Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Giornata della Tolleranza

I Luoghi della Memoria e la Costruzione della Pace

Comune di Napoli - Dipartimento Consiglio Comunale Osservatorio Permanente centro storico di Napoli-sito UNESCO
Laura Tussi10 novembre 2015

UNESCO

Giornata della Tolleranza

"I Luoghi della Memoria e la Costruzione della Pace"

 

Comune di Napoli - Dipartimento Consiglio Comunale Osservatorio Permanente centro storico di Napoli-sito UNESCO

 

La Giornata della Tolleranza16 novembrecompie vent'anni, dal momento che la Dichiarazione sui Principi della Tolleranza è stata adottata dall'UNESCO, a Parigi, nel 1995, quale strumento di sensibilizzazione del pubblico ai valori della convivenza. 
Nell'occasione, l'Osservatorio Permanente del Centro Storico di Napoli, Sito UNESCO, realizza una conferenza, in cui sarà anche presentata la ricerca-azione dal titolo "La Pagina in Comune", edita da "Ad Est dell'Equatore", Napoli, 2015, sui luoghi della memoria e i giacimenti culturali quali luogo dello scambio inter-culturale e della convivenza pacifica. 
Si tratta di una sperimentazione attivata anche grazie al protagonismo della Città di Napoli che ha approvato, prima amministrazione locale in Italia, il primo progetto di una città per CCP in zona di conflitto, i "Corpi Civili di Pace in Kosovo", con la delibera n. 1029 (20.11.2011). 
Approvando la Giornata della Tolleranza, dell'Accoglienza e della Convivenza, con delibera n. 4 (07.03.2012), la Città di Napoli, per iniziativa dell'allora vicepresidente del Consiglio Comunale di Napoli, avv. Elena Coccia, ha inteso coniugare i valori della tolleranza con i principi della salvaguardia della pace e della cultura dei diritti, dei luoghi della memoria e del patrimonio culturale, al fine di promuovere dialogo e convivenza tra popoli, culture, religioni.

 

La Conferenza del 16 novembre ospita, nella splendida chiesa di S. Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, nel centro storico patrimonio UNESCO della Città di Napoli, esperti e intellettuali per confrontarsi con il pubblico sugli argomenti proposti. 
La conferenza avrà per tema "I Luoghi della Memoria e la Costruzione della Pace" ed è organizzata dall'Osservatorio Permanente del Centro Storico di Napoli, Sito UNESCO, in collaborazione con gli "Operatori di Pace -  Campania", Associazione Memorie e Culture "Lidia Menapace", IPRI - Rete CCP (Istituto di Ricerche per la Pace e Rete dei "Corpi Civili di Pace"), con il supporto della Opera Pia "Purgatorio ad Arco" ONLUS e dalla Casa Editrice "Ad Est dell'Equatore", e, con la presenza di Lidia Menapace, prevede gli interventi di
 
- Maria Teresa Iervolino, cultrice della memoria, boemista
- Edmond Ҫali,lettore di lingua e letteratura albanese
- Persida Lazarević, ricercatrice di letteratura serba e croata
- Andrea de Carlo, docente di lingua e letteratura polacca
- Rosanna Morabito, docente di lingua e letteratura serbo-croata
- Pasquale Voza, docente emerito di letteratura italiana
- Imma Barbarossa, ex deputata, docente di lettere
Lidia Menapace, ex senatrice, staffetta partigiana, docente
- Pino De Stasio, consigliere municipale, poeta
- Arnaldo Maurino, presidente commissione scuola, Comune di Napoli, e Elena Coccia, presidente osservatorio Centro Storico di Napoli, sito UNESCO. 
 
La Conferenza si terrà lunedì 16 novembre, alle ore 16.00 alla Chiesa di S. Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, in Via Tribunali 39.

Preleva la brochure (2.42 MB)

Segreteria Organizzativa
Osservatorio Permanente Centro Storico di Napoli, Sito UNESCO
dott. Gabriele di Napoli -arch. Elena Pagliuca 
tel.   0817959827

 

sul sito: http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/28335

Articoli correlati

  • Per un futuro senza eserciti
    Cultura
    Recensione

    Per un futuro senza eserciti

    Contro la guerra infinita e la militarizzazione sociale
    24 marzo 2020 - Laura Tussi
  • Le fabbriche di armi continuano a lavorare senza sosta
    Editoriale
    PeaceLink aderisce alla richiesta di riconversione civile avanzata da molte associazioni

    Le fabbriche di armi continuano a lavorare senza sosta

    Nel "Decreto Nuove misure per l’emergenza coronavirus" sono "consentite le attività dell’industria dell’aerospazio e della difesa, nonché le altre attività di rilevanza strategica per l’economia nazionale". Il governo potrebbe riconvertire e far produrre respiratori invece di armi.
    24 marzo 2020 - Redazione PeaceLink
  • Diario di un insegnante
    Laboratorio di scrittura
    La scuola al tempo del coronavirus

    Diario di un insegnante

    E' il momento di impegnare gli studenti a esercitare il loro senso di responsabilità. Dobbiamo svegliare in loro la curiosità, impegnandoli in cose nuove. Proponiamo la lettura. Per i miei studenti ho creato un archivio di 1700 libri online
    18 marzo 2020 - Alessandro Marescotti
  • Quattro anni con Berta
    Latina
    Honduras

    Quattro anni con Berta

    Copinh commemora “semina” della leader indigena e la sua rinascita
    nella lotta dei popoli
    6 marzo 2020 - Giorgio Trucchi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.34 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)