olocausto

27 Articoli - pagina 1 2
  • Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto
    Giorno della Memoria

    Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto

    Eppure, quando guardo il cielo, penso che tutto volgerà nuovamente al bene, che anche questa spietata durezza cesserà, che ritorneranno l’ordine, la pace e la serenità. Perché continuo a credere nell’intima bontà dell’uomo.
    Anna Frank
  • La pietra d'inciampo di Pagani

    30 gennaio 2019 - Tonio Dell’Olio
  • Vaticano, Olocausto e fascismi
    su A - RIVISTA ANARCHICA n. 422 Febbraio 2018

    Vaticano, Olocausto e fascismi

    Libro a cura di Daniele Barbieri e Peter Gorenflos. Massari Editore. Recensione di Laura Tussi
    27 gennaio 2018 - Laura Tussi
  • Liliana Segre, parola di sopravvissuta

    24 gennaio 2018 - Tonio Dell'Olio
  • La memoria a cucù

    23 gennaio 2018 - Tonio Dell'Olio
  • UNIMONDO - La Scuola e i valori della Pace
    UNIMONDO Editoriale:

    UNIMONDO - La Scuola e i valori della Pace

    13 luglio 2015 - Laura Tussi
  • Il Giornale di Desio sul Porrajmos

    Il Giornale di Desio sul Porrajmos

    30 gennaio 2015 - Laura Tussi
  • Note di Memoria, Milano 27 Gennaio (1945-2015)

    Note di Memoria, Milano 27 Gennaio (1945-2015)

    24 gennaio 2015 - Laura Tussi
  • Il Giorno della Memoria a Bresso (Milano)

    Il Giorno della Memoria a Bresso (Milano)

    17 gennaio 2015 - Laura Tussi
  • Giorno della Memoria - 27 Gennaio

    Giorno della Memoria - 27 Gennaio

    17 gennaio 2015 - Laura Tussi
  • Porrajmos- L'Olocausto dimenticato degli zingari. A forza di essere vento
    Conferenza dello storico Paolo Finzi (redattore A rivista anarchica)

    Porrajmos- L'Olocausto dimenticato degli zingari. A forza di essere vento

    Lo sterminio nazifascista degli zingari, tra precedenti persecuzioni e attuali pregiudizi. Proiezione della testimonianza di un sinto tedesco internato ad Auschwitz-Birkenau e torturato dal dottor Mengele.
    17 gennaio 2015 - Laura Tussi
  • GIORNATA DELLA MEMORIA

    Il 27 gennaio del 1945 gli Alleati “scoprono” Auschwitz

    20 gennaio 2014 - Mario Bandera
  • GIORNATA DELLA MEMORIA

    La fisarmonicista di Auschwitz

    Esther Bejarano ha vissuto una delle pagine più inquietanti e scandalose della storia concentrazionaria. Faceva parte dell’orchestra femminile di Auschwitz-Birkenau, costretta a suonare l’accompagnamento all’olocausto.
    Francesco Comina
  • 27 gennaio 2013, un video per la pace

    Giornata della Memoria insieme

    Pensieri dalla "Casa per la Pace". Ecco un video fatto durante il nostro incontro a Tavarnuzze, un'esperienza che abbiamo condiviso con calore e qualche timidezza. Un grazie grandissimo a tutte le persone che nel mondo attraversano giorni crudeli mantenendo la loro umanità, dimostrandoci così che è sempre possibile lavorare per la Pace
    30 gennaio 2013 - Associazione PeaceLink
  • La grande truffa è l'illusione di libertà e potenza che si prova navigando in rete, ma siamo solo attori che recitano una parte dentro

    Una nuvola di follia

    È semplicemente folle pensare di uscire dall'enorme truffa in cui siamo piombati, senza condannare a pene vigorose chi le ha provocate, ma diventa un insulto presentare il conto di questo olocausto mediatico e finanziario alle vittime e non agli imputati.
    23 giugno 2012 - Ernesto Celestini
  • STORIA

    Strumenti per la memoria

    Ricordare le atrocità della Shoah è un imperativo morale soprattutto nei confronti delle giovani generazioni.
    Cristina Mattiello
  • Ricordare

    27 gennaio 2011 - Tonio Dell'Olio
  • Per non dimenticare...

