USA: lanciata una nuova emittente TV in lingua araba via satellite per l'Irak

Il governo degli Stati Uniti ha lanciato una nuova emittente TV in lingua araba via satellite per l'Irak. I programmi sono prodotti in uno studio, Grace Digital Media, controllato da cristiani fondamentalisti fanaticamente pro Israele. Il nome "Grace" sta per l'abbreviazione "Per Grazia di Dio".
5 maggio 2003
Russell Mokhiber e Robert Weissman

Grace Digital Media è controllato da una milionaria cristiana fondamentalista,
Cheryl Reagan. Essa si impadronì del controllo del Federal News Service,
un servizio di traduzione di news, appartenente in precedenza a Cortes Randell,
che denuncia di essere stato estromesso di forza dalla propria società.

Grace News ha sede nel centro di Washington, in un ufficio del Dipartimento
Federale, che ospita anche il Network Grace News.

Il centralino risponde alle chiamate come "Grace Digital Media/Federal
News Service".

La missione descritta nella home page del sito web descrive Grace News Network
(GNN) come dedicato a trasmettere "l'evidenza della presenza di Dio nel
mondo di oggi". Il Broadcasting Board of Governors (BBG) , l'agenzia del
governo USA che produce i servizi giornalistici per l'Irak, ama descriversi
come la BBC degli USA.

BBG gestisce Radio Free Europe, Voice of America, e Radio Sawa in lingua araba
per il Medio Oriente.

"La nostra missione è chiara" dice Joan Mower di BBG,"
trasmettere notizie accurate e oggettive sugli Stati Uniti ed il mondo. Noi
non facciamo propaganda o volantinaggio, noi siamo come la BBC da quel punto
di vista. Noi siamo una casa di produzione usata da ogni genere di agenzie di
informazione. Grace non ha niente a che vedere con la parte redazionale della
trasmissione di notizie. Le agenzie noleggiano da noi apparecchiature, spazi,
studi. Il nostro personale comprende tecnici, addetti alla produzione ma non
redattori".

Mower disse che non ci poteva fornire il contratto tra BBG e Grace Digital Media,
e neppure poteva dirci su che basi Grace Digital fosse stata scelta come casa
di produzione.

Grace News Network proclama che sarà "uno strumento unico nel piano
che il ministero del Signore ha per il mondo".

"Grace News Network fornisce connessioni di rete e portali a vari ministeri
e servizi di informazione a vantaggio di ogni credente cristiano e ricercatore
della verità", afferma lo statuto per quanto riguarda gli obiettivi
prefissi.

Il presidente di Grace News Network è Thorne Auchter: lo stesso Thrne
Auchter che iniziò lo smantellamento della "Occupational Safety
and Health Administration" (servizio di tutela della salute sul lavoro)
sotto i presidenti Reagan e Bush Senior.

Auchter non ha risposto alla nostra richiesta di commentare questa storia.

Non è chiaro se Grace News Network attualmente produca notiziari, ma
ha prodotto un film intitolato "Israele: destino divino" che ha presentato
al National Press Club nel settembre 2002. Il film descrive " il destino
di Israele ed il ruolo degli Stati Uniti in questo suo destino", così
come lo vede Grace News Network. Grace ha detto che non era in grado di fare
un copia di questo film da darci, dal momento che sta passando la verifica post-produzione,
e neppure poteva fornircene una trascrizione.

I media ufficiali hanno documentato legami forti e crescenti tra i repubblicani
cristiani fondamentalisti di destra ed espansionisti di destra israeliani che
appoggiano Sharon. Questa alleanza è personificata dal gruppo di Ralph
Reed "Stand up for Israel", formato per "mobilitare i cristiani
ed altre persone di fede a sostegno dello stato di Israele".

Il presidente Bush ha forti legami con cristiani fondamentalisti, fra cui Franklin
Graham, il figlio del reverendo Billy Graham.

