MediaWatch

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • Conto Corrente Bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Salvare le vite prima di tutto

    Salvare le vite prima di tutto

    Un appello dopo l'intenzione del Governo Italiano di chiudere i porti alle navi delle organizzazioni umanitarie, un atto che condannerebbe a morte migliaia di persone sospese fra le persecuzioni subite nei paesi di origine, quelle patite in Libia e il diritto alla salvezza. PeaceLink aderisce a quest'appello
    1 luglio 2017
  • Resistiamo alla guerra!
    Non lasciamoci coinvolgere dalla missione militare USA

    Resistiamo alla guerra!

    Partecipare alla guerra in Libia non ci metterà al sicuro ma ci esporrà a nuovi pericoli. E’ tempo di riconoscere che il primo interesse concreto, vitale, dell’Italia è la pace. La decisione americana di intervenire direttamente con nuovi bombardamenti è il segno dell’escalation in corso. Dicono che stanno combattendo lo stato islamico ma la guerra non ha mai risolto un solo problema senza crearne di peggiori.
    7 agosto 2016
  • Isis, come è nato il terrorismo che insanguina anche l'Europa
    Una cronologia

    Isis, come è nato il terrorismo che insanguina anche l'Europa

    Dalla disintegrazione di Iraq, Silria e Libia alla formazione del Califfato
    23 marzo 2016 - Alessandro Marescotti
  • L’Italia sempre più provincia marginale dell’Impero

    L’Italia sempre più provincia marginale dell’Impero

    La cronaca di queste ore mostra ancor di più quanto sia necessario e vitale uscire dall’Impero militarista e guerrafondaio, difendere la democrazia e la Pace. Il 12 marzo nuova grande mobilitazione in tutta Italia
    4 marzo 2016 - Alessio Di Florio
La pagina Facebook di PeaceLink è visibile da tutti

Contro la propaganda di guerra PeaceLink pubblica le "verità nascoste"

Aggiornamenti sulla guerra e contro la guerra. Clicca su http://www.facebook.com/pages/Peacelink/91048861525
Associazione PeaceLink

La pagina Facebook di PeaceLink è visibile a tutti. Qui troverete ogni giorno cosa c'è di nuovo sul fronte delle bugie di guerra. In Libia è ormai chiaro che si combatte una guerra dell'informazione per convincerci che stanno facendo bene a bombardare e che gli attacchi sono "intelligenti".

Vale la pena citare quanto scrive Armando Torno sul Corriere della Sera (21/3/2011): "Il gerarca nazista Joseph Goebbels (1867-1945), la mente della propaganda hitleriana, definì i bombardamenti su Londra del 1940 'intelligenti' perché colpivano 'soltanto' obiettivi militari e chiamò 'preventiva' la guerra del 1941 contro l'Unione Sovietica di Stalin". Le bugie hanno le gambe corte

I propagandisti della guerra si copiano l'un l'altro i discorsi.

Ma c'è di più: la macchina della propaganda di guerra conta sulla "memoria a breve termine" per cui pochi ricordano, ad esempio, che Berlusconi ha detto: "Gli aerei messi a disposizione dall'Italia non hanno sparato e non spareranno" (Repubblica 26/3/2011).

Vale la pena di rinfrescare la memoria. Gli aerei italiani hanno bombardato la Libia dopo averla sorvolata per celebrare due anni fa il trattato di amicizia italo-libica in cui si suggellava l'impegno di non attaccarsi militarmente e di non mettere a disposizione le basi militari per attacchi.

E quanti - frastornati dalla disinformazione dei dibattiti televisivi - sanno che la risoluzione Onu non prevede i bombardamenti sulle città? 

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)