libano

114 Articoli - pagina 1 2 3 ... 5
  • Eppur si muove: l’evoluzione del ruolo internazionale dell’Unione Europea

    Analisi dell'evoluzione della PESC in relazione con la vicenda libanese e la risoluzione del Parlamento Europeo sul Medio Oriente
    18 settembre 2006 - Paolo Acunzo
  • I campi del «no» al disarmo Onu

    I palestinesi del sud del Libano rifiutano l'interpretazione della risoluzione 1701 che imporrebbe il loro disarmo. «Resistermo anche con la forza»
    17 settembre 2006 - Stefano Chiarini
  • Medio Oriente: una chance per l’Europa

    Mikhail Gorbachev esprime il suo punto di vista sul processo di pace in Medio Oriente e sull'importante ruolo che l'Europa si sta assumendo, sia come prova di unita' europea, che nell'interesse di tutti i popoli del mondo
    14 settembre 2006 - Mikhail Gorbachev
  • Il resistibile declino dell'Onu

    In Libano l'Onu ha mostrato di avere ancora un ruolo indispensabile nella soluzione dei conflitti ma ha confermato la sua incapacità di prevenire guerre e difendere gli aggrediti
    5 settembre 2006 - Richard Falk
  • I pacifisti casertani contro la missione militare in Libano & c.

    Intervenga Vescovo Nogaro e Istituzioni della provincia in merito
    2 settembre 2006 - Agnese Ginocchio
  • Storie Vi racconto che cosa c'era tra le macerie

    Ecco che cosa ho visto

    Di ritorno dal Libano, il giornalista Rai, Ennio Remondino, spiega tutte le difficoltà di un cronista che vuole raccontare la verità. Viaggiando sempre con una spada di Damocle sulla testa: quella delle accuse di antisemitismo
    29 agosto 2006 - Ennio Remondino
  • Le parole del padre.

    Il testo dell'orazione funebre pronunciata dalla scrittore israeliano David Grossman ai funerali del figlio Uri, morto in Libano. Qualsiasi parola è retorica di fronte ad una tale perdita. Tranne le parole del padre, che meritano di essere riportate. Per non dimenticare la morte assurda di Uri e tanti giovani come lui.
    29 agosto 2006 - David Grossman
  • Rapporto ONU: bombe a grappolo disseminate in tutto il Libano meridionale

    Venerdì scorso l'ONU ha dichiarato che nelle case, nei giardini e sulle autostrade del Libano meridionale sono disseminate bombe a grappolo inesplose, mentre il Dipartimento di Stato americano, a quanto viene riferito, sta investigando se l'uso da parte di Israele di queste armi di fabbricazione americana abbia violato gli accordi segreti con gli Stati Uniti.
    AP, Ya Libnan
  • Violenze ed abusi all'ombra della guerra

    Presentata una denuncia da B'Tselem. Il conflitto in Libano avrebbe favorito maggiori soprusi contro la popolazione palestinese della Cisgiordania. Sei i casi documentati per i quali si chiede alle autorità israeliane di aprire un'inchiesta.
    Francesca Ciarallo
  • Pacifismo e militarismo: questo matrimonio s'ha da fare?

    L'arcobaleno sfuma nel grigioverde...

    I sentieri di Isaia son forse i sentieri di Marte?
    28 agosto 2006 - Alessio Di Florio
  • Per una pace duratura

    Il testo integrale dell'appello
    Rabbi Michael Lerner
  • La guerra comincia ora

    Il cessate il fuoco non potrà reggere.
    Robert Fisk
  • Dalla parte della speranza
    EDITORIALE

    Dalla parte della speranza

    Tonio Dell’Olio
  • APPELLO

    Quali condizioni e garanzie irrinunciabili per una Forza d'Interposizione in Medio Oriente?

  • Il viaggio degli aiuti tra i paesi della morte

    Uomini con la mascherina attraversano il Libano distrutto
    Da Beirut a Tiro e poi nel cuore del Libano: «Speriamo che tra le macerie resti anche il sistema etnico-confessionale del paese»
    19 agosto 2006 - Gaetano D'Ovidio
  • Medio Oriente, le missioni insabbiate

    Storia di fallimenti L'Unifil, costituita nel 1978 dopo l'occupazione israeliana del Libano, non evitò l'invasione dell'82. Affinché la nuova missione riesca, occorre affidarne la guida a un comitato di stati maggiori. E schierare truppe su entrambi i territori
    19 agosto 2006 - Manlio Dinucci
  • il commento

    La nostra scelta per la pace

    19 agosto 2006 - Flavio Lotti
  • Carta bianca agli incendiari, e il Medio oriente brucia

    Massacri di civili in Iraq ad opera di milizie sciite, massacri di civili in Afghanistan ad opera della coalizione anti-taleban, attentati suicidi in paesi che non li conoscevano, centinaia di migliaia di palestinesi intrappolati a Gaza, il Libano messo a ferro e fuoco... Missione compiuta, aveva detto Bush tre anni fa. Non sembra. Quella contro la «mullahcrazia» è tutta ancora in corso La nostra guerra It's our war, proclama con fierezza l'ideologo neocon William Kristol.
    18 agosto 2006 - Alain Gresh
  • La Nonviolenza è l'unica arma della Pace..!