Venerdì scorso, Billy Graham ha lanciato un messaggio del Venerdì
Santo al Pentagono, malgrado avesse già in precedenza causato una sommossa
con una dichiarazione che aveva fatto scandalo sull'"Islam, religione molto
malvagia e perfida".

Don Wagner, professore di religione e direttore del Centro di Studi sul Medio
Oriente all'università di North Park, un collegio cristiano evangelico
di Chicago, ha pubblicato studi approfonditi su ciò che egli definisce
"Christian Zionism" e sui personaggi che definisce come leader, tra
cui Ralph Reed, Jerry Falwell, Pat Robertson, Gary Bauer, e Franklin Graham:
"I Cristiani Sionisti hanno storicamente puntato su Genesi 12:3- Benedirò
coloro che vi benedicono. E coloro che vi maledicono, io li maledirò-.
Il dottor Wagner ha detto: " Essi hanno interpretato questo versetto per
significare che individui e nazioni che sostengono lo stato di Israele saranno
benedetti da Dio. Questa frase è diventata la giustificazione acritica
del sostegno politico, economico, morale reso allo stato di Israele".

Grace News Network si inserisce bene in questa cornice. Joan Mower dice che
BBG attualmente produce e trasmette sei ore di notiziari in Irak incluso una
versione adattata delle notizie serali di ABC, CBS, NBC, FOX e PBS, più
tre ore di programmi originali di notizie da BBG.

BBG dice che non vede che problema ci sia sul fatto che Grace produca il notiziario
della sera per l'Irak. Vista la crescente rivolta antiamericana in Irak che
attraversa tutti i settori della società irachena, forse dovrebbe rivedere
le sue posizioni.

Abbiamo chiamato Grace Digital Media per parlare con Cheryl Reagan. La sua segretaria
ci ha detto che è assente per una prolungata vacanza di più di
un mese... in Israele.


Articoli correlati

  • Il 20 maggio i lavoratori e le realtà sociali di tutta l’Italia scioperano per dire NO alla guerra
    Pace
    Affollata assemblea preparativa a Roma

    Il 20 maggio i lavoratori e le realtà sociali di tutta l’Italia scioperano per dire NO alla guerra

    “Il padronato vuole comprarci col bonus governativo di €200? Se li metta in quel posto”, ha tuonato un rappresentante sindacale. “Noi, il 20, scioperiamo contro la sua guerra che causa inflazione, aumento di prezzi, cassa integrazione nelle industrie vulnerabili, tagli alla sanità e ai servizi".
    8 maggio 2022 - Patrick Boylan
  • L'escalation della guerra Russia-Ucraina
    Disarmo
    Nella dinamica dell’escalation i mezzi divorano il fine

    L'escalation della guerra Russia-Ucraina

    “Durante la guerra fredda gli Stati Uniti resistettero all'Unione Sovietica in conflitti per procura in tutto il mondo senza venire a scontri diretti. La stessa risposta accuratamente calibrata è necessaria per l'invasione russa dell'Ucraina"
    6 maggio 2022 - Rossana De Simone
  • Dolci, terribili scivolamenti del discorso pubblico sulla guerra in Ucraina
    Conflitti
    Scomparsi i negoziati e la parola "pace"

    Dolci, terribili scivolamenti del discorso pubblico sulla guerra in Ucraina

    Il discorso pubblico sulla guerra in corso si va modificando in modo rapido e sostanziale ma, al contempo, poco visibile e perciò “indolore”. Questi cambiamenti così rilevanti raramente sono oggetto di discussione in quanto tali e questo può contribuire a renderli invisibili ai nostri occhi.
    1 maggio 2022 - Daniela Calzolaio
  • Il caso va archiviato
    Pace
    Estradizione di Julian Assange

    Il caso va archiviato

    L’Occidente giustamente condanna il bavaglio ai media russi. Sarebbe tuttavia più persuasivo se il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, fosse libero
    22 marzo 2022 - Bernd Pickert
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)