Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

A Bari per un convegno, il ministro in carica batte sull'energia solare

«Vogliamo il sole e una Italia che guardi a Zapatero»

Pecoraro Scanio ha parlato anche del caso dell´Ilva di Taranto. «Con una lettera formale diretta al presidente della giunta regionale pugliese Nichi Vendola - ha detto - avvio la procedura per l´accordo di programma con cui daremo l´Autorizzazione integrata ambientale all´Ilva per ridurre quella che è una delle condizioni di maggior inquinamento dEuropa».
1 marzo 2008
Danilo Calabrese
Fonte: Barilive.it

- Sarà lui il capolista della Sinistra l'Arcobaleno in Puglia. Lo ha comunicato il ministro stesso oggi a Bari per il convegno Patto per il clima, patto per la Puglia, tenuto nella sala consiliare della Provincia. In una giornata densa di appuntamenti politici nel capoluogo pugliese, Alfonso Pecoraro Scanio, che sarà capolista anche in Campania, si prepara alla vicina tornata elettorale, carico e fiducioso di ottenere un buon risultato dalle nostre parti.

"Quella pugliese", ha affermato Pecoraro Scanio, "è una richiesta molto forte e se il tavolo nazionale deciderà, sarò presente in un luogo dove guidiamo la Regione e la città di Taranto. In Puglia abbiamo dimostrato che è possibile un altro modo di governare, a favore dell'ambiente, della pace, dei diritti dei precari e del lavoro". E ha annunciato che "abbiamo intenzione di far in modo che la Puglia ospiti la prima grande centrale solare d'Italia"

Ma le notizie buone sono altre. "Con i due consulenti gratuiti del ministero dell'ambiente, l'economista statunitense Jeremy Rifkin e il Premio Nobel Carlo Rubbia", ha annunciato il ministro dell'ambiente in carica, "abbiamo intenzione di far in modo che la Puglia ospiti la prima grande centrale solare d'Italia. Siamo convinti che si possa armonizzare la crescita del territorio con il rispetto dell'ambiente".

Ma le politiche sono l'argomento del momento: Perciò, Pecoraro Scanio non ha perso occasione per rispondere, sempre sul tema, all'altro big di passaggio oggi a Bari e non solo. "E' una risposta a Berlusconi", ha precisato, "che ripropone il nucleare, e a Veltroni, che lascia ancora aperta la questione legata al carbone. Noi vogliamo il sole e una Italia che guardi più a Zapatero che non al ritorno degli anni '60".

Valido esempio di un contemperamento tra buona politica e sviluppo "armonioso" del territorio risiederebbe proprio quì, secondo l'esponente della Sinistra l'Arcobaleno. "Abbiamo dato già delle dimostrazioni di come sia possibile armonizzare la crescita con il territorio", ha detto ancora, "e l'accordo fatto su Brindisi dove sono state sbloccate decine e decine di migliaia di euro, è stato un segno significativo della collaborazione tra governo nazionale e regionale".

Infine, qualche parola la spende anche sul rapporto con il neonato Pd. "A Livello nazionale", ha concluso, "il partito democratico ha rotto senza che noi condividessimo, dimostrando di voler diventare una forza centrista e non progressista. A livello locale, dove ci sono le condizioni di contenuto, vanno mantenute le alleanze perchè peggiorare la situazione sarebbe un'errore. In generale, spero che il Pd abbia la capacità di risvegliarsi da questo momento di confusione".

Articoli correlati

  • Domenico Iannacone: "Stop al sacrificio di Taranto"
    Ecologia
    Gli è stato appena assegnato un premio giornalistico per la libertà di stampa

    Domenico Iannacone: "Stop al sacrificio di Taranto"

    In questo videomessaggio l'autore della puntata "La polvere negli occhi" su Raitre ha dichiarato: "Voglio manifestare la mia vicinanza ai cittadini che soffrono. Sono qui a dare il mio pieno appoggio alla manifestazione che si terrà il 22 maggio a Taranto alle ore 17 in piazza Garibaldi"
    18 maggio 2022 - Alessandro Marescotti
  • ILVA: la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo dà nuovamente ragione ai cittadini
    Ecologia
    Il 22 maggio manifestazione in piazza contro il dissequestro degli impianti siderurgici

    ILVA: la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo dà nuovamente ragione ai cittadini

    Le quattro condanne di oggi verso l'Italia sono la plastica evidenziazione di tutte le inadempienze dei governi che si sono succeduti. Le quattro condanne di oggi della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo (CEDU) confermano Taranto come "zona di sacrificio" dei diritti umani.
    5 maggio 2022 - Associazione PeaceLink
  • Ex Ilva: Tar Lecce, superato diritto compressione salute
    Ecologia
    Dichiarazioni forti in materia di diritti

    Ex Ilva: Tar Lecce, superato diritto compressione salute

    Il Presidente del Tar di Lecce, Antonia Pasca, ha parlato dell'Ilva all'inaugurazione dell’anno giudiziario. Nel 2021 il Tar confermò invece l’ordinanza di chiusura dell'area a caldo del sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci.
  • Eccessi di mortalità nei tre quartieri di Taranto più vicini all'area industriale
    Citizen science
    Raffronto fra la mortalità dei quartieri più inquinanti di Taranto e la mortalità regionale

    Eccessi di mortalità nei tre quartieri di Taranto più vicini all'area industriale

    Dal 2011 al 2019 in totale vi sono 1075 morti in eccesso di cui 803 statisticamente significativi.
    L'eccesso di mortalità medio annuo è di 119 morti di cui 89 statisticamente significativi.
    L'intervallo di confidenza considerato è del 90%.
    13 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)