PeaceLink Abruzzo

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Conoscere per agire, solo così l'Italia potrà tornare a crescere. Una proposta per l'Italia

    Lorenzin come Balduzzi? La Campania come Taranto?

    A che serve avere università e centri di ricerca se poi i dati prodotti dai ricercatori non vengono utilizzati dai decisori?
    30 giugno 2013 - Fulvia Gravame
  • Peppino Impastato siamo noi, nessuno si senta escluso
    I santini delle commemorazioni offendono la memoria dell'Antimafia vera

    Peppino Impastato siamo noi, nessuno si senta escluso

    L'unica vera memoria rispettosa è il pretendere giustizia, lo svelare i meccanismi del Potere, con nomi, cognomi, trame, denunciando e mai tacendo. Peppino non è un santo per laici altari, è un fuoco che deve arderci dentro.
    7 maggio 2013 - Alessio Di Florio
  • Il 13 aprile Pescara ha difeso l'Adriatico
    NO al progetto Ombrina Mare 2 (video)

    Il 13 aprile Pescara ha difeso l'Adriatico

    Da tutto l'Abruzzo ci si è dati appuntamento per fermare l'installazione di una piattaforma petrolifera vicina alla costa. Cityrumors Web TV ha diffuso questo bel video
    16 aprile 2013 - Lidia Giannotti
  • ... E poi le "Caste" (la politica e la giornalistica) si meravigliano del voto-protesta !!!
    No Oil. La "rivoluzione" di cui non si parla

    ... E poi le "Caste" (la politica e la giornalistica) si meravigliano del voto-protesta !!!

    Oggi a Pescara in Abruzzo si svolge una manifestazione contro la deriva petrolifera in atto non solo in Abruzzo e in Adriatico, ma anche in tante altre parti del territorio nazionale, sia in terra che in mare.
    13 aprile 2013 - Guido Picchetti
Riflessioni a margine dell'ultimo ciclone giudiziario

In Abruzzo esplode una Sodoma ambientale

Un coacervo di illegalità e di devastanti speculazioni che, anche quando nel limite della legalità, minaccia costantemente la salute dei cittadini e il territorio. Segnaliamo in calce alcuni degli articoli pubblicati. Rappresentano un piccolo dossier che testimonia questa Sodoma ambientale, una polveriera sulla quale siamo tutti seduti e che giorno dopo giorno sta tracimando. E' arrivato il momento di una nuova edizione del libro "La mafia in Abruzzo"
23 settembre 2010 - Alessio Di Florio (PeaceLink Abruzzo e Ass. Antimafie Rita Atria)

Raccolta indifferenziata: un anno dopo
Sconcerto, rabbia, indignazione. L'esplodere nelle ultime ore dell'ennesimo ciclone giudiziario, annunciato nei mesi scorsi da diversi episodi circostanziati, dimostra quanto ancora una volta l'Abruzzo è terra fertile del malaffare e della gestione privatistica del "bene comune".

Il business dei rifiuti è ormai far west dove imperversano consorterie e comitati d'affari. Gli arresti di ieri mattina, così come quelli del 2 agosto scorso, sembrano annunciare solo i primi capitoli di una saga che appare immensa.

E' una vera e propria Sodoma ambientale, un coacervo di illegalità e di devastanti speculazioni che, anche quando nel limite della legalità, sono un'immensa minaccia alla salute dei cittadini e al territorio.

Una minaccia costante che pervade tutto il territorio abruzzese. A partire da Bussi ( i cui veleni sono ancora lì in attesa di qualsivoglia intervento di messa in sicurezza e di bonifica) tantissimi sono gli stabilimenti insalubri, tra cui molte discariche (e inceneritori, perché in realtà l'incenerimento dei rifiuti è una realtà che in Abruzzo si sta già concretizzando) più o meno legali, che rappresentano vere e proprie bombe ecologiche pronte ad esplodere. Se non già esplose, nel silenzio e nell'indifferenza, tenendo all'oscuro la cittadinanza.

E' cronaca delle scorse settimane l'immenso polverone scatenato contro la realizzazione del Parco Nazionale della Costa Teatina, istituito oltre 10 anni fa ma mai concretizzato per le resistenze e le inefficienze degli Enti Locali. Polveroni e resistenze che non sono mai stati sollevati quando queste bombe ecologiche, che realmente minacciano l'Abruzzo e ne incatenano lo sviluppo e il territorio, venivano realizzate, costruite e portate avanti.

E' bastato ritornare alla cronaca di questi ultimi anni, ripercorrere quanto pubblicato sul portale PeaceLink Abruzzo, per delineare un quadro desolante e devastato. Segnaliamo in calce alcuni degli articoli pubblicati. Rappresentano un piccolo dossier che testimonia questa Sodoma ambientale, una polveriera sulla quale siamo tutti seduti e che giorno dopo giorno sta tracimando.

Oltre vent'anni fa un coraggioso avvocato scrisse La mafia in Abruzzo, contenente fortissime denunce. Forse è arrivato il momento di aggiornare quella situazione e, una volta per tutte, inchiodare politici, imprenditori e criminali della peggior specie alle loro responsabilità. L'Abruzzo ha sete di nomi, cognomi, indirizzi, circostanze che vanno portate alla luce del sole. Non bisogna mai perdere la forza di denunciare, indignarsi, lottare. Lasciarsi prendere dallo scoramento e arrendersi sarebbe il più grande regalo alle cricche che si stanno spartendo la ex Regione verde d'Europa. Vale oggi, una volta di più, anche per l'Abruzzo, il motto di Pippo Fava: A che serve vivere se non c'è il coraggio di lottare?

Note:

18 Settembre 2010. Un si poderoso e determinato. E' l'unica risposta possibile a chi, anche nei giorni scorsi a ridosso del Consiglio Comunale di Vasto (che ne sarà uno dei Comuni più importanti), continua ad attaccare, e ad insinuare strumentali dubbi, sulla costituzione del Parco Nazionale della Costa Teatina e su una sua "convenienza" economica.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/32409.html

6 Settembre 2010. WWF Abruzzo: contaminazione fecale delle acque nel torrente Vibrata. Inviato un dossier alla magistratura. Gli Enti pongano attenzione su investimenti e Piano regionale di Tutela delle Acque per recuperare anni di ritardi e cattiva gestione dei fiumi.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/32322.html

6 Settembre 2010. WWF Zona Frentana e Costa Teatina: ad Ortona arriva la feccia del petrolio, transiteranno 75.000 tonnellate di pet-coke (derivato del petrolio) all'anno in una zona ad alta densità abitativa e a vocazione turistica.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/32323.html

16 Agosto 2010. WWF Abruzzo: Si ingrandisce la discarica abusiva sul fiume Pescara a Cepagatti e nessun ente interviene. Nuove immagini documentano scarichi di bidoni, gomme, eternit. Presentata una denuncia alla Procura della Repubblica.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/32229.html

2 Agosto 2010. Sempre più inquietanti le ombre di Gomorra in Abruzzo.
Tracima sempre più in Abruzzo la corruzione e il malaffare. Gli arresti di questa mattina, che hanno portato alle dimissioni l'assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile Daniela Stati (e all'arresto del padre, già condannato per finanziamento illecito ai partiti con sentenza passata in giudicato, e del compagno), gettano ulteriori ombre sulla gestione pubblica nella nostra Regione.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/32226.html

14 Giugno 2010. Abruzzo Social Forum e WWF Abruzzo: la gestione del Servizio Idrico abruzzese fa "acqua" da tutte le parti
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/31958.html

24 Maggio 2010. Bussiciriguarda: Ma in provincia hanno capito che i cittadini della vallata pescarese continuano, da 40 anni, a nutrirsi (catene alimentari che l’acqua territoriale organizza) dei veleni clorurati delle industrie chimiche? E che niente si e’ finora fatto per eliminare il problema?
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/32035.html

19 Maggio 2010. PeaceLink Abruzzo e Ass. Antimafie Rita Atria: si rompano gli indugi perché possa sorgere il Parco Nazionale della Costa Teatina
http://lists.peacelink.it/news/2010/05/msg00010.html

10 Aprile 2010. Dopo mesi di pressioni la Regione Abruzzo ha deciso di difendere davanti la Corte Costituzionale la legge approvata (tra critiche e perplessità) nei mesi scorsi. E, mentre nuove minacce sono all'orizzonte, l'assessore Febbo pensa ad attaccare cittadini ed ambientalisti.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/31540.html

