Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Giornata della Tolleranza

I Luoghi della Memoria e la Costruzione della Pace

Comune di Napoli - Dipartimento Consiglio Comunale Osservatorio Permanente centro storico di Napoli-sito UNESCO
Laura Tussi10 novembre 2015

UNESCO

Giornata della Tolleranza

"I Luoghi della Memoria e la Costruzione della Pace"

 

Comune di Napoli - Dipartimento Consiglio Comunale Osservatorio Permanente centro storico di Napoli-sito UNESCO

 

La Giornata della Tolleranza16 novembrecompie vent'anni, dal momento che la Dichiarazione sui Principi della Tolleranza è stata adottata dall'UNESCO, a Parigi, nel 1995, quale strumento di sensibilizzazione del pubblico ai valori della convivenza. 
Nell'occasione, l'Osservatorio Permanente del Centro Storico di Napoli, Sito UNESCO, realizza una conferenza, in cui sarà anche presentata la ricerca-azione dal titolo "La Pagina in Comune", edita da "Ad Est dell'Equatore", Napoli, 2015, sui luoghi della memoria e i giacimenti culturali quali luogo dello scambio inter-culturale e della convivenza pacifica. 
Si tratta di una sperimentazione attivata anche grazie al protagonismo della Città di Napoli che ha approvato, prima amministrazione locale in Italia, il primo progetto di una città per CCP in zona di conflitto, i "Corpi Civili di Pace in Kosovo", con la delibera n. 1029 (20.11.2011). 
Approvando la Giornata della Tolleranza, dell'Accoglienza e della Convivenza, con delibera n. 4 (07.03.2012), la Città di Napoli, per iniziativa dell'allora vicepresidente del Consiglio Comunale di Napoli, avv. Elena Coccia, ha inteso coniugare i valori della tolleranza con i principi della salvaguardia della pace e della cultura dei diritti, dei luoghi della memoria e del patrimonio culturale, al fine di promuovere dialogo e convivenza tra popoli, culture, religioni.

 

La Conferenza del 16 novembre ospita, nella splendida chiesa di S. Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, nel centro storico patrimonio UNESCO della Città di Napoli, esperti e intellettuali per confrontarsi con il pubblico sugli argomenti proposti. 
La conferenza avrà per tema "I Luoghi della Memoria e la Costruzione della Pace" ed è organizzata dall'Osservatorio Permanente del Centro Storico di Napoli, Sito UNESCO, in collaborazione con gli "Operatori di Pace -  Campania", Associazione Memorie e Culture "Lidia Menapace", IPRI - Rete CCP (Istituto di Ricerche per la Pace e Rete dei "Corpi Civili di Pace"), con il supporto della Opera Pia "Purgatorio ad Arco" ONLUS e dalla Casa Editrice "Ad Est dell'Equatore", e, con la presenza di Lidia Menapace, prevede gli interventi di
 
- Maria Teresa Iervolino, cultrice della memoria, boemista
- Edmond Ҫali,lettore di lingua e letteratura albanese
- Persida Lazarević, ricercatrice di letteratura serba e croata
- Andrea de Carlo, docente di lingua e letteratura polacca
- Rosanna Morabito, docente di lingua e letteratura serbo-croata
- Pasquale Voza, docente emerito di letteratura italiana
- Imma Barbarossa, ex deputata, docente di lettere
Lidia Menapace, ex senatrice, staffetta partigiana, docente
- Pino De Stasio, consigliere municipale, poeta
- Arnaldo Maurino, presidente commissione scuola, Comune di Napoli, e Elena Coccia, presidente osservatorio Centro Storico di Napoli, sito UNESCO. 
 
La Conferenza si terrà lunedì 16 novembre, alle ore 16.00 alla Chiesa di S. Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, in Via Tribunali 39.

Preleva la brochure (2.42 MB)

Segreteria Organizzativa
Osservatorio Permanente Centro Storico di Napoli, Sito UNESCO
dott. Gabriele di Napoli -arch. Elena Pagliuca 
tel.   0817959827

 

sul sito: http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/28335

Articoli correlati

  • Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza
    Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Nobel e intellettuali partigiani della pace, ieri e oggi
    Disarmo
    Rivista.eco rilancia l'appello dei 50 Premi Nobel per la riduzione delle spese militari nel mondo

    Nobel e intellettuali partigiani della pace, ieri e oggi

    Un appello di oltre 50 premi Nobel e diversi presidenti di accademie della scienza nazionali per la riduzione della spesa militare che, a livello globale, è quasi raddoppiata dal 2000 ad oggi, arrivando a sfiorare i duemila miliardi di dollari statunitensi l’anno
    21 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Il diritto alla pace e al disarmo
    Disarmo
    In Italia e Germania: bombe nucleari B61-12 Nato nelle basi militari di Ghedi, Aviano e Buchel

    Il diritto alla pace e al disarmo

    Verso un coordinamento antinucleare europeo. L'obiettivo è di inserire la valutazione delle attività militari e belliche - e quindi il disarmo come soluzione al grave inquinamento da esse prodotte - negli accordi di Parigi sul clima.
    10 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • I partigiani della pace
    Storia della Pace
    Un soggetto politico, strumento di partecipazione, informazione politica e culturale per i popoli

    I partigiani della pace

    Alcuni dei fondatori di questo movimento furono Picasso, Einstein, Neruda e tra gli italiani Nenni, Vittorini, Guttuso, Quasimodo, Ginzburg, Einaudi e molti altri
    8 dicembre 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)