MediaWatch

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Il volto del neo ministro della Difesa Elisabetta Trenta: dalla guerra per esportare la democrazia agli affari privati nelle zone occupate

    Il volto del neo ministro della Difesa Elisabetta Trenta: dalla guerra per esportare la democrazia agli affari privati nelle zone occupate

    vista la sua lunga esperienza nei paesi in cui abbiamo “esportato la democrazia” con la guerra, il riferimento alla democrazia partecipata assomiglia più ad un suo uso strumentale per ottenere una legittimazione puramente esteriore o ad un consenso artificiale
    6 giugno 2018 - Rossana De Simone
  • PsyOps
    I retroscena della guerra

    PsyOps

    Si chiamano Psychological Operations (PsyOps) e servono a manipolare l'opinione pubblica. I principali obiettivi delle PsyOPs oggi sono (paradossalmente) proprio i pacifisti. Come reagire? Diventanto esperti di fact checking, entrando nel vivo delle informazioni militari per verificarle con sistematicità, con metodo e con una buona dose di dubbio.
    10 maggio 2018 - Alessandro Marescotti
  • "Lei ama la guerra?"
    Una lettura utile ai tempi di Trump

    "Lei ama la guerra?"

    Emilio Lussu sulla guerra
    14 aprile 2018
  • Siria, cercasi un nuovo Stanislav Petrov

    Siria, cercasi un nuovo Stanislav Petrov

    “Sono convinto che oggi il settore R&S (ricerca e sviluppo) della nonviolenza debba fare grandi passi avanti” (Alexander Langer 1991)
    13 aprile 2018 - Alessio Di Florio

Le ultime parole famose

Da Bush ai generali, un'antologia ragionata dell'operazione di disinformazione di massa .
10 giugno 2003 - Marco D'Eramo
Fonte: Il Manifesto - 10 Giugno 2003
Ecco un'antologia, tratta dalla stampa americana e dai siti pacifisti on line, di affermazioni fatte, dall'agosto dell'anno scorso alla prima settimana di giugno, dai responsabili della politica Usa sulle armi di distruzione di massa di Saddam Hussein (m. d'e).

Detto chiaramente, non c'è dubbio che Saddam Hussein ora ha armi di distruzione di massa.

Dick Cheney (vicepresidente degli Stati uniti), 26 agosto 2002

Proprio ora l'Iraq sta espandendo e migliorando gli impianti usati per la produzione di armi biologiche.

George W. Bush (presidente degli Stati uniti), discorso all'Onu del 12 settembre 2002

L'Iraq ha ammassato armi biologiche e chimiche e sta ricostruendo gli impianti per produrre maggiori quantità di queste armi.

Le nostre fonti ci dicono che Saddam Hussein ha di recente autorizzato i comandanti sul terreno di usare armi chimiche - le stesse armi che il dittatore ci dice di non avere.

George W. Bush, discorso radiofonico del 5 ottobre 2002

Il regime iracheno ... possiede e produce armi biologiche e chimiche. E cerca di procurarsi armi nucleari.

Noi sappiamo che il regime ha prodotto migliaia di tonnellate di agenti chimici, inclusi iprite, sarin e gas nervino.

Abbiamo anche scoperto attraverso lo spionaggio che l'Iraq possiede una flotta crescente di velivoli a guida umana e a guida automatica che possono essere usati per disperdere armi biologiche sulle aree confinanti. Siamo preoccupati che l'Iraq stia cercando modi per usare questi velivoli robot per colpire gli Usa.

L'evidenza indica che l'Iraq sta ricostituendo il suo programma di armi nucleari. Saddam Hussein ha tenuto numerose riunioni con gli scienziati nucleari iracheni, un gruppo che lui chiama i suoi «mujaheddin nucleari» - i suoi santi guerrieri atomici. Foto satellitari mostrano che l'Iraq sta ricostruendo impianti e siti che in passato sono stati parte del suo programma nucleare. L'Iraq ha tentato di comprare tubi di allumino ad alta resistenza e altri equipaggiamenti necessari per centrifughe a gas, che sono usate per arricchire uranio per armi atomiche.

George Bush, discorso a Cincinnati (Ohio) del 7 ottobre 2002

Se dichiara che non ne ha, noi sapremo che Saddam Hussein sta una volta di più mentendo al mondo.

Ari Fleisher (allora portavoce della Casa Bianca), 2 dicembre 2002

Sappiamo per certo che là ci sono armi.

Ari Fleicher, 9 gennaio 2003

I nostri funzionari dell'intelligence stimano che Saddam Hussein aveva materiali per produrre almeno 500 tonnellate di sarin, iprite e gas nervino.

George Bush, discorso sullo Stato dell'Unione, 28 gennaio 2003

Sappiamo che Saddam Hussein è determinato a tenersi le sue armi di distruzione di massa, è determinato a produrne di più.

