Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

    Ultime novità

    2108 Articoli - pagina 1 ... 112 113 114 ... 132
    • Alla battaglia degli Ogm
      Josè Bové rimandato a giudizio per la distruzione di campi modificati. Lo stesso tribunale dà ragione al sindaco che ne vieta la coltivazione

      Alla battaglia degli Ogm

      7 agosto 2004 - Clelia Cirvilleri  
    • Le grandi opere? Un bluff
      Lunardi

      Le grandi opere? Un bluff

      Scarsità di risorse, impatto ambientale, progetti alternativi ed opposizioni locali dovrebbero indurre il ministro Lunardi non a proporre ingiusti balzelli sulle strade statali, ma a ridimensionare radicalmente il piano delle grandi opere strategiche
      6 agosto 2004 - Anna Donati*
    • Tozeur, devastata dal turismo

      Tozeur, devastata dal turismo

      Il modello occidentale divento il punto di riferimento. L'attrazione del turismo di massa genera dei bisogni che la produzione locale non può soddisfare. I giovani sono pronti a vendere l'anima per ottenere una moneta, un oggetto o persino un indirizzo... Primi elementi di un'illusione migratoria che coltivano come solo sbocco della loro frustrazione (5). Questi rapporti fuggevoli mascherano la qualità dell'ospitalità tradizionale.
      6 agosto 2004 - Claude Llena*
    • Cambiamo il clima, dr. Watson?

      Cambiamo il clima, dr. Watson?

      «Le attività umane stanno modificando l'ambiente. Nei paesi industrializzati sono la causa principale del cambiamento climatico, ma i paesi poveri sono più vulnerabili. E questo rappresenta un pericolo per le future generazioni».
      5 agosto 2004 - Angelo Mastrandrea
    • L'Europa perde le sue coste

      L'Europa perde le sue coste

      Ogni anno il mare mangia dai cinquanta centimetri ai quindici metri di costa. La natura però non ha colpe: le responsabilità sono infatti dell'uomo e della sua ansia di edificare ovunque. Uno studio dell'Unione europea fa il punto anche sulle condizioni dei nostri litorali
      5 agosto 2004 - Alberto D'Argenzio
    • Citius, altius, fortius
      Il motto dei moderni Giochi olimpici è diventato legge suprema e universale di una civiltà illimitata

      Citius, altius, fortius

      4 agosto 2004 - Davide Ranzini
    • «Mangiare è un atto agricolo»

      «Mangiare è un atto agricolo»

      Solo il ritorno all'agricoltura di sussistenza può salvarci. Incontro con Weldell Berry,"intellettuale" dei campi"
      3 agosto 2004 - Carlo Petrini
    • Una legge brutta e senz'anima
      La politica energetica del Governo

      Una legge brutta e senz'anima

      2 agosto 2004 - Gianni Silvestrini
    •  "Storia dell'ambiente. Una introduzione"
      L'integrazione tra approcci storici e approcci ecologici rappresenta l'interessante impresa culturale proposta da questo libro per comprendere meglio il mondo in cui oggi viviamo.

      "Storia dell'ambiente. Una introduzione"

      Marco Armiero, Stefania Barca Carocci, 2004 pp. 211, euro 16,80
      1 agosto 2004 - Maria Arcà
    • In India i contadini non tengono il passo

      Schiacciati dal progresso scelgono il suicidio

      Per millenni il sistema aveva funzionato. Pochi sanno che l'India non ha conosciuto carestie fino al giorno in cui i britannici non vi hanno introdotto le imposte agrarie, e dunque la necessità per i contadini di avere denaro. Oggi, è l'ultimo passo della modernizzazione - e della valutazione monetaria del lavoro agricolo - che pretende le sue «vittime»
      2 agosto 2004 - Maurizio Blondet
    • La società industriale contro le società vernacolari
      II punto di vista ecologista di Edward Goldsmith.

      La società industriale contro le società vernacolari

      In definitiva, contro l'attuale società centralizzata burocratizzata Goldsmith ripropone l'ideale gandhiano di uno Stato come associazione di "repubbliche-villaggio", tendenzialmente autosufficienti, in cui le attività economiche, come indica con forza lo stesso Platone, siano svolte nella più piccola scala possibile, per salvaguardare al massimo grado attuabile l'ambiente sociale e fisico.
      28 luglio 2004 - Mario Cenedese
    • Lo sviluppo (in)sostenibile
      L'ultimo gadget ideologico dell'Occidente

      Lo sviluppo (in)sostenibile

      "In sostanza, il termine “sviluppo sostenibile” è una mistificazione verbale, un sofisma, perché non è l’ambiente che si vuole preservare ma, in primis, gli interessi dello sviluppo, quello nato dalla rivoluzione industriale inglese nel ‘ 700..."
      1 agosto 2004 - Davide Ranzini
    • L'Amazzonia chiede aiuto

      L'Amazzonia chiede aiuto

      I mutamenti climatici stanno minacciando la foresta amazzonica: entro cinquantanni, se i gas serra non diminuiranno, il polmone verde si trasformerà per metà in brulla savana. Ecco le opinioni degli esperti, tra allarmisti e scettici. Unica soluzione: ricorrere con urgenza alle energie alternative
      30 luglio 2004 - Stella Spinelli
    • Gli schiaffi al Pianeta preludono al caos
      Con questo articolo si conclude la rubrica "Hortus" di Gino Girolomoni sull'"Avvenire"

      Gli schiaffi al Pianeta preludono al caos

      29 luglio 2004 - Gino Girolomoni
    • Gocce di liberta'

      Gocce di liberta'

      Grazie al programma Fame Zero e ai suoi sostenitori, molti paesi del Nord Est del Brasile avranno finalmente la possibilità di raccogliere l'acqua piovana e di usufruirne a proprio piacimento. Il fondatore del sindacato dei lavoratori rurali di Campo Alegre de Lourdes, nello stato di Bahia, spiega l'importanza di questa novità: "Disporre dell'acqua per noi significa essere liberi"
      28 luglio 2004 - Stella Spinelli
    • Luci d'artista a Torino

      Luci d'artista a Torino

      Ma il consumismo, non è il cancro che sta distruggendo il mondo? Che toglie a chi ha meno del necessario per dare cose inutili a chi ha già troppo? Sprecare energia per incentivare lo spreco delle risorse attraverso il consumismo ha qualche attinenza col fatto che un quinto dell’umanità ne artiglia i quattro quinti e quattro quinti devono accontentarsi di un quinto?
      27 luglio 2004 - Maurizio Pallante
    pagina 113 di 132 | precedente - successiva
    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy