MediaWatch

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    Censure e manipolazioni

    Ostacoli e minacce alla liberta' di espressione
    106 Articoli - pagina 1 2 ... 11
    • Donne, costrette a femen e a fenomeni?!
      Amina Tyler ha colto, come tantissime sue "sorelle", ma rischiando pesantemente in prima persona, il nostro personalissimo "se non ora quando" ...

      Donne, costrette a femen e a fenomeni?!

      "Voi dovete andari avanti e portare avanti questa guerra contro il sessimo"
      27 maggio 2013 - Nadia Redoglia
    • Chi spara sui civili in fuga e sull'ospedale di Sirte?
      Ancora notizie manipolate sulla guerra in Libia

      Chi spara sui civili in fuga e sull'ospedale di Sirte?

      Secondo RaiNews sarebbero i lealisti a sparare sui profughi in fuga da Sirte. Ma è plausibile che i lealisti bombardino l'ospedale della città in cui essi stessi sono asserragliati?
      3 ottobre 2011 - Antonella Recchia
    • Libia: Rainews fornisce informazioni di guerra non verificabili
      Lettera a Corradino Mineo

      Libia: Rainews fornisce informazioni di guerra non verificabili

      Continuiamo a leggere sul sito di Rainews informazioni non firmate da nessuno e - soprattutto - che non sono falsificabili, direbbe Popper. L'epistemologo Popper scrisse "Cattiva maestra televisione". Quando un'informazione non è falsificabile non vale niente.
      22 settembre 2011 - Alessandro Marescotti
    • Libia: “Non è stata una rivolta popolare”
      Berlusconi alla Festa dei Giovani del PdL

      Libia: “Non è stata una rivolta popolare”

      Secondo Le Figaro, Silvio Berlusconi avrebbe dichiarato che in Libia non vi è stata una rivolta popolare, ma un'azione voluta da "uomini di potere" decisi a cacciare Gheddafi. Se ne parla in tutto il mondo, tranne che in Italia.
      19 settembre 2011 - Redazione Le Figaro
    • Libia: Rainews diffonde bugie di guerra?
      Botta e risposta fra Alessandro Marescotti (PeaceLink) e Corradino Mineo (Rainews)

      Libia: Rainews diffonde bugie di guerra?

      "Libia, i ribelli entrano a Bani Walid senza combattere" (Rainews 6/9/2011). "Libia. Le forze del rais resistono a Bani Walid" (Rainews 10/9/2011). La prima delle due notizie era falsa ed era propaganda psicologica. Come mai Rainews l'ha diffusa senza verificarla?
      18 settembre 2011
    • La Top Ten dei Falsi Miti sulla Guerra in Libia
      Il popolo libico ha vinto?

      La Top Ten dei Falsi Miti sulla Guerra in Libia

      Una dettagliata analisi delle dieci bugie più grosse sulle quali le potenze occidentali, con la complicità dei media, hanno costruito la "necessità" dell'intervento in Libia.
      8 settembre 2011 - Maximilian C. Forte
    • Guerra in Libia, anche Radio 24 fa disinformazione
      Questi episodi atroci si ripetono, da parte dei “ribelli”, fin da aprile, ma nessuno ne ha parlato perché non rientrano nella narrazione sugli “alleati locali della Nato”

      Guerra in Libia, anche Radio 24 fa disinformazione

      Ci permettiamo però di segnalarvi un servizio della francese France 24 secondo il quale invece ad Abu Slim i “ribelli” alleati della Nato hanno sterminato intere famiglie di ex funzionari
      27 agosto 2011 - Marinella Correggia
    • Libia: ecco i crimini dei “ribelli” alleati della Nato
      Per i giornalisti di Repubblica al desk esteri

      Libia: ecco i crimini dei “ribelli” alleati della Nato

      Perché non date informazioni corrette sulla guerra in Libia? Ecco le notizie
      27 agosto 2011 - Marinella Correggia
    • "Gheddafi ha le ore contate". Sono in atto tecniche belliche di Mind Control e di Information Warfare
      Provate a fare una ricerca con Google e scoprirete che aveva le ore contate fin da febbraio

      "Gheddafi ha le ore contate". Sono in atto tecniche belliche di Mind Control e di Information Warfare

      Lo ha detto Frattini il 12 maggio, poi il 16 maggio. Poi il 22 maggio ha aggiunto: "Siamo fuori tempo massimo". Non preoccupatevi. Questa frase ritornerà altre volte, tanto la gente mica ricorda tutto. In questo momento sullo scenario di guerra sono al lavoro i tecnici specializzati in Mind Control.
      23 agosto 2011 - Alessandro Marescotti
    • A Rainews 24: anche voi ignorate la strage Nato e confondete le acque (tutti sul carro del vincitore)
      Lettera a Corradino Mineo

      A Rainews 24: anche voi ignorate la strage Nato e confondete le acque (tutti sul carro del vincitore)

      Tacete i massacri, ripetete banalità, confondete armati con civili, senza batter ciglio ripetete la versione Nato (o dei"ribelli")
      22 agosto 2011 - Marinella Correggia
    pagina 1 di 11 | precedente - successiva
    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy