caffaro

12 Articoli
  • A Brescia serve una bonifica subito

    A Brescia serve una bonifica subito

    Una petizione per Brescia, una città straziata dall'inquinamento chimico
    1 novembre 2016 - Lidia Giannotti
  • Il processo per l'inquinamento della Valle del Sacco
    Una valle fertile e splendida a due passi da Roma

    Il processo per l'inquinamento della Valle del Sacco

    Gli sversamenti di sostanze chimiche nel fiume Sacco, tra Roma e Frosinone, hanno colpito un territorio già segnato dalla presenza dell'industria bellica
    8 novembre 2015 - Lidia Giannotti
  • Brescia dice "Stop al biocidio" subito
    Il corteo del 10 maggio

    Brescia dice "Stop al biocidio" subito

    Alla loro morte, fabbriche come la Caffaro producono ancora dolore, danni all'agricoltura e spese smisurate. E' ora di bonifiche serie e di cambiare modello di sviluppo
    11 maggio 2014 - Lidia Giannotti
  • Presa Diretta sul PCB a Brescia
    Riccardo Iacona ha puntato le telecamere di Raitre su un cancerogeno di nome PCB

    Presa Diretta sul PCB a Brescia

    E' andato in onda un servizio impressionante su Raitre. Il PCB è un distruttore del sistema endocrino ed è correlabile al diabete e ai tumori al fegato, alla mammella, alla tiroide. Quello che i telespettatori devono sapere è che il PCB che ha contaminato Brescia ha contaminato anche Taranto. A Brescia si fabbricava il PCB. A Taranto lo si usava. Il 90% del PCB fabbricato a Brescia finiva a Taranto in un fluido noto come "apirolio" e gli operai dell'acciaieria locale si lavavano le mani con quel liquido prima di mangiarsi il panino.
    31 marzo 2013 - Alessandro Marescotti
  • Brescia e Taranto, storie parallele, stessi veleni
    L'apirolio è il fluido con i micidiali policlorobifenili (PCB)

    Brescia e Taranto, storie parallele, stessi veleni

    Brescia fabbricava l'apirolio per Taranto. Una città produceva il veleno che uccideva l'altra, e nel fabbricarlo si contaminava ancor di più.
    21 ottobre 2012 - Alessandro Marescotti
  • «Aria in zona Caffaro dati inattendibili»

    «Aria in zona Caffaro dati inattendibili»

    Ambientalisti fortemente critiche nei confronti della «Prima campagna di indagine sulla qualità dell’aria del sito Caffaro», presentata dall’Amministrazione comunale e dalla dottoressa Musmeci che ha curato l’inchiesta per l’Istituto superiore di sanità.
    3 aprile 2008
  • Parco al Pcb: al via la bonifica

    Parco al Pcb: al via la bonifica

    Qualche tassello del caso Caffaro sta andando a segno, e la Loggia può partire con la bonifica dei 16 mila metri quadrati del parco di via Passo Gavia. Da ieri sono finalmente in azione le ruspe comunali nei sedicimila metri quadrati dell’area verde. Ora, finalmente le ruspe sono entrate in azione.
    1 aprile 2008 - Mimmo Varone
  • Brescia: «L'aria profuma di Pcb e diossine»

    Brescia: «L'aria profuma di Pcb e diossine»

    Il Sito d’interesse nazionale Brescia-Caffaro. Le centraline segnalano la maggior presenza di diossine all’esterno dalla zona "contaminata", presso la scuola media Kennedy. L’OMS considera "normali" per le aree urbane le concentrazioni di diossine fino a 100 fentogrammi per metro cubo d’aria: alla Kennedy ne sono stati rilevati 200,30
    21 marzo 2008
  • La Caffaro era autorizzata a bonificare un'area

    La Caffaro era autorizzata a bonificare un'area

    Torviscosa. Il Tar accoglie il ricorso dell’azienda che aveva operato in un’area di sua proprietà senza coinvolgere il ministero dell’ambiente. Roma aveva chiesto limitazioni al piano per la laguna
    21 febbraio 2008 - Giovanni Cinque
  • Brescia e i Pcb: a primavera partiranno le bonifiche
    A primavera, forse, partiranno le bonifiche in grande stile

    Brescia e i Pcb: a primavera partiranno le bonifiche

    E' dal 2001 che i bresciani che abitano vicino all'industria chimica Caffaro aspettano questo momento. Dalle analisi del sangue effettuate negli anni scorsi, riscontrate concentrazioni di Pbc pari a 300 nanogrammi per litro
    7 febbraio 2008
  • Pcb, il Ministero dell'ambiente sblocca i fondi per Brescia
    Il Ministro ha firmato 3 decreti che sbloccano i progetti del Comune

    Pcb, il Ministero dell'ambiente sblocca i fondi per Brescia

    Il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Alfonso Pecoraro Scanio ha firmato 6 decreti che sbloccano tre progetti di bonifica nel sito d’interesse nazionale di Porto Marghera e tre per il sito d’interesse nazionale di Brescia-Caffaro.
    25 gennaio 2008
  • Caffaro e pcb: raccolta firme per evitare l'insabbiamento
    Secondo gli ambientalisti è di fondamentale importanza che il Comune si costituisca parte civile

    Caffaro e pcb: raccolta firme per evitare l'insabbiamento

    Caso Caffaro: l’ambientalista Marino Ruzzenenti e il gruppo Meet Up «Amici di Beppe Grillo di Brescia» lanciano una petizione tra i cittadini per evitare che sulla questione cali il silenzio.
    17 gennaio 2008

PeaceLink News

Archivio pubblico

Dal sito

  • Alex Zanotelli
    Decreto (In)sicurezza Bis

    Un boccone avvelenato !

    Un Decreto spiazza diritti: porti chiusi, soccorso che diventa reato, astronomiche sanzioni pecuniarie al solo scopo di paralizzare il salvataggio di migranti da parte della poche navi salva-vite che ancora operano nel Mediterraneo
    24 maggio 2019 - Alex Zanotelli
  • Europace

    Il 26 maggio io scelgo l'Europa di Ventotene

    Domenica si terranno per la nona volta le elezioni europee in un momento particolarmente importante per la vita di oltre 500 milioni di cittadini europei. La posta in gioco è molto alta. Si tratta di scegliere quale modello di Europa può proteggere i cittadini europei in un mondo globalizzato.
    24 maggio 2019 - Nicola Vallinoto
  • Migranti

    Migrazioni. Il primo dovere delle istituzioni è rispettare la realtà

    In un paese come l'Italia in cui il rapporto tra percezione e realtà è distorto, criminalizzare comportamenti solidali è un grave pericolo e richiede una ferma contrapposizione.
    19 maggio 2019 - Lidia Giannotti
  • Sociale
    Appello:

    Egregio Presidente della Repubblica fermi l'ecatombe in corso nel Mediterraneo - di Peppe Sini

    E' il governo italiano, che da un anno sta facendo di tutto per impedire che i naufraghi siano soccorsi e recati in salvo nel nostro paese, il primo responsabile della mattanza di esseri umani nel Mediterraneo: potrebbe salvarli tutti, e invece decide di farli morire
    20 maggio 2019 - Laura Tussi
  • Pace
    La Rivista Il Sole di Parigi presenta:

    Il nuovo umanesimo è la nonviolenza efficace. Mimmo Lucano e il modello Riace

    Estratto dal Libro Mimesis Edizioni: Riace, musica per l'Umanità.
    L’esperienza di Riace, un piccolo comune meridionale spopolato che risorge anche economicamente grazie all’integrazione degli immigrati, di cui è stato ideatore e promotore Mimmo Lucano, è un modello di accoglienza e di umanitarismo
    23 maggio 2019 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.20 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)