Colin Powell (segretario di Stato Usa), 5 febbraio 2003

Informazioni raccolte dal nostro e da altri stati non lasciano dubbio sul fatto che il regime iracheno continua a possedere e a nascondere alcune delle armi più letali mai concepite.

George Bush, discorso alla nazione, 17 marzo 2003

Bene, non c'è dubbio che noi abbiamo prove e informazioni che l'Iraq possiede armi di distruzione di massa, in particolare biologiche e chimiche... tutto ciò diventerà evidente nel corso dell'operazione, non importa quanto durerà.

Ari Fleisher, 21 marzo 2003

Non c'è dubbio che il regime di Saddam Hussein possiede armi di distruzione di massa. Mano mano che l'operazione procederà, queste armi saranno identificate e trovate insieme alla gente che le ha prodotte e le custodisce.

Generale Tommy Franks (comandante del corpo di spedizione contro l'Iraq), 22 marzo 2003

Non ho dubbi che troveremo grandi magazzini di armi di distruzione di massa.

Kenneth Adelman, membro del Defence Policy Board, 23 marzo 2003

Sappiamo dove sono. Sono nell'area tra Tikrit e Baghdad.

Donald Rumsfeld (Segretario alla Difesa Usa), 30 marzo 2003

Ovviamente l'amministrazione intende pubblicizzare tutte le armi di distruzione di massa che le forze Usa troveranno - e ce ne saranno un sacco.

Rober Kagan, ideologo neoconservatore, 9 aprile 2003

Penso che abbiate sempre sentito, e continuiate a sentire dai nostri funzionari la grande fiducia che alla fine le armi di distruzione di massa saranno trovate.

Ari Fleisher, 10 aprile 2003

Stiamo imparando sempre più, mano mano che interroghiamo o discutiamo con scienziati iracheni e con persone dentro la struttura irachena, che forse lui ne distrusse alcune, forse ne ha disperse altre. E così le troveremo.

George Bush, 24 aprile 2003

Vi sono persone che in larga misura hanno informazioni di cui abbiamo bisogno .. così che possiamo individuare le armi di distruzione di massa in quel paese.

Donald Rumsfeld, 25 aprile 2003

Le troveremo, è solo questione di tempo.

George Bush, 3 maggio 2003

Ho fiducia che troveremo prove che rendano chiaro che lui aveva armi di distruzione di massa.

Colin Powell, 4 maggio 2003

Non ho mai creduto che ci sarebbe bastato inciampare su armi di distruzione di massa in quel paese.

Donald Rumsfeld, 4 maggio 2003

Non sarei sorpreso che cominciassimo a scoprire il programma di armi di Saddam Hussein - perché lui aveva un programma di armi.

George Bush, 6 maggio 2003

I funzionari Usa non si erano mai aspettati che sarebbe bastato "aprire i garage" e trovare armi di distruzione di massa.

Condoleeza Rice (consigliera per la sicurezza nazionale Usa). 12 maggio 2003

Io proprio non so se tutto sia stato distrutto anni fa - voglio dire, non c'è dubbio che ci fossero armi chimiche anni fa - o se fossero state distrutte subito prima della guerra, i se siano ancora nascoste.

Maggior generale David Petraeus, comandante della 101-esima divisione aerotrasportata, 13 maggio 2003

Prima della guerra non c'era alcun dubbio nella mia mente che Saddam Hussein avesse armi di distruzione di mass, biologiche e chimiche. Mi aspettavo di trovarle. Aspetto ancora che siano trovate.

Generale Michael Hagee, comandante del corpo dei marines, 21 maggio 2003

Dato il tempo e il numero di prigionieri che stiamo interrogando, confido che troveremo armi di distruzioni di massa.

Generale Richard Myers, capo di stato maggiore delle forze armate, 26 maggio 2003

Possono avere avuto il tempo di distruggerle, e io non ho la risposta.

Donald Rumsfeld, 27 maggio 2003

Per ragioni burocratiche, avevamo puntato su un punto, le armi di distruzione di massa (come giustificazione per invadere l'Iraq) perché era l'unica ragione su cui tutti sarebbero stati d'accordo.

Paul Wolfowitz, vicesegretario alla difesa, intervista a Vanity Fair del 28 maggio 2003

Era una sorpresa per me allora - e resta una sorpresa adesso - che non abbiamo scoperto armi, in qualche sito. Credetemi non è che non ci abbiamo provato. Siamo andati praticamente in ogni deposito di munizioni tra il confine kuwaitiano e Baghdad, ma semplicemente non c'erano.

Luogotenente generale James Conway, Prima forza di spedizione dei marines, 30 maggio 2003

I laboratori mobili trovati in Iraq mostrano che Saddam Hussein era capace di produrre armi biologiche.

George Bush, discorso alle truppe in Qatar, 5 giugno 2003



PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)