23 Marzo 2010. Bussiciriguarda: A tre anni dalla scoperta delle megadiscariche, nulla è stato fatto, nelle aree esterne alla Solvay, nonostante la presenza di un commissario governativo, con pieni poteri di protezione civile e che è stato dalle stesse associazioni già diffidato ad agire
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/32034.html

16 Febbraio 2010. Abruzzo Social Forum e PeaceLink Abruzzo: si faccia chiarezza sulla gestione della Protezione Civile. Non lasciamoci distrarre! Non concentriamo l'attenzione su elementi marginali della vicenda
http://lists.peacelink.it/news/2010/02/msg00004.html

9 Febbraio 2010. WWF Abruzzo: Legge Urbanistica e Concessioni Demaniali, due provvedimenti che danneggiano il nostro territorio
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/31202.html

8 Febbraio 2010. Dott.ssa Maria Rita D'Orsogna: Un progetto della Forest Oil vuole impiantare un centro di estrazione gas sul lago di Bomba
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/31191.html

8 Febbraio 2010. WWF Zona Frentana e Costa Teatina: Ombrina Mare, un mostro in arrivo che immetterà in atmosfera più di una tonnellata al giorno di fumi contenenti anche alcuni cancerogeni per 24 anni.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/31190.html

18 Gennaio 2010. Uno scellerato progetto della Regione, finanziato con 21 milioni di euro di fondi CIPE, devasterà la spiaggia di Punta Penna(situata all'interno della Riserva Naturale di Punta Aderci), a Vasto, aprendo a pochi chilometri dalla riva una cava sottomarina per l'estrazione di sabbia, che servirà per l'ennesimo inutile ripascimento a Casalbordino, un comune limitrofo.
http://www.peacelink.it/ecologia/a/31016.html

14 Gennaio 2010. Riserva naturalistica di pregio rischia di essere devastata da uno scellerato progetto. La Regione intende avviare il prossimo 10 febbraio il progetto di apertura di una cava di estrazione di sabbia al largo di Punta Penna.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/30991.html

11 Gennaio 2010. Convegno a Ortona sulla petrolizzazione della costa abruzzese: Remo Di Martino ha dato vita ad un'arringa nervosa e offensiva, nei confronti di Maria Rita D'Orsogna e di tutti i presenti.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/30965.html

5 Dicembre 2009. Dai siti Liberainformazione e site.it, sunto delle ambiguità e di cosa non quadra nella gestione della Protezione Civile nella ricostruzione post-sisma
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/30777.html

24 Novembre 2009. Libera Pescara: malaffare tra pubblico e privato: il vero problema dell'amministrazione della "cosa" pubblica
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/30675.html

22 Ottobre 2009. WWF Abruzzo: sequestrato il costruendo porto turistico di Francavilla
http://lists.peacelink.it/news/2009/10/msg00012.html

20 Ottobre 2009. Abruzzo Social Forum/WWF Chieti/Comitato Villa Blocc: Basta rifiuti. Aria pulita. I cittadini riprendono la parola
http://lists.peacelink.it/news/2009/10/msg00009.html

20 Ottobre 2009. ASF: all'Aquila è emergenza umanitaria. Lettera di alcuni abitanti delle tendopoli (sotto zero!)
http://lists.peacelink.it/news/2009/10/msg00008.html

14 Ottobre 2009. Gravissimo incidente sul lavoro a Casalbordino (Chieti). Secondo i soccoritori si è sfiorata una tragedia di dimensioni immense. Gravissimo uno dei due operai feriti. Tornano i dubbi sulla sicurezza dello stabilimento, che collabora anche con l'Esercito Italiano e la NATO.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/30340.html

12 Ottobre 2009. Casalbordino: Esplosione nella 'polveriera', nessuna notizia certa sull'incidente tranne che c'è un ferito. Lo stabilimento lavora anche materiale bellico
http://www.primadanoi.it/notizie/22867-Esplode-polveriera-a-Casalbordino-Un-ferito-lieve

2 Ottobre 2009. MareLibero: a Pianella si vuole costruire un inceneritore di carcasse animali portando "avanti una trattativa (quasi privata) - con un iter "poco trasparente" - sacrificando un’area agricola incontaminata senza incassare alcun vantaggio per la comunità."
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/30289.html

