlati

  • Che Tempo che fa - Rai2: Fabio Fazio menziona "Riace. Musica per l'Umanita'"
    Pace
    Fabio Fazio intervista Mimmo Lucano su Rai2

    Che Tempo che fa - Rai2: Fabio Fazio menziona "Riace. Musica per l'Umanita'"

    Il Libro "Riace. Musica per l'Umanità" è illustrato in prima serata su Rai2 da Fabio Fazio durante l'intervista a Mimmo Lucano
    10 novembre 2019 - Laura Tussi
  • 4 novembre 2019: non festa ma lutto. Ogni vittima ha il volto di Abele
    Pace

    4 novembre 2019: non festa ma lutto. Ogni vittima ha il volto di Abele

    Per questo chiediamo una drastica riduzione delle spese militari che gravano sul bilancio dello stato italiano per l'enorme importo di decine e decine di milioni di euro al giorno e che i fondi pubblici siano invece utilizzati in difesa dei diritti umani di tutti gli esseri umani e del mondo vivente.
    26 ottobre 2019 - Movimento Nonviolento, PeaceLink, Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo
  • Solidarietà alla troupe Rai aggredita a Carsoli
    PeaceLink Abruzzo

    Solidarietà alla troupe Rai aggredita a Carsoli

    E’ necessario impegno concreto e non retorica e dichiarazioni di circostanza
    7 ottobre 2019 - Associazione Antimafie Rita Atria - Movimento Agende Rosse “Paolo Borsellino Giovanni Falcone” Abruzzo - PeaceLink Abruzzo
  • 4 Novembre 2018: non festa ma lutto. Ogni vittima ha il volto di Abele
    Editoriale

    4 Novembre 2018: non festa ma lutto. Ogni vittima ha il volto di Abele

    Per questo chiediamo una politica di disarmo, poiche' le armi sempre e solo uccidono gli esseri umani.
    Per questo sosteniamo la richiesta che l'Italia sottoscriva e ratifichi il Trattato Onu per la proibizione delle armi nucleari del 7 luglio 2017.
    Per questo chiediamo una drastica riduzione delle spese militari che secondo autorevoli stime gravano sul bilancio dello stato italiano per l'enorme importo di settanta milioni di euro al giorno.
    29 ottobre 2018 - Movimento Nonviolento, PeaceLink, Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)