amnesty international

38 Articoli - pagina 1 2
  • Eritrea: regime chiuso a riccio

    Isaias e basta

    Tutto passa dalle mani del presidente Afwerki e di pochi fidati uomini del partito: assetti istituzionali e militari, scelte politiche, programmi economici. Chi dissente, salta. L’opposizione eritrea all’estero, Amnesty International e il parlamento europeo denunciano gravi abusi. Ma nessuno ascolta. Soprattutto la Farnesina.
    27 gennaio 2005 - Raffaello Zordan
  • CULTURA

    Cantare l'inquietudine

    Quando la canzone d'autore si fa sguardo sensibile. Attento. Inquieto. Ivano Fossati e l'ultimo suo impegno sui diritti umani. In musica.
    Andrea Bigalli
  • Il rapporto 2004 di Amnesty International, selezione di eventi da gennaio ad aprile

    26 maggio 2004 - Amnesty International
  • Iraq: Amnesty International condanna la decapitazione di un civile statunitense e chiede il rilascio di tutti gli ostaggi

    Amnesty International ha condannato nel modo più assoluto il sequestro e la decapitazione di un civile statunitense, il 26enne Nick Berg, da parte del gruppo armato Muntada al-Ansar. L’organizzazione si è dichiarata ulteriormente sconcertata per la diffusione delle immagini dell’esecuzione.
    12 maggio 2004 - Amnesty International
  • Amnesty: «Il governo italiano sapeva»

    Parla il presidente Bertotto: «I carabinieri non consegnino più gli arrestati agli inglesi»
    12 maggio 2004 - Matteo Bertocci
  • Già ricevute frequenti denunce di tortura o di altri maltrattamenti compiuti dalle Forze della Coalizione

    Iraq, Amnesty: “Le torture non sono isolate, occorrono indagini indipendenti”

    Amnesty International ha denunciato oggi una crisi reale di autorità in Iraq, con un atteggiamento ambiguo e l’uso di due pesi e due misure in tema di diritti umani.
    1 maggio 2004
  • MESSICO - DIRITTI UMANI: ANCORA SOLO UN’AMMIREVOLE INTENZIONE -

    Una denuncia di Amnesty sul rispetto dei diritti umani in Messico
    14 aprile 2004 - Amnesty International
  • Diritti umani e occupazione militare Usa

    Iraq: a un anno dall'inizio della guerra, la situazione dei diritti umani resta critica

    A un anno dall'inizio della guerra all'Iraq, la promessa di migliorare la situazione dei diritti umani dei cittadini iracheni resta lungi dall'essere mantenuta: e' quanto dichiarato oggi da Amnesty International in occasione del lancio di un nuovo rapporto intitolato Iraq: un anno dopo.
    22 marzo 2004 - Amnesty International
  • Israele e territori occupati

    Forte condanna di Amnesty International per l'assassinio dello sceicco Yassin

    Da diversi anni Israele ricorre alle esecuzioni extragiudiziali senza
    presentare prove di colpevolezza e senza concedere il diritto alla difesa.
    22 marzo 2004 - Amnesty International
  • Guayana:le associazioni per la difesa dei diritti umani denunciano attivita' di squadroni della morte

    Amnesty international ed altre associazioni e partiti di opposizione chiedono un'indagine indipendente su una presunta connivenza del ministro degli interni con la "Squadra fantasma", un gruppo organizzato teso alla caccia e all'assassinio di delinquenti, presunti o riconosciuti.
    28 febbraio 2004 - Adital
  • Vietnam sotto processo per Internet

    Amnesty International sostiene che premere Invio nel paese equivale ad esporsi, a mettere a rischio la propria libertà e sicurezza nonché quella della propria famiglia. La denuncia in un rapporto che non stupisce nessuno
    27 novembre 2003 - Punto Informatico
  • La posizione di Amnesty International

    Armi non letali?

    Si sta assendo ad una rapida accelerazione della ricerca nel settore delle cosiddette armi inabilitanti non-letali, ossia "armi esplicitamente progettate ed impiegate con lo scopo primario di inabilitare le persone o i mezzi materiali rendendo minima la probabilità di causare loro danni permanenti". Ma le armi pubblicizzate come incruente, pulite ed appunto "non-letali", nascondono invece almeno due grandi ipocrisie.
    9 novembre 2003 - Marita Villa (Amnesty International)
  • PREMIO NOBEL PER LA PACE: IMPORTANTE RICONOSCIMENTO PER I DIFENSORI DEI DIRITTI UMANI
    COMUNICATO STAMPA CS137-2003

    PREMIO NOBEL PER LA PACE: IMPORTANTE RICONOSCIMENTO PER I DIFENSORI DEI DIRITTI UMANI

    Amnesty International ha accolto con favore oggi l'assegnazione del Premio
    Nobel per la Pace a Shirin Ebadi per il suo notevole contributo alla causa
    dei diritti umani. [[Img1108]]
    12 ottobre 2003 - Amnesty International
pagina 2 di 2 | precedente - successiva

PeaceLink News

Archivio pubblico

Dal sito

  • PeaceLink English
    Saving Assange is saving freedom of the press

    Are the US and the UK authoritarian regimes? Julian Assange's supporters think so.

    A young Italian woman is the latest “street installation” activist to protest the media's silence regarding the inhumane treatment of Julian Assange by the UK and the U.S. Her installation in a square in Como lambastes the two self-styled democracies for acting exactly like authoritarian regimes.
    15 agosto 2022 - Patrick Boylan
  • CyberCultura
    Attivismo per salvare Assange e la libertà di stampa

    Gli USA e l’UK regimi autoritari? Per i sostenitori di Julian Assange, sì.

    Una ragazza di Como rifiuta di essere complice del silenzio dei media sul trattamento disumano inflitto a Julian Assange da parte dell’UK e degli USA; mette in scena, in una piazza centrale della città, la sua protesta contro l’autoritarismo delle due se dicenti democrazie.
    14 agosto 2022 - Patrick Boylan
  • Conflitti
    "Condurre una guerra in un paese con reattori nucleari operativi non è mai accaduto e rompe un tabù"

    Appello di IPPNW sugli attacchi alla centrale di Zaporizhzhia

    L'appello dai medici di IPPNW ai governi rappresentati alla Conferenza di Revisione del TNP, affinché venga fatto ogni sforzo per evitare attacchi militari alle centrali nucleari. E' la risposta urgente e decisa alla situazione critica presso la centrale ucraina di Zaporizhzhia.
    13 agosto 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Dal sogno dei grandi eventi a Bolsonaro

    Quando c’era Lula…

    Ivan Grozny Compasso ripercorre la storia del Brasile dal Mondiale di calcio (2014) e dalle Olimpiadi (2016), su cui avevano scommesso Lula e Dilma Rousseff, fino all’incubo bolsonarista
    10 agosto 2022 - David Lifodi
  • MediaWatch
    Lettera a Repubblica

    Non esiste nessuna direttiva UE che obbliga a versare il 2% del proprio PIL alla Nato

    Fact-checking su un articolo di Furio Colombo dal titolo "Incoerenza dei nuovi pacifisti" in cui si legge: "Il governo italiano, per una direttiva dell’Unione Europea, ha deciso un aumento di spesa militare italiana del 2 per cento".
    10 agosto 2022 - Carlo Gubitosa
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)