2 Settembre 2009. Petizione per salvare uno dei luoghi più belli e suggestivi d'Abruzzo dalla speculazione. 60 appartamenti, una piazza, parcheggi pubblici e privati, negozi, teatro, piscina e impianti sportivi.
Un progetto che prevede di cementificare circa 93 mila metri quadrati.
http://lists.peacelink.it/news/2009/09/msg00001.html

27 Agosto 2009. Comitato 3e32: Per mesi ci è stata ripetuta la promessa che a settembre tutti gli aquilani sarebbero tornati a L’Aquila sotto un tetto. Purtroppo la verità sta venendo fuori.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/30090.html

8 Agosto 2009. Legge Piano-Casa: fermato parzialmente il blitz estivo pro-cemento grazie alla vigilanza delle associazioni e al dibattito in consiglio regionale.
Stupisce il ruolo giocato da singoli funzionari nel proporre scelte dirompenti senza promuovere la partecipazione.
http://lists.peacelink.it/news/2009/08/msg00004.html

23 luglio 2009. WWF Abruzzo: Benzene e altri solventi organici cancerogeni e/o tossici, fenoli, piombo, cromo, nichel, rame: micidiale il mix di sostanze emesse secondo l'ARTA nell'incendio della SEAB, molte delle quali respirate da decine di migliaia di persone. L'approssimazione e/o l'inazione contraddistingue il lavoro degli enti. Mancano mezzi e strumenti usati in tutto il mondo.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/29986.html

4 luglio 2009. Carmine Basile (Pres. Reg. ARCI): la ricostruzione non è mai cominciata. Nessuno riesce ad immaginarsi un futuro.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/29865.html

5 Giugno 2009. WWF Zona Frentana e Costa Teatina: la foce del fiume Sangro in mano ai predoni. abusi in una delle zone della costa più protetta dalla normativa vigente
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/29618.html

2 Giugno 2009. Mila Donnambiente - Ecoistituto Abruzzo - Marevivo - Italia Nostra: Luigi Albore Mascia, candidato sindaco di Pescara del PdL, vuole trasformare la Riserva Dannunziana in Disneyland
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/29609.html

25 Maggio 2009. Mafie e potentati economici stanno mettendo le mani sulla ricostruzione. Il grido di dolore dopo la ferita del 6 aprile sempre più diventa di rabbia e di indignazione davanti alle speculazioni.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/29544.html

4/7 Maggio 2009. WWF: A Ripari di Giobbe, anno domini 2009, si sta per immolare un bene comune sull'altare dell'insipienza e del chi se ne frega tanto è di tutti?
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/29452.html

19 Marzo 2009. Lotta contro l'ennesimo centro commerciale a San Giovanni Teatino
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/29029.html

8 Gennaio 2009. Abruzzo, una regione in saldo. Il dossier di una multinazionale definisce l'Abruzzo una 'regione camomilla' con 'facilità di penetrazione, costi d'insediamento minimi e zero conflittualità'
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/28251.html

21 Dicembre 2008. La Repubblica, speculazioni ed ecomostri sulle rive del Pescara
Enormi complessi commerciali costruiti su terreni a rischio alluvione
Fango, veleni e colate di cemento così muore il fiume di D'Annunzio
Le sostanze micidiali stoccate per un secolo sotto il Gran Sasso sono ancora lì
Un intrico di strade, viadotti, parcheggi, cave e aree dedicate alla vendita
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/12/21/quei-megastore-rischio-sul-greto-del-fiume.html

20 Novembre 2008. WWF Abruzzo. Sequestrato il depuratore di Montesilvano: ancora avvisi di garanzia ad amministratori pubblici….
http://lists.peacelink.it/news/2008/11/msg00022.html