    Quando finirà la guerra globale?

    "Un disastro non colpisce solo un popolo, ma tutti indistintamente ...
    perchè siamo parte dello stesso corpo, dell'unico popolo...
    16 agosto 2006 - Agnese Ginocchio
  • Da Johan Galtung, uno dei più illustri studiosi delle problematiche della pace, un'analisi su ciò che sta succedendo nel Libano e dintorni, e qualche suggerimento...

    Il Medio Oriente: elementi costitutivi per la pace

    Johan Galtung
  • Medioriente: si mobilita il Web

    Hanno già raccolto oltre 150mila firme online in pochi giorni. Sono americani, sono avvocati, e si battono per un cessate il fuoco immediato. Come? Facendo pressione sul parlamento grazie al Web
    Daniele Biella
  • In Libano in missione di Pace

    10 agosto 2006 - Delegazione ong italiane in Libano
  • "La guerra ai palestinesi"

    Mentre la stampa si concentra sui danni e le vittime israeliane causate dal lancio di razzi katyusha in Israele, e nel Libano cresce l’escalation di una guerra sanguinaria e inutile, a Rafah l’esercito israeliano mantiene aperto il fronte “interno” della guerra.
    9 agosto 2006 - Patrizia Viglino
  • Per la pace, contro la guerra

    Gli israeliani contro la guerra si fanno sentire, anche tra i militari
    Christian Elia
  • Guardate cosa un governo novellino è in grado di combinare in così poco tempo.

    Operazione Pace per l'IDF

    Dietro le operazioni a Gaza ed in Libano c'è la stessa sciocca idea di esercitare pressioni sulla popolazione per avere un cambiamento gradito ad Israele nella linea politica. Nella storia del conflitto arabo-israeliano, quel concetto ci ha solo portato da un disastro all'altro.
    Gideon Levy
pagina 2 di 5 | precedente - successiva

PeaceLink News

Archivio pubblico

Dal sito

  • Sociale
    L’associazione ITA-NICA di Livorno si occupa di cooperazione e di scambi culturali con il Nicaragua

    EquAgenda 2022: "La Terra è di tutti"

    EquAgenda 2022 nasce da una consolidata abitudine a lavorare insieme su progetti di solidarietà, scambi internazionali, inserimenti lavorativi, commercio alternativo e solidale e promozione di una finanza etica, interventi nelle scuole e itinerari didattici
    4 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Pace
    Nel secondo dopoguerra, si rafforza un impegno contro la guerra sempre più rilevante e capillare

    Le donne contro la guerra

    Il fascismo aveva educato le donne a fare i figli per la guerra, invece le donne i figli devono farli per la pace e per un mondo migliore
    4 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Disarmo
    Le Nazioni Unite ospitano colloqui diplomatici a Ginevra dal 2017

    Sui robot killer opposizione degli Stati Uniti all'ONU a un accordo vincolante

    Washington ha rifiutato l'idea di regolamentarne l'uso attraverso uno "strumento giuridicamente vincolante" proponendo invece un "codice di condotta non vincolante". Un certo numero di paesi hanno chiesto il divieto totale di qualsiasi arma che potrebbe usare la forza letale senza una supervisione.
    Redazione PeaceLink
  • Economia
    Quelle parole erano impronunciabili

    L'amministrazione Biden rifiuta la "guerra alla droga"

    Il nuovo approccio dell'amministrazione Biden si concentra sulle cosiddette misure di "riduzione del danno". L'anno scorso, più di 93.000 persone sono morte per overdose negli Stati Uniti, il numero più alto di sempre. Ampia è la diffusione del Fentanil, droga molto più potente dell'eroina.
    8 novembre 2021 - Dan Vegano
  • Ecologia
    I contadini indiani non accettano alcun tipo di compromesso né proposta di indennizzo

    La formica contro l’elefante

    Una comunità rurale della costa indiana difende la propria foresta da un gigante dell’acciaio. La stampa locale prova a richiamare l’attenzione della comunità internazionale e noi di PeaceLink accogliamo volentieri la richiesta, supportando questa collettività di attivisti, pescatori e agricoltori.
    29 novembre 2021 - Cinzia Marzo
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)