    27 gennaio 2010 - Renato Sacco
  • Trasmettere la memoria della Shoah. La coscientizzazione morale e l’impegno sociale.

    Scuola tra Storia e Memoria

    L'insegnamento della Shoah deve contribuire a costituire una coscientizzazione morale che comporti il riconoscimento e l'identificazione di un evento storico cardine, paradigmatico e imprescindibile, il cui monito, sempre attuale, sia finalizzato all'impegno sociale e civile rispetto a tutte le questioni politiche contemporanee, che implicano e comportano la violazione dei diritti umani imprescindibili della persona, promulgati e sanciti dalla dichiarazione universale dei diritti e dalla carta costituzionale democratica. Per questo motivo, l'insegnamento degli eventi storici, inerenti la Shoah, può condurre i giovani alla presa di coscienza e alla motivazione solidale con la causa civile e sociale di tanti singoli, genti, popoli e minoranze minacciati, perseguitati e sterminati, attualmente, in tante parti del mondo, dove i diritti umani e civili vengono ripetutamente violati.
    19 giugno 2009 - Laura Tussi
  • La memoria come scelta etica
    La deportazione femminile

    La memoria come scelta etica

    Il valore della testimonianza
    9 giugno 2009 - Laura Tussi
  • i deportati, le testimonianze, gli eventi…

    Dentro le Storie

    L’importanza delle memorie di vita “… per non dimenticare” e tramandare la Shoah, “di generazione, in generazione”…
    9 giugno 2009 - Laura Tussi
  • L'insegnamento dell'Olocausto

    La Memoria e il Dialogo

    Tra scuola e differenze sociali
    3 giugno 2009 - Laura Tussi
  • Il Dovere di Ricordare
    Di Fronte alla Storia

    Il Dovere di Ricordare

    La Didattica dell’Olocausto
    25 maggio 2009 - Laura Tussi
  • Una lezione con gli studenti per la Giornata della Memoria
    27 gennaio 1945, si aprivano i cancelli di Auschwitz

    Una lezione con gli studenti per la Giornata della Memoria

    Come usare Youtube per capire il nazismo e l'Olocausto. Un'esperienza collettiva nel laboratorio di informatica: per non dimenticare
    26 gennaio 2009 - Alessandro Marescotti
  • L'Olocausto visto dai carnefici

    4 febbraio 2008 - Giuseppe Novellino
pagina 1 di 2 | precedente - successiva

PeaceLink News

Archivio pubblico

Dal sito

  • Editoriale
    Un video ideato per la manifestazione contro l'inquinamento a Taranto del prossimo 26 febbraio

    La roulette russa a Taranto

    Il nuovo video del regista Giuseppe Giusto dura appena due minuti ma è un vero e proprio colpo allo stomaco. Tra l'estremo e il paradossale, ci scaraventa dentro il dramma dell'inquinamento partendo dall'immagine di una pistola puntata alla tempia e dalla metafora della roulette russa
    16 febbraio 2020 - Alessandro Marescotti
  • Taranto Sociale
    Comunicato stampa

    Conferenza stampa per la fiaccolata del 26 febbraio 2020 a Taranto

    La conferenza stampa è stata moderata da Roberto MIssiani e si è svolta presso la biblioteca del convento di San Pasquale
    16 febbraio 2020
  • Taranto Sociale
    E' giusto vivere così?

    A Taranto la roulette russa continua

    Il nuovo video del regista Giuseppe Giusto arriva a sostegno della fiaccolata per le vittime dell'inquinamento che si terrà il 26 febbraio.
    16 febbraio 2020
  • Ecologia
    La denuncia di Greenpeace

    L'Italia avvelena la Malesia

    Questa nazione è diventata una delle principali destinazioni dei rifiuti occidentali in plastica di bassa qualità e di difficile riciclo
    13 febbraio 2020 - Maria Pastore
  • Taranto Sociale
    Taranto non si arrende!

    Martina: "Io, come tanti altri giovani, voglio scendere in campo"

    Durante la conferenza stampa per Fiaccolata per le vittime dell'inquinamento del 26 febbraio Martina: "L’appello che però lancio agli adulti, è quello di prendere coscienza e superare ogni divisione. Noi abbiamo bisogno del vostro esempio. Voi avete bisogno della nostra voglia di cambiare il mondo."
    15 febbraio 2020
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.32 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)