23 Settembre 2008. Il TAR respinge tutti i ricorsi e dichiara inapplicabile la legge regionale della primavera scorsa che bloccava le costruzioni sulla costa.
Grazie sicuramente ad Ottaviano Del Turco, il nostro amatissimo ex presidente regionale, sin dall'inizio strenuo difensore della necessità del Centro Oli.
Grazie ai sindacati confederali, CGIL, CISL e UIL, pronti a schierarsi sin dall'inizio con la Confindustria, Del Turco e l'ENI. Il posto che spetta a chi deve tutelare gli interessi popolari e civili.
Grazie infine a tutti coloro che sono rimasti muti, spettatori passivi e sprezzanti di tutta la vicenda. A coloro che sanno solo sfruttare ogni minima occasione per rimanere sulle poltrone o per cercare i riflettori. A coloro che, non sapendo vivere il presente, non sanno cosa sia il futuro.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/27282.html

6 Agosto 2008. Il Corpo Forestale dello Stato denuncia: da metà 2009 l’Abruzzo rischia l’emergenza rifiuti come Napoli e la Campania. Ma le soluzioni restano le stesse fallimentari da sempre
Raccolta differenziata attualmente ferma intorno alla media del 18%, con pochi punti di eccellenza e molti comuni che non sfiorano neanche il 10%). WWF Abruzzo (6 maggio): Se vuole evitare il rischio Campania, il Presidente Del Turco investa tutta la sua autorevolezza e le sue capacità per portare la raccolta differenziata in Abruzzo ai livelli stabiliti da una legge che in Abruzzo viene disattesa dal 2003.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/26949.html

28 Luglio 2008. Gli arresti eccellenti, che hanno quasi azzerato la giunta, sono il sintomo di un tessuto politico-economico devastato. La totale assenza di tutela della salute pubblica e la gestione del servizio sanitario ne sono la prova lampante.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/26884.html

26 Maggio 2008. Ass. MareLibero: prosegue lo stile Montesilvano
http://lists.peacelink.it/news/2008/05/msg00037.html

24 Maggio 2008. Il Manifesto: Bussi sul Tirino (Pescara), lo scandalo della megadiscarica travolge il Pd. 33 avvisi di fine indagini per i veleni scaricati nel più grande impianto d'Europa. Inquinate le falde acquifere
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/26262.html

23 Maggio 2008. WWF: scandalo Bussi, disastro europeo sulla pelle di 500.00 europei
http://lists.peacelink.it/news/2008/05/msg00035.html

15 Maggio 2008. WWF Abruzzo: l'ARTA conferma le analisi del Turchino
http://lists.peacelink.it/news/2008/05/msg00036.html

9 Maggio 2008. Allarme catrame sulle coste di S. Vito Marina, esposto del WWF Abruzzo
http://lists.peacelink.it/news/2008/05/msg00008.html

9 Maggio 2008. Allarme catrame sulle coste di San Vito Chietino: il sindaco intende denunciare il WWF Abruzzo
http://lists.peacelink.it/news/2008/05/msg00009.html

6 Maggio 2008. Costa teatina: la lenta agonia della Postilli-Riccio
http://lists.peacelink.it/news/2008/05/msg00004.html

6 Maggio 2008. Il sindaco Fratino e la sua maggioranza, tra i pochi ancora a sostenere le ragioni del devastante progetto dell'ENI, ha recentemente espresso la volontà di denunciare i cittadini che si sono pronunciati contro la sua volontà.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/26072.html

6 Marzo 2008. WWF: Inerzia degli enti locali sull'ex tracciato ferroviario
http://lists.peacelink.it/news/2008/03/msg00012.html

19 Febbraio 2008. Del Turco continua nella sua opera offensiva e assurda contro il territorio e i cittadini abruzzesi. Veltroni, l'uomo del partito dalle mille anime, rimane silente. Neanche in visita al Mario Negri Sud riesce a balbettare una sola parola sul Centro Oli.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/25203.html

31 Gennaio 2008. L'Istituto Superiore di Sanità conferma: l'acqua dei pozzi della Val Pescara non era adatta al consumo umano. Viene così confermata la denuncia del WWF
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/25001.html

4 Dicembre 2007. Su scarichi fognari ed energia rinnovabile l’Abruzzo decide di allontanarsi dalle politiche comunitarie e nazionali.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/24258.html

31 Ottobre 2007. Il degrado del Foro, una volta fiume abruzzese e oggi “capace di portare al mare solo i detersivi”, e l’assalto edilizio al territorio del Piomba e del Saline.
http://www.peacelink.it/abruzzo/a/23825